Utente 437XXX
Salve sono un ragazzo di 29 anni, soffro da 6 anni di ansia episodica, praticamente l'ansia si presenta ogni 2-3 giorni, spesso la sera, ma può colpire anche di giorno, ciò che ho già sperimentato tante volte, si presenta sotto forma di crisi, il battito cardiaco aumenta, crampo allo stomaco, alterazione della memoria, disagio generalizzato, vampate di calore, mal di testa, campo visuale che si stringe, a livello psicologico sembra che si perda la bussola sembra di impazzire.
sono andato avanti tanti anni con Delorazepam (EN). quello che leggo su internet su questo tipo di farmaci mette la pelle d'oca.
dopo che ho manifestato la mia paura lo psichiatra mi ha prescritto:

Haldol 15 gcc alle 08:00 e alle 20:00
Lorazepam 1/2 cpr alle 08:00 e alle 14:00 e 1 cpr alle 18:00

Mi ha tranquillizzato, ma io non so cosa credere, internet o il medico ??? , perche tutta questa fobia da benzodiazepine su internet ???
dalla mia esperienza sembra che l'Haldol se usato a basse dosi è curativa (tipo 3 mg al giorno e anche di meno) per l'ansia mentre ad alte dosi invece non esplica lo stesso effetto. è giusta questa supposizione ???

[#1] dopo  
Dr. Paolo Carbonetti

28% attività
20% attualità
16% socialità
VITERBO (VT)
TERNI (TR)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2008
Nel suo primo consulto lei asserisce di essere affetto da schizofrenia.
L'aloperidolo si usa appunto nei disturbi psicotici, non come ansiolitico.
Le benzodiazepine sono innocue se usate correttamente.
Dr. Paolo Carbonetti
Specialista in Psichiatra
Specialista in Psichiatria Forense
Viterbo-Terni-

[#2] dopo  
Utente 437XXX

Grazie mille.

[#3] dopo  
Utente 437XXX

su internet ce scritto che dopo un pò di tempo il corpo sviluppa resistenza al farmaco e ne risulta che il farmaco non è più efficace come prima.
si può dire questo su gli effetti miorilassanti, amnesici, hypnotici ??? o questo comprende anche l'effetto ansiolitico ???

[#4] dopo  
Dr. Paolo Carbonetti

28% attività
20% attualità
16% socialità
VITERBO (VT)
TERNI (TR)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2008
Riguardo alle benzodiazepine, è vero che gradualmente perdono efficacia. Questo vale soprattutto per le dosi medio-alte. Una piccola dose di benzodiazepina, ad esempio 1 o 2 mg di lorazepam (Tavor) continua ad essere efficace anche dopo molti anni, come ci dimostra l'esperienza quotidiana.
Dr. Paolo Carbonetti
Specialista in Psichiatra
Specialista in Psichiatria Forense
Viterbo-Terni-

[#5] dopo  
Utente 437XXX

Grazie, veramente grazie dottore è stato molto chiaro.

[#6] dopo  
Utente 437XXX

piccoli dosaggi di benzodiazepina lei intende come nel mio caso ???

[#7] dopo  
Dr. Paolo Carbonetti

28% attività
20% attualità
16% socialità
VITERBO (VT)
TERNI (TR)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2008
Sì,senz'altro.
Dr. Paolo Carbonetti
Specialista in Psichiatra
Specialista in Psichiatria Forense
Viterbo-Terni-

[#8] dopo  
Utente 437XXX

Grazie ! non mai ricevuto così tanto aiuto e chiarezza.

[#9] dopo  
Utente 437XXX

mi scusi dottore se persisto a fare domande ma lei sta chiarendo molti punto critici nella mia vita e nella mia terapia in generale.
la mia domanda è questo la terapia come scritto sopra, terapia con Lorazepam è da ritenersi un terapia robusta per tappare i sintomi dell'ansia ???
Grazie mille Dottre.

[#10] dopo  
Dr. Paolo Carbonetti

28% attività
20% attualità
16% socialità
VITERBO (VT)
TERNI (TR)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2008
Non particolarmente robusta, ma se è sufficiente per controllare l'ansia, meglio così.
Dr. Paolo Carbonetti
Specialista in Psichiatra
Specialista in Psichiatria Forense
Viterbo-Terni-

[#11] dopo  
Utente 437XXX

Grazie Dottore per la risposta.
sono uno studente universitario e devo parecchio usare il cervello ed ci sono tante nozioni che devo memorizzare, l'ansiolitico mi potrà aiutare in questo senso ??? o è una cosa incompatibile ???
Grazie egregio Dottore.

[#12] dopo  
Utente 437XXX

mi può gentilmente rispondere, ne ho bisogno e sto male. Grazie

[#13] dopo  
Dr. Paolo Carbonetti

28% attività
20% attualità
16% socialità
VITERBO (VT)
TERNI (TR)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2008
L'ansia sicuramente blocca o riduce concentrazione ed apprendimento. Una piccola dose di benzodiazepina, come quella che lei assume, è utile anche in quest'ambito.
Dr. Paolo Carbonetti
Specialista in Psichiatra
Specialista in Psichiatria Forense
Viterbo-Terni-