La depressione fortunatamente è superata

Ho 42 anni , ho una tetraparesi spastica dalla nascita, nonostante ciò ho una vita attiva e completa, lavoro guido ho una famiglia. Negli ultimi anni, ho avuto problemi di ansia e un periodo di depressione dovuta ad un peggioramento delle mie condizioni di tensione muscolare, sia congenite sia dovuti da impegni e stress. La depressione fortunatamente è superata, ma ciclicamente ricompaiono stati di forte tensione che mi provocano dolori muscolari diffusi, e qualche accenno di ansia. Medicine tipo baclofene anche a bassi dosi mi provocano sgraditi effetti collaterali. Il mio medico di base mi ha prescritto frontal da prendere 3 volte al giorno per un totale di 15 gocce al di. Io non ne ho mai prese come prescritto, ma al bisogno sopratutto al mattino. Ho ancora il brutto ricordo del periodo di depressione quando ero arrivato a prendere 20-20-20. La domanda che volevo porle è questa. Posso continuare ad usare Frontal in maniera sporadica e a basse dosi per controllare la tensione muscolare, tipo miorilassante, e il relativo stato di ansia, o sono più opportune altre strade?
[#1]
Dr. Francesco Saverio Ruggiero Psichiatra, Psicoterapeuta 41.2k 1k 63
E' opportuno che la situazione sia valutata direttamente da uno specialista in psichiatria.

Dr. F. S. Ruggiero

http://www.francescoruggiero.it

https://wa.me/3908251881139
https://www.instagram.com/psychiatrist72/

[#2]
Utente
Utente
Salve, volevo fare solo una domanda.
Il mio medico di base mi ha detto che se vorrei intraprendere ancora la strada della paroxetina, lo assunta per un anno con buoni risultati, tanto da decidere di sospendere la cura,dovrei seguirla a tempo indeterminato, praticamente non sospenderla più , come un diabetico fa con l' insulina.
Questa cosa mi spaventa parecchio, qual è la sua opinione?
Grazie.
[#3]
Dr. Francesco Saverio Ruggiero Psichiatra, Psicoterapeuta 41.2k 1k 63
La mia opinione è che il parere dello specialista dal vivo può dare indicazioni appropriate per la continuità di una terapia.

Una terapia va seguita nel tempo nel corso dei mesi e degli anni per capire l'opportunità della stessa di volta in volta e non a prescindere.
[#4]
Utente
Utente
Quindi, fra le righe, si rivolga ad uno psichiatra e non al medico di base.