Utente 506XXX
Ho 38 anni e ho una Relazione con una ragazza fidanzata(non cn me)1anno e mezzo d puro sesso...l ultimo periodo di 2mesi gelosie,rabbie,incazzamenti vari ma quando ci vedevamo fuochi d artificio e facevamo puro amore...poi buio totale in senso che nn sono piu riuscito a farci amore ansia da prestazione e tanti tanti pianti umore sotto i piedi ,senso d fallimento a dir poco periodo catastrofico...sono stato da una psichiatra la quale m ha detto che tutto cio e derivato dall instaurasi inconsciamente d qst rapporto cn lei e ansie d vario genere portato da un senso d paura dell abbandono in piu aver stoppato drasticamente dall assunzione d cannabis il quale ne ero consumatore abituale anche se non a grandi dosi...fase acuta riuscita a passare il quale avuto 2 mesi di pensieri invasivi che non riuscivo ad allontanare .ora d umore molto meglio ma secondo lei ancora permane quello stato di depressione.4 gg fa riuscito a fare d nuovo amore cn lei dp aver avuto altri conflitti e pianti che nn volevamo lasciare comunque il nostro rapporto <<clandestino>.2 gg fa incominciato cura con brintellix su pare della pschiatra...v ho scritto x avere un parere vostro prifessionale su mia storia,ho cercato d essere qnt piu chiaro e sintetico possibile,e se qst curetta potrebbe essermi d aiuto,grazie anticipatamente

[#1] dopo  
Dr. Giuseppe Nicolazzo

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
20% attualità
16% socialità
REGGIO DI CALABRIA (RC)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2007
L'assunzione di sostanze stupefacenti interferisce con lo stato di salute mentale e quindi direttamente e indirettamente anche con l'attività sessuale, lo stesso succede con la brusca sospensione della sostanza.
L'ansia da prestazione riguarda solamente l'atto sessuale in sé, il soggetto ha normali erezioni spontanee e in altre modalità, questo dovrebbe definire la problematica come psicologica e/o relazionale.
Una terapia con antidepressivi prevede una diagnosi di disturbo d'ansia o dell'umore,

Saluti
Dr G. Nicolazzo
Specialista in Psichiatria
Psicoterapeuta

[#2] dopo  
Utente 506XXX

Si infatti la pschiatra mi ha consigliato di intraprenderla dato il mio stato d umore ,anke se migliorato e aver passato la fase acuta che per me e stata terrificante,quindi m potrebbe esser d aiuto questa curetta???grazie anticipatamente per per tutto dottore...

[#3] dopo  
Dr. Giuseppe Nicolazzo

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
20% attualità
16% socialità
REGGIO DI CALABRIA (RC)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2007
Se il suo medico le ha consigliato l'antidepressivo non resta che fare la cura, la Vortioxetina è un antidepressivo della classe degli SSRI tra quelli che interferisce meno con l'attività sessuale.
A mio parere un aspetto prioritario nel suo caso, forse più importante della terapia farmacologica stessa, è la necessità di fare ordine in questa relazione,

Saluti
Dr G. Nicolazzo
Specialista in Psichiatria
Psicoterapeuta

[#4] dopo  
Utente 506XXX

Grazie mille dottor Nicolazzo...tante voci mi ha hanno detto stessa cosa professionali e non...distinti saluti