Utente 414XXX
Premetto nel 2016, per fronteggiare un disturbo depressivo forte, ho seguito una cura datami da un neurologo di cui ho avuto fiducia, consistente in 20 gocce di daparox per 6 mesi. terminato di prenderle nel dicembre 2016, ho passato un anno senza "problemi".
Improvvisamente ho ricominciato ad avvertire ansia a causa delle difficoltà a lavoro (ingegnere libero professionista) e dei dubbi sulla mia relazione (sono fidanzato da 5 anni e convivo da 2, ma non sono sicuro di voler passare tutta la vita con lei), fino a quando, a marzo di quest' anno, ho capito che la depressione era maledettamente tornata.
così sono tornato dal neurologo che mi ha prescritto nuovamente daparox unitamente, per i primi 20 giorni, al deniban 50mg (mezza compressa al giorno).
Inoltre sto vedendo una psicoterapeuta (sono a 4 sedute, ma sembra il percorso richieda un anno e più da quanto mi dice lei, un tempo enorme!).
il problema è che anche se sto prendendo il daparox da un mese (20 gocce), continuo ad avere problemi enormi di concentrazione.
l'umore è migliorato (anche se continuo ad avere momenti "pensierosi"), ma il problema della concentrazione proprio non mi abbandona.
presto poca attenzione a ciò che mi viene detto, spesso dimentico le richieste del tipo "quando hai finito di parlare tu al telefono con quella persona, passamelo", e sento continuamente canzoni nella testa.
quest'ultima cosa in particolare è tremenda. cerco di non pensare alla canzone, di rimane focalizzato su un pensiero, ma niente, la canzone è sempre lì in sottofondo nella mia testa. e sono le canzoni più disparate, da quella che ascolto alla radio, a quella che mi viene in mente casualmente, a quella che nel testo ha una parola che ho sentito.
possibile dipenda dalle medicine? ne ho parlato con il neurologo il quale mi dice di prendere 5 gocce la mattina e 5 gocce la sera di alprazolam.
ma veramente è l'ansia a giocare questi scherzi?
sono preoccupato dall'avere qualcosa di più grave a livello nervoso. (ho fumato hasish per 15 anni piuttosto continuativamente, fatto uso di cocaina per 4 anni e qualche volta preso ecstasy durante serate a ballare).
c'è un esame che posso fare per testare le mie capacità di concentrazione/memoria?

[#1] dopo  
Dr. Francesco Saverio Ruggiero

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
AVELLINO (AV)
ISCHIA (NA)
TARANTO (TA)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2003
Prenota una visita specialistica
Non può fare nessun esame, il sintomo può dipendere dall’ansia e potrebbe migliorare con la prosecuzione della terapia.

Dr. F. S. Ruggiero

http://www.francescoruggiero.it
Dr. Francesco Saverio Ruggiero
http://www.francescoruggiero.it
http://www.psichiatra-psicoterapeuta.it

[#2] dopo  
Utente 414XXX

Sono preoccupato all’idea che non avrò mai più una vita normale. Rimarrò ansioso e tendente alla depressione a vita, con scarsa capacità di concentrazione. Con tutte le ripercussioni che questo avrà nella sfera lavorativa e relazionale.