Utente 475XXX
Salve gentilissimi Dottori. Mi chiamo Giovanni, ho 40 anni, e soffro ormai da circa 6 anni di ansia ed attacchi di panico. Tutto è cominciato nel 2012, quando al'improvviso si scatenarono degli improvvisi attacchi di panico molto violenti e duraturi, che mi avevano fatto pensare al peggio. Sintomi combinati come tachicardia, sudorazione, costrizione alla gola, dispnea e formicolio a gambe e mani mi avevano fatto pensare ad un infarto. Per fortuna, dopo vari accertamenti, che esclusero problemi cardiaci mi venne fatta la diagnosi riguardante ansia e panico. La terapia prevedeva daparox 1cp da 20 mg, e 3 compresse da 1 mg. al giorno di xanax a scalare. Dopo circa un mese cominciai a stare bene, e nel giro di circa 3 mesi eliminai gli ansiolitici. Negli anni seguenti, fino ancora ad oggi, ho continuato però ad assumere il daparox anche se stavo bene.I problemi sono ricominciati nel giugno scorso, quando dopo una forte febbre, feci un elettrocardiogramma di routine, e da lì è venuto fuori che soffro di una probabile sindrome di brugada. Questa notixìzia per me è stata devastante dal punto di vista emotivo, e mi è riscopppiata l'ansia e di tanto in tanto avverto anche attacchi di panico. Lo psichiatra mi ha aumentato il daparox da 1 a 2 cp al giorno da 20 mg, in più ho ripreso gli ansiolitici; ma miglioramenti non se ne vedono. Per quanto riguarda il brugada ho contattato 2 cardiologi di fama, e sono stato rassicurato essendo asintomatico, e non avendo decessi improvvisi in famiglia di giovane età......ma tutto questo non mi tranquilizza, vivo sempre nell'ansia e nel panico, e se non fosse per l'effetto degli degli ansiolitici che riducono i sintomi a quest'ora non so in quali condizioni sarei. Lo psichiatra nei giorni scorsi ha detto che probabilmente il daparox è arrivato a saturazione dopo 5 anni e mi ha prescritto la sertralina e l'olanzapina 2cp da 2,5mg ,mattina e sera. Secondo voi, può essere la terapia giusta? Vorrei riprendermi la mia vita, tornare a fare le cose che facevo prima con serenità, cosa che adesso mi è impossibile: ogni giorno è un calvario di sintomi e fobie!!!!...tra l'altro sono diventato ipocondriaco:ogni piccolo sintomo del mio corpo, lo amplifico e penso subito a qualche brutta malattia!!.....Grazie per la Vostra eventuale risposta!. Cordiali saluti.

[#1] dopo  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
PISA (PI)
VIGEVANO (PV)
ROMA (RM)
ALESSANDRIA (AL)
BRESCIA (BS)
LUCCA (LU)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile utente,

Non ho capito una cosa: la diagnosi di "probabile" sindrome di Brugada non è ancora una diagnosi, ma poi dice che è stato rassicurato. Quindi ha questa diagnosi o no ? E' una diagnosi che si fa anche su base elettrocardiografica, quindi non dovrebbe esserci tale ambiguità.
Detto questo, il disturbo d'ansia si è intensificato a seguito di questa serie di cose, e la terapia è stata quindi cambiata perché il farmaco iniziale non funzionava neanche aumentato.
Sa il perché dell'olanzapina ?
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#2] dopo  
Utente 475XXX

Grazie dottore per la sua celere risposta. Si, la diagnosi di brugada é confermata, mi ero espresso male. E'vero che sono stato rassicurato sul brugada, ma la paura di un arresto cardiaco improvviso ormai è diventata una fissazione.....l'olanzapina mi è stata prescritta per non farmi fisssare troppo sul problema brugada, queste più o meno sono state le parole dello psochiatra.... Quindi dottore, anche secondo lei il daparox è arrivato a saturazione e quindi non fa più effetto? Grazie anticipatamente!

