Utente cancellato
Gentili, assumo sertralina 50 mg/die da quasi due anni e ho da poco fatto dei vaccini. Nel corso dell'anamnesi svolta dall'assistente sanitaria ho mentito riguardo al fatto che assumevo sertralina perché l'infermiera presente é amica di mia madre che non é al corrente del fatto che assumo il farmaco. Vorrei sapere se l'infermiera del SSN ha accesso alla mia cartella clinica del medico di base, il quale naturalmente ha riportato riguardo all'assunzione del farmaco. Grazie e cordiali saluti.

[#1] dopo  
Dr. Francesco Saverio Ruggiero

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
AVELLINO (AV)
ISCHIA (NA)
TARANTO (TA)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2003
Prenota una visita specialistica
È una cosa sciocca mentire nel corso dell’anamnesi in quanto la stessa serve per capire se lei è idonea alla azione medica per cui viene svolta.

Le sue preoccupazioni sulla privacy non servono a nulla.

Chi svolge determinate attività è obbligato al segreto professionale e se non mantenuto lei può eventualmente rivalersi nelle sedi appropriate.


Dr. F. S. Ruggiero

http://www.francescoruggiero.it
Dr. Francesco Saverio Ruggiero
http://www.francescoruggiero.it
http://www.psichiatra-psicoterapeuta.it

[#2] dopo  
495268

dal 2018
La ringrazio per aver espresso la sua opinione. Tuttavia mi premeva sapere se il personale sanitario diverso dal mio medico di base e dal mio psichiatra abbia accesso o meno ai miei dati clinici. Cordialmente.