Utente 455XXX
Caso un po' particolare il mio, dopo diversapprocci terapeutici ( fluoxetina, trozadone, mitarzipina, amiltriptilina tutti senza l' effetto antidepressivo sperato) assieme a litio e topiramato. Ritrovo la vita con la vortioxetina, pensieri negativi scompaiono, come la propensione ad essere pessimista, sono meno distratto, ritrovo la concentrazione ecc... Questo per circa sei mesi quando inizia una fase in cui tutto continua così ma si fa presente una forte sonnolenza diurna e forti dolori alle gambe. Ne parlo con lo psichiatra. ( mi da integratori ,ne riparlo altri integratori) Analisi del sangue (tiroide, fegato, reni, tutto nella norma) dolore continua sempre più insopportabile. Non passa con antinfiammatori. Passo al fai da te. Inizio a prendere Elontril 300mg risolvo dopo un paio di settimane il problema della sonnolenza ma non quello del dolore alle gambe che continuo a gestire con tachidol. Che inizia a scemare il suo effetto. Io credo che questo dolore dipenda da gli anti depressivi ma non so a questo punto quale categoria prendere. Vortioxetina ≠ stimolatore e modulatore della seratonina (?) bupropione =inibitore del reuptake di dopamina e noroadrenalina (?) Non ho provato Reboxetina = inibitore selettivo noroadrenalina. Potrebbe essere d'aiuto?

[#1] dopo  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
PISA (PI)
VIGEVANO (PV)
ROMA (RM)
ALESSANDRIA (AL)
BRESCIA (BS)
LUCCA (LU)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile utente,

La diagnosi ?

Le terapie iniziali comprendevano litio, si direbbe quindi una sindrome bipolare. Se così fosse, si spiega il decorso sotto antidepressivi.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#2] dopo  
Utente 455XXX

Buongiorno dottor Piccini,
La diagnosi è disturbo bipolare nas.
Il punto è che il continuare ad ignorare questi miei reali forti dolori agli arti, mi sta portando ad abusare di corticoisteroidi e oppioidi e mi rendo conto che non posso continuare a lungo così e vorrei trovare una soluzione da solo visto che oramai tutto e psicosomatico sia per il mio psichiatra che per il mio medico di base. Se non prendessi farmaci nn riuscirei nemmeno ad andare a lavoro, e di mettermi in malattia nn se ne parla. La prego mi aiuti

[#3] dopo  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
PISA (PI)
VIGEVANO (PV)
ROMA (RM)
ALESSANDRIA (AL)
BRESCIA (BS)
LUCCA (LU)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Se è disturbo bipolare, una linea di trattamento antidepressivo, specialmente da solo, ne peggiora il decorso.
Quindi va riconsiderata la cosa, e messo un farmaco antibipolare. Il sintomo in sé, senza considerare questo, finisce che lo rincorre in maniera confusa, mischiando sintomatici con farmaci secondo una sua auto-selezione oltretutto, che non va bene perché segue una logica che non è quella medica.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it