Utente 429XXX
Buongiorno a tutti voi che mi leggete e vi ringrazio anticipatamente, sono in cura all'asilo di Catania da più di un anno. Tutti è cominciato il 3 maggio 2016 avendo paura di morire di infarto per un dolore al braccio sx, superata questa paura grazie all'aiuto di mio marito ne sono uscita, dopo un periodo di tranquillità ho cominciato ad avere paura che il mio lui morisse in un incidente stradale dato che fa il corriere di mobili quindi quando magari non rispondeva alle mie chiamate entravo in panico, piangevo ed ero in ansia. La cosa che più mi ha destabilizzato è stata la domanda "lo amo o no?" non c'è stato nessun problema fra noi, un'amore folle che mi ha sempre portato felicità, ma dopo questa domanda ho cominciato a sentire ansia, paura, panico e pianti disperati così mi sono recata da una psichiatra Dell Asl di Catania non avendo la possibilità di andare a pagamento, mi ha prescritto daparox 40mg e Xanax 0,10 mg al giorno, verso maggio comincio a stare bene, i pensieri su di lui spariti e credetemi ne avevo tanti, stavo finalmente bene così ad agosto decido di smettere i medicinali,abdava tutto bene e avevo ripreso in mano la mia vita, ma dopo un periodo stressante in cui lavoravo tutti i giorni ecco che dopo un mese ritorna l'ansia senza pensieri stavolta, ma io avendo paura che accadesse ciò che mi era già successo li ho richiamati. Adesso sono di nuovo in cura farmacologica e ogni 2 settimane vado dalla psichiatra parliamo e lei mi da consigli, quindi non so se è psicoterapia, adesso sto meglio non ho pensieri, solo un sensazione strana. La mia psichiatra mi ha detto che ho un disturbo d'ansia con ossessioni che si riversano su quello che amo di più, sin da piccola ho avuto paura di morire ma poi è andata via da sola. Inoltre mi ha detto che ho poca autostima, sono una persona insicura e che ho paura dell'abbandono. Premetto che adesso convivo in casa con mia madre e mio marito, con lui sono felice, lui è perfetto, e quando sto con lui sto bene. Ma voglio guarire. La terapia è giusta? Vorrei sapere se si tratta davvero di ossessioni o se magari dentro di me non accetto la fine di una storia, anche se io lo amo e me lo dicono tutti dai gesti e dai modi di fare che ho da lui, rispetto all'anno scorso sono migliorata non mi testo più sui sentimenti, non cerco rassicurazioni, e riesco a dar scorrere i pensieri sono sulla strada giusta? Si può guarire? Strategie da poter usare?

[#1]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile utente,

La terapia è quella giusta per un disturbo ossessivo. Lo xanax sarà 1 mg ? (0,10 mi suona strano).
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#2] dopo  
Utente 429XXX

Grazie per la risposta, pensa io possa guarire. Comunque la mia psichiatra mi ha prescritto 0.5 mg rilascio prolungato e ne prendo due. La cosa che mi chiedo dottore è se le ossessioni sono eventi che temiamo o reali pensieri? Ho letto in più libri che le ossessioni e le paure sono il contrario di ciò che vogliamo. Inoltre ho più volte letto che per uscirne bisogna fare TCC o terapia cognitivo comportamentale ma io non ho la disponibilità. Credo che il mio disturbo ossessivo sia molte lieve rispetto a prima, con la terapia farmacologica si riesce ad uscirne? Ha dei consigli da darmi? La ringrazio davvero, purtroppo ho 20 anni e come ben sa non è facile.

[#3]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
La cosa che mi chiedo dottore è se le ossessioni sono eventi che temiamo o reali pensieri?

Non ho capito questa domanda. Spieghi meglio.

TCC o terapia cognitivo comportamentale : TCC significa terapia cognitivo comportamentale.

In generale, perché chiede se può star bene se ha già fatto questa cura con beneficio non molto tempo fa ?
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#4] dopo  
Utente 429XXX

Perché ho sentito dire più volte che non si guarisce così in fretta anche se sono stata bene. Comunque abbiamo aumentato la dose 60 mg di daparox. Inoltre nella domanda che le ho fatto volevo dirle se tutti i pensieri che mi vengono sono reali o solo frutto della mia ansia e paura, in più libri ho letto che le ossessioni specialmente se accompagnate da ansia sono eventi che temiamo ma non reali. Spero di esser stata chiara.