[#3] dopo  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
PISA (PI)
VIGEVANO (PV)
ROMA (RM)
ALESSANDRIA (AL)
BRESCIA (BS)
LUCCA (LU)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Non è che sia arrivato a saturazione, evidentemente il disturbo ha assunto una forma per cui quel farmaco non è sufficiente da solo. In ogni caso il medico le ha cambiato terapia, quindi adesso sta provando questa.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#4] dopo  
Utente 475XXX

Grazie Dottore per la risposta. Un'ultima domanda: Io assumevo due compresse di daparox da 20 mg al giorno; lo psichiatra mi aveva dato un percorso a scalare prima di sostituirlo con la sertralina. Io invece, essendo impaziente ho stoppato il daparox e sono partito subito con la sertralina ( 1cp da 50 al mattino). Ho sbagliato? potrei avere effetti rimbalzo? La ringrazio per la sua cortesia e disponibilità!

[#5] dopo  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
PISA (PI)
VIGEVANO (PV)
ROMA (RM)
ALESSANDRIA (AL)
BRESCIA (BS)
LUCCA (LU)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Apposta glielo aveva dato da scalare, presumo, per i possibili effetti da sospensione. Tutto qui.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#6] dopo  
Utente 475XXX

Gentilissimo dottore, sono ancora qui a parlare del mio problema, che purtroppo non accenna a diminuire. Preso dallo sconforto visti gli scarsi risultati, un paio di settimane fa sono stato da un altro psichiatra il quale mi ha tolto la sertralina, dicendo che dovevo tornare al daparox. Mi ha detto di prendere due compresse da 20 mg. al giorno, una la mattina e l'altra la sera. inoltre mi ha detto di prendere 1mg., al mattino di xanax, 0,50 dopo pranzo e 0,50 la sera. Come farmaco aggiuntivo mi ha aggiunto il depaking sciroppo 200mg per tre volte al giorno.Purtroppo ad oggi, io risultati non ne vedo, anzi...mi sveglio la mattina già con l'ansia addosso,e nonostante gli ansiolitici diminuiscano i sintomi, i tremori a gambe e mani, il peso al petto, e un forte senso di costrizionealla gola mi accompagnano ad intervalli per quasi tutta la giornata. Sono davvero allo stremo delle forze: riesco con grande difficoltà a portare atermine le mie giornate lavorative(lavoro in ospedale, sono un Oss), e la mia vita sociale non è più la stessa. Purtroppo anche mangiare una pizza con gli amici o andare al cinema sta diventando difficile: quando sto con gli altri o in ambienti affollati l'ansia raggiunge picchi notevoli e in qualche situazione sfocia in veri e propri attacchi di panico....per fortuna porto sempre con me gli ansiolitici!!!.....Avevo dimenticato di dire che nei mesi scorsi ho fatto anche un percorso di psicoterapia, ma dopo aver speso un sacco di soldi i risultati sono stati zero....Inoltre, sono fortemente ipocondriaco: dopo la scoperta del brugada sono oossessionato dalle malattie, e ad ogni sintomo penso subito a qualche male incurabile. Ho perso il conto di tutti i soldi spesi tra cardiologi, otorini, gastroenterologi,endocrinologi,ecc....ecco,l'endocrinologo mi ha diagnosticato dopo un'ecografia una tiroidite cronica che a suo parere può influire sull'umore' e mi ha prescritto il syrel. Mi scusi, dottore, se mi sono dilungato troppo, ma sono davvero a pezzi e non so più cosa fare.Possibile che non ci sia una terapia adatta per bloccare questa pesante ansia e panico? La saluto cordialmente.

[#7] dopo  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
PISA (PI)
VIGEVANO (PV)
ROMA (RM)
ALESSANDRIA (AL)
BRESCIA (BS)
LUCCA (LU)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Anche queste domande vanno sostanzialmente incluse nell'ipocondria che diceva, più in senso dubitativo. Non credo non sappia o non vi siate detti della tempistica delle terapie, avendone già fatte. Due settimane male di sposano con considerazioni sul fatto che la cura funzioni o meno.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it