Utente 452XXX
La mia domanda è questa Come capire se il mio è realmente un disturbo da ansia o se semplicemente non amo più l'uomo della mia vita e non voglio accettarlo Sto cercando di curare una nevrosi ossessiva che mi è stata diagnosticata un anno fa sottovalutata da me all'inizio Adesso la sto curando con degli ssri e da quando li sto assumendo per tre o quattro mesi sto meglio ma ogni tanto riappare questa mia ansia la mia nevrosi è uscita fuori in varie forme dalle malattie dalla paura di diventare pazza depressa schizofrenica di poter fare male alle mie bambine e adesso alla fine ho il dubbio che mi logora sui sentimenti che posso provare per mio marito questi dubbi vanno e vengono nel senso a volte passo delle già e dove sono sicura dei sentimenti che provo dove non mi faccio domande perché non serve oppure ci sono giorni come questo dove mi metto ad analizzarlo dove mi domando e mi viene l'ansia Se non ho voglia di avere rapporti intimi con lui se non ho voglia perché capita a tutti o perché non lo amo più lo Analizzo fisicamente e cerco di capire se mi dà fastidio quando mi tocca e non riesco a darmi una risposta Come posso io capire realmente se il mio è un disturbo o se Semplicemente io non ho più attrazione verso questo uomo questa mia ansia oggi è uscita fuori Perché lui ridendo mi ha detto che ha paura che io mi possa innamorare di un'altra persona a me questa sua battuta messo ansia e i pensieri sono riusciti fuori e quindi mi inizia a domandare ma se lui mi ha detto questa cosa è perché forse è vero Allora io non lo amo Forse a me lui non piace più vorrei soltanto sapere da uno specialista in psichiatria se potrebbe essere il mio disturbo se realmente Io non amo più questa persona e non riesco ad accettarlo vi ringrazio

[#1] dopo  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
PISA (PI)
VIGEVANO (PV)
ROMA (RM)
ALESSANDRIA (AL)
BRESCIA (BS)
LUCCA (LU)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile utente,

La risposta è molto semplice, la differenza la esprime Lei quando descrive la situazione. Detto questo, Lei non ha però bisogno che qualcuno la rassicuri sulla cosa, ma di curare questa ossessione, che evidentemente cambia contenuto ma non è sotto controllo in generale, perché non è un problema di contenuto.

Che cura sta seguendo ?
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#2] dopo  
Utente 452XXX

Sto assumendo da 4 mesi Citalopram generico ha la dose di 30 mg al giorno.
Mi rendo conto benissimo che non sto bene anche perché oggi al lavoro è venuto un signore con una diagnosi di psicosi grave con disturbi della personalità dopo aver sentito questa cosa a me mi ha preso un'ansia fortissima alla paura di diventare pazza Anche io ho paura che prendendo dei psicofarmaci quale sto prendendo sono destinata a diventare matta

[#3] dopo  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
PISA (PI)
VIGEVANO (PV)
ROMA (RM)
ALESSANDRIA (AL)
BRESCIA (BS)
LUCCA (LU)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
30 mg da 4 mesi direi che è sufficiente per considerare un cambiamento della cura, non sembra che vi sia stato un grande effetto.

Il fatto che prendere i farmaci faccia diventare malati è un tipico esempio di pensiero paradossale, in realtà la radice è l'insieme di paure che ha e che aveva, sono quelle che ancora guidano.

Valuti un cambiamento di cura col suo medico.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it