[#5]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
" se tutti i pensieri che mi vengono sono reali o solo frutto della mia ansia e paura"

Continuo a non capire, sono due cose diverse ma non le vedo tra loro contrapposte. Se uno ha un pensiero frutto di ansia non è un pensiero reale ? Non capisco questo discorso.

Che gli eventi che uno teme quando ha le ossessioni sono eventi "impossibili" nella realtà ? In che senso ? Se uno ha l'ossessione per esempio di ammalarsi di tumore, l'oggetto del pensiero è un evento possibile. Quindi pensieri reali o oggetti reali intendeva ?
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#6] dopo  
Utente 429XXX

Le spiego meglio io ad esempio ultimamente mq adesso più raramente ho avuto paura di non amare il mio ragazzo con il quale convivo e sto benissimo, storia meravigliosa senza mai aver problemi. Siamo in simbiosi ma quando per la testa mi balenava la domanda lo amo o no? Sentivo ansia e paura e piangevo per paura di non amare. Ho sempre pensato che chi ha dubbi e perché non ama, vivevo con degli schemi in testa prima adesso molto meno. Ho sempre avuto paura di questi pensieri anzi di queste ossessioni, e come ripeto ho letto più volte che il fatto che noi le pensiamo non significa che accada per forza e che il più delle volte abbiamo solamente paura che possano accadere e che in realtà corrispondono all'esatto contrario. Volevo dire questo.

[#7]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Non vedo sinceramente come il fatto di pensare una cosa possa far si che accada o non accada. Credo però che voglia dire sostanzialmente se il fatto di avere una paura può significare che questa paura sia o meno fondata.
Ora, questa non è una domanda, questa è l'ossessione, né più né meno. Ragionarci è il sintomo del disturbo, e non certo un modo per risolverlo. Idem quando lo si fa in cerca di rassicurazione.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#8] dopo  
Utente 429XXX

Adesso da quando prendo i medicinali sono molto più rilassata e riesco a rendermi conto di ciò che voglio nella mia vita. Queste mie paure sono infondate, o forse sono paure che mi porto dall'infanzia in quanto i miei si sono separati quando ero molto piccola, comunque dottore io so di amare il mio ragazzo, con lui mi sento a casa e sono me stessa. Sono certa che passata l'ansia passerà tutto come è già accaduto in passato. La paura di non amare nasce dalla paura dell'abbandono cosa che io ho vissuto forse tramite la separazione. La ringrazio. Ha ragione cercare rassicurazione non serve perché alimento il disturbo.

[#9]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Le ossessioni possono anche avere un senso rispetto alle paure generali da cui nascono, ma di fatto quel che va curato è il modo in cui cominciano a "girare", che non significa doverle interpretare, ma farle smettere, come fanno le terapie.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#10] dopo  
Utente 429XXX

"
Le ossessioni possono anche avere un senso rispetto alle paure generali da cui nascono,"
Non ho capito cosa vuole dire.
Comunque io sto facendo una terapia farmacologica 60mg di daparox e 0,5 di xanax, poi vado da una psichiatra che mi fa parlare, sfogare e ovviamente mi ha detto he le mie Pure sono infondate e che tutto parte dall'infanzia. Comunque la mia gravità di ossessivi fa da una scala da 1 a 10 è 4 mi ha detto la psichiatra, si può guarire con i farmaci? Grazie per la sua risposta..

[#11]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Niente di che, ho solo detto quel che aveva detto Lei prima sull'abbandono.
La cura farmacologica è adeguata come farmaco e come dose.
Mentre invece "he le mie Pure sono infondate e che tutto parte dall'infanzia. " Ecco, invece dare come messaggio questo che le paure sono infondate è un meccanismo di rassicurazione razionale che solitamente non funziona e alimenta le paure. Non sembra da questa descrizione una terapia cognitivo-comportamentale, che è quella indicata per le ossessioni.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it