x

x

Alprazig e interrogativi

Gentili Dottori, purtroppo ho alle spalle una lunga storia di depressione e in quasi 25 anni su indicazioni di diversi specialisti ho effettuato cure antidepressive, terminate su indicazione medica, per poi avere avuto la necessità di riprendere antidepressivi a seguito di ricadute.
Ora era in cura da 2 anni con brintellix a 10 mg e siccome lo psichiatra non aveva intenzione di almeno cercare di terminare la cura, ho consultato un'altro specialista per vedere se anche secondo lui ho necessità di continuare o se si potrebbe provare a sospendere l'assunzione.
"Son caduto dalla padella alla brace" poichè anche secondo questo specialista devo continuare e crede anche per anni e in più, mi ha chiesto se soffro di ansia, io gli ho detto che non è un'ansia invalidante ma un pò sono ansioso ed ho anche un pò di ansia sociale, poi mi ha chiesto se sono nervoso ed ho risposto che se si intende irascibilità, allora effettivamente vorrei esserlo di meno perchè effettivamente lo sono.
Mi ha allora detto che dalla documentazione che avevo portato vede che in passato non ho assunto ansiolitici e mi ha prescritto 5 gocce di Alprazig al mattino e 5 il pomeriggio;
io però gli ho detto che gli ansiolitici li ho assunti tutte le volte che ho ricominciato una cura antidepressiva per poi giustamente sospenderli (su indicazione dei medici che mi seguivano) anche perchè sapevo che vanno usati solo per brevi periodi poichè causano assuefazione e possono anche creare dipendenza fisica e psicologica.
Con mia grandissima sorpresa lo psichiatra (che è il responsabile direttore di un CSM) mi ha detto che non è vero niente e che anche gli ansiolitici possono essere assunti per anni.
Vorrei allora chiedere: mi conviene non tornare più da questo Dottore o può aver ragione ? Ci sono linee di pensiero scientifiche che credono che gli ansiolitici non causino assuefazione e nemmeno dipendenza oppure in alcuni casi (come sembra essere il mio) il gioco vale la candela e dunque è preferibile assumerli non solo per breve tempo ? (e ....... ma ........ se io però leggo che causano assuefazione ...... questo vuol dire che alla lunga da essi non avrò più benefici ansiolitici ma potrebbe rimanermi una dipendenza? oppure con questa molecola e questo basso dosaggio non corro pericoli ne di dipendenza ne di assuefazione?
Nota: ho già letto alcune delle vostre risposte sul sito e se mi risponderà il Dr. Ruggiero posso già immaginare che mi dirà che entro 8 settimane vanno ridotte e sospese - senza se e senza ma - perchè così come indicano le linee guida ma sinceramente non credo che il Psichiatra presso cui sia andato vaneggi o sia incompetente o non aggiornato, anzi .............)

2) Alla mia domanda se può causare problemi sessuali, mi ha risposto "al contrario ...... può aiutarti in merito", concordate ?

Non mi è venuto in mente di chiedere quanto è l'emivita di questo ansiolitico, posso chiederlo a voi ?

Spero vogliate delucidarmi e in attesa porgo cordiali saluti.
[#1]
Dr. Francesco Saverio Ruggiero Psichiatra, Psicoterapeuta 38.1k 913 63
la risposta la conosce già.

Chi sostiene che gli ansiolitici non hanno effetti a lungo termine sulla memoria e a breve termine su assuefazione e dipendenza non ha dimestichezza e non è aggiornato.

Del resto la sua dose è così bassa che dubito che possa avere anche qualche effetto terapeutico.

Dr. F. S. Ruggiero

http://www.francescoruggiero.it

https://wa.me/3908251881139
https://www.instagram.com/psychiatrist72/

[#2]
dopo
Utente
Utente
Beh, io stamattina ho assunto le 5 gocce e devo dire che le sento eccome, mi figuro allora se dovessi assumere un dosaggio con effetto terapeutico.

Mi scusi Dr. Ruggiero, ma ci sono comunque Psichiatri che gli ansiolitici li prescrivono anche a lungo termine oppure sono io che ho trovato l'uno su mille degli specialisti con queste idee ?

Ribadisco comunque che si tratta di un responsabile di un csm con quasi 40 anni di professione sulle spalle, quindi mi sembra improbabile non abbia dimestichezza in merito e francamente mi sembra anche strano qualora non fosse aggiornato.

L'emivita di questa molecola si conosce? Se io dopo 4 settimane di assunzione dovesse capitare di non poter assumere la dose pomeridiana (per i più disparati motivi) avrei seri problemi ?

Lei, personalmente, concorda sulla dichiarazione che non solo non provoca problemi sessuali ma addirittura può darmi benefici ?

Grazie ancora e cordiali saluti