x

x

Cura senza risultati

Salve,
Il mio consulto riguarda mio marito, 30 anni. Tutto inizio in seguito alla perdita di una persona cara che gli procuro attacchi di panico. Solo dopo dopo un anno si affido a uno psichiatra che gli prescrisse una cura di xanax in gocce. Questo sembro migliorare la situazione per un periodo ma subito dopo vedendo che stava ancora male si rivolse a un altro psichiatra (quello che attualmente lo segue) che come cura gli prescrisse seropram in gocce (15 gtt la notte) e lorazepam (3 cmp al giorno). Con questa cura è andato avanti per 2 anni interi riuscendo a condurre finalmente una vita normale e riuscendo a fare tutto cio che prima non faceva. L'anno scorso pero perse il lavoro e in seguito a questo inizio a stare sempre peggio fino a quando torno dallo psichiatra che gli cambio la cura precedente con un'altra (anche in seguito alle disfunzioni sessuali come eiaculazione tardiva e abbassamento della libido) e attualmente segue quindi questa cura: control 2,5 mg (3 cmp al di) prozac (1 al di dopo colazione) risperidone 1mg e remeron 30 mg orodispersibili prima di andare a letto. A questo si aggiunge il tavor orosolubile 2,5 mg al momento dell'attacco di panico. Il problema è proprio questo, nonostante abbia trovato un nuovo lavoro, con questa nuova cura (la segue da circa 2 mesi) gli attacchi di panico continuano anche attualmente e di entità abbastanza forte. Il suo stato d'animo attuale lo porta a dover affrontare fobie che ci avevamo dimenticato come quella di fare la doccia, di fare attivita fisica per paura di affaticarsi e di sentire il cuore che batte piu veloce e la fobia di stare da solo per la paura di morire o di sentirsi male, tutte le paure con le quali questi attacchi si erano manifestati tanti anni fa, siamo praticamente punto e a capo come si suol dire. Inoltre nonostante sia sempre a dieta non riesce a perdere peso, è correlato ai farmaci che assume? Come mai continua a stare male con tutti questi farmaci? La mia domanda riguarda anche gli antidepressivi, è davvero necessario prenderli per curare il DAP? Non bastano gli ansiolitici? Lui non è affatto depresso ma dopo questa cura ai miei occhi sembra molto piu spesso di malumore. Mi scuso per essermi dilungata, spero di non aver dimenticato nulla! Grazie a chi mi aiuterà.
[#1]
Dr. Francesco Saverio Ruggiero Psichiatra, Psicoterapeuta 37.7k 899 61
Gli ansiolitici non sono sufficienti per il trattamento dei disturbi d'ansia perché portano dipendenza ed assuefazione.

Il punto è che la attuale terapia non è composta da solo antidepressivi ma anche da altri prodotti che hanno una parziale efficacia sui disturbi d'ansia.

Dr. F. S. Ruggiero

http://www.francescoruggiero.it

https://wa.me/3908251881139
https://www.instagram.com/psychiatrist72/

[#2]
dopo
Utente
Utente
Grazie mille per la risposta! Cosa intende per parziale? E come mai gli attacchi di panico persistono?
[#3]
Dr. Francesco Saverio Ruggiero Psichiatra, Psicoterapeuta 37.7k 899 61
Parziale vuol dire che funzionano poco sui disturbi d'ansia.
[#4]
dopo
Utente
Utente
Quindi bisognerebbe cambiare farmaci o comunque aumentare le dosi per stare bene? Visto che malgrado la terapia gli attacchi continuano?
[#5]
Dr. Francesco Saverio Ruggiero Psichiatra, Psicoterapeuta 37.7k 899 61
Questa terapia non è adatta. Vanno utilizzati altri farmaci.
[#6]
dopo
Utente
Utente
Salve scrivo dopo aver sentito il parere di un altro medico...ha cambiato la cura, adesso assume 3 volte al di tavor orosolubile, 2 volte al giorno prozac e prima di andare a dormire risperidone quindi ha eliminato il remeron... attualmente c'è qualche attacco di panico in piu specialmente durante situazioni specifiche come la guida e un sonno un po piu leggero... influenzato probabilmente anche dal fatto psicologico cioe dalla convinzione che sostituendo il control con il tavor orosolubile risulti meno efficace! Opinioni? Suggerimenti?
Grazie mille