Utente 380XXX
Buonasera,

soffro dal 2009 di attacchi di panico ed ansia; Adesso la mia è ansia generalizzata cronica ed ipocondria.
Se leggete i miei passati consulti potrete farvi un quadro generale più completo.
Da qualche mese, dopo un'anomalia rilevata in seguito ad un ECG, l'ansia è aumentata e l'ipocondria anche.
Ho eseguito: Ecocardiogramma, risonanza magnetica cardiaca con stress test, ecografia addominale, gastroscopia, analisi del sangue per reni, fegato, tiroide, emoglobina glicata, ed è sempre stato tutto nella norma, tranne appunto delle onde t invertite non specifiche nell'ECG.
Mi sono finalmente "convinto" di non avere niente, ma nonostante tutto l'ansia rimane ed i sintomi fisici pure, tra cui i più fastidiosi:
- Senso di testa leggera, confusione, occhi pesanti e confusi, guardo gli oggetti ma non riesco propriamente a vederli.
- Palpitazioni al minimo sforzo con conseguente ansia e testa leggera, con una sorta di "sfarfallio" nella zona del petto sx, come se il cuore battesse in maniera irregolare, ovviamente il tutto condito da una massiccia dose di ansia.
- Leggeri dolori saltuari al petto
- Senso di pesantezza dopo mangiato, con testa leggera
Ho iniziato la psicoterapia (EMDR) a gennaio ed ha dato sicuramente dei miglioramenti ma, nonostante sia consapevole che il percorso sia lungo e non lineare, a volte ho la sensazione di non riuscire a uscirne mai.
Prendi Pasaden gocce al bisogno che aiutano a calmarmi un pò.
Il mio psichiatra Italiano (vivo in Inghilterra) mi ha prescritto Cipralex 20mg.
Il medico generico qui in UK invece mi ha Sertralina da 20mg (senza nemmeno farmi vedere da un neurologo / psichiatra).
Al momento non ho ancora iniziato nessuna delle 2 cure perchè in passato ho provato psicofarmaci (che hanno funzionato) ma mi davano anche alcuni effetti collaterali sul piano sessuale, oltre a farmi sentire un pò un zombie.
La mia domanda infine è (sapendo che non c'è una risposta universale ma vorrei dei consigli sul da farsi):
Dovrei insistere con la cura psicologica per arrivare alla radice del problema o effettivamente iniziare anche la cura farmacologica?
A volte mi sembra di soffrire inutilmente perchè so che i farmaci mi daranno un sollievo, ma ho anche paura di sentirmi sempre stanco e con sonnolenza, il che influirebbe negativamente nella mia vita famigliare.
Inoltre, quale dei due farmaci sarebbe più indicato per il mio tipo di disturbo?

grazie

[#1] dopo  
Dr. Francesco Saverio Ruggiero

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
AVELLINO (AV)
ISCHIA (NA)
TARANTO (TA)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2003
Prenota una visita specialistica
Dovrebbe iniziare la terapia farmacologica ma non è possibile suggerire quale scegliere.


Dr. F. S. Ruggiero

http://www.francescoruggiero.it
Dr. Francesco Saverio Ruggiero
http://www.francescoruggiero.it
http://www.psichiatra-psicoterapeuta.it

[#2] dopo  
Utente 380XXX

Buongiorno Dottore e la ringrazio per la risposta.
Da due giorni mi sono deciso ed ho iniziato la cura con Sertralina per adesso a meta' dose da 25mg da aumentare dopo una settimana a 50mg e nel frattempo prendo 10 gocce di Pasaden 3 volte al giorno, da scalare dopo un mese.Mi rendo conto che a volte e' piu' una questione di "orgoglio" nel non prendere i farmaci quando magari alla fine e' una necessita'.