Utente 447XXX
Salve sono un ragazzo di 28 anni, questa notte mentre dormivo mi sono svegliato con un dolore al petto a sinistra precisamente localizzato nei pressi della mammella.
Contemporaneamente mi sono accorto che sudavo un po e ho fatto fatica a riprendere il sonno. Da mesi ho vertigini che si sono accentuate negli ultimi giorni e mi hanno portato a fare accertamenti alcuni mesi fa come ecg ecg da sforzo rmn magnetica con mezzi di contrasto tutti risultati negativi. Non so che fare non riesco più a condurre una vita normale anche perchè ho semnpre la sensazione di mancamento.
ho chiesto un consulto al cardiologo il quale mi ha detto chepotrebbe essere provocato dall'ansia. Io mi chiedo ma davverio l'ansia può provocare questo stato di malessere? Io sinceramente non mi sento agitato solo spaventato

[#1]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)
ALESSANDRIA (AL)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile utente,

Non "l'ansia", il disturbo d'ansia, che è una situazione cerebrale, l'ansia è un generico sintomo che poi andrebbe meglio caratterizzato per definire la diagnosi, e quindi la cura da fare.
Quindi se ho ben capito, dopo una serie di esami, nessuno ha riscontrato diagnosi di sua pertinenza e hanno quindi detto che potrebbe essere di pertinenza psichiatrica. Adesso quindi serve lo psichiatra.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#2] dopo  
Utente 447XXX

Si giusto, sia il mio medico curante sia il mio cardiologo ed infine il mio neurologo sono concordi nekl dire che è ansia. Proprio quest'ultimo mi ha prescritto il laroxyl che non ho preso erroneamente per paura e devo dirfe anche per diffidenza perchè non sono del tutto convinto che sia ansia o disturbo d'ansia la mia soprattutto perchè non mi sento agitato ma ho i sintomi su citati. Lei crede che mi debba convincere del contrario?

[#3]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)
ALESSANDRIA (AL)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile utente,

Il laroxyl è uno dei possibili medicinali, però se non è stata definita una diagnosi consiglierei di farla fare da uno psichiatra così da scegliere la cura in maniera precisa, e non solo con un ragionamento di tipo sintomatico.
Dico questo perché il laroxyl è spesso utilizzato da non psichiatri per ottenere miglioramento di vari sintomi corporei classificati per esclusione come di pertinenza psichiatrica, ma non sempre è il farmaco più idoneo.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#4] dopo  
Utente 447XXX

Capisco ma lei crede sia ansia?

[#5]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)
ALESSANDRIA (AL)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile utente,

Non vedo come una risposta così vaga possa aggiungere qualcosa a quello che le è già stato detto, e che la orienta verso la verifica di questa ipotesi.
Inoltre, abbiamo detto che "ansia" è tutto e nulla, quindi è un modo per dire che è di pertinenza psichiatrica. Ansia è un sintomo, i disturbi psichiatrici definiti "d'ansia" prevedono ansia in varie forme associata a sintomi comportamentali, pensieri tipici, sintomi corporei etc.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it