Utente 262XXX
Buongiorno,

premetto che sono fisicamente in forma e in salute. Da quando ne ho memoria ho sempre controllato i miei stati emotivi di ansia, paura, rabbia e depressione attraverso ragionamenti rassicuranti.

La scorsa settimana ho dato le dimissioni per spostarmi su un nuovo lavoro(quello precedente era poco sano e incredibile stressante), è stato un giorno molto stressante in cui ho sofferto di insonnia. Il giorno seguente ho avuto un litigio professionale che, oltre alla situazione di stanchezza e stress in cui mi trovavo dal giorno prima, mi ha creato tanta rabbia interiore da farmi venire un forte mal di testa. Il male era localizzato nella parte frontale, con forte fitte (come delle strisce) sui lati, anestetizzazioe delle guance/gote e intorpidimento al naso.

Questo problema dura da più di 2 settimane.

Nonostante abbia risolto il problema con scuse da parte di entrambi, mi trovo in una condizione in cui sono sempre teso. Ho muscolatura rigida facciale e collo, apnea respiratoria, grande distrazione e poco focus, stato di allerta costante, mal di testa da moderato a molto forte e pericoloso (difficoltà a concentrarmi sulla guida). Difficoltà a parlare, fare un ragionamento elaborato, insicurezza, concentrazione/interesse su argomenti parlati o da svolgere. Il tutto dovuto al mal di testa localizzato che mi viene nelle ore centrali della giornata fino a sera.

Come trattamenti in corso ho il Sonirem che utilizzo per dormire, 13/15g ogni sera da 5 mesi circa. Quando lo prendo mi rasserena e riprendo una tranquilla mentalità. E però idicato per dormire ed ogni attività che svolgo dopo averlo preso fino a prima di coricarmi ho difficoltà a ricordarla.

Attualmente questa situazione mi pregiudica il corso ordinario della mia giornata.
Ho cominciato a prendere un antiinfiammatorio forte prescitto dal medico per il mal di testa, con pochi risultati. Dato che il mal di testa è probabilmente causato dall'ansia, mi è stato prescritto lo Xanax (farmaco alternativo). 5g al pomeriggio però mi danno sonnolenza e rilassano il corpo creandomi la necessità di dormire.

Mentre dato che il Sonirem mi rilassa mentalmente e mi fa sentire tranquillo (con però gravi effetti collaterali se usato da sveglio), esiste un farmaco che agisca sulla mente e rilassi senza influire sul rilassamento fisico o memoria?

Ne vorrei discutere con il mio medico una vostra proposta.
Attualmente mi ha prescritto un'altro tipo di antiinfiammatorio (consigliato per gli emicranici) è consigliato di riprovare lo Xanax. In aggiunta da fare una radiofrequeza che se risulterà negativa una conseguente una TAC. Anche se mi sembra esagerato. Dato che sono consapevole sulle cause e su quale sarà in futuro la soluzione. Non sarebbe più consigliato un farmaco temporaneo rilassante solo per la mente (contro ansia e blocco del pensiero) o che aumenti la concentrazione (ansia diminuita ma difficoltà residua nel concentrarmi)?

Grazie.

[#1] dopo  
Dr. Francesco Saverio Ruggiero

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
AVELLINO (AV)
ISCHIA (NA)
TARANTO (TA)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2003
Prenota una visita specialistica
Un trattamento deve prevedere un inquadramento corretto.

Un dolore frontale può avere anche diverse cause.

L’irradiamento del dolore segue inoltre uno dei nervi cranici che potrebbe essersi infiammato indipendentemente dall’arrabbiatura.

Invece gli altri sintomi che descrive sembrano essere più sonatici e legati alla sua preoccupazione.

Vanno valutati i diversi aspetti e trattati in modo adeguato senza sintomatici.

Dr. F. S. Ruggiero

http://www.francescoruggiero.it
Dr. Francesco Saverio Ruggiero
http://www.francescoruggiero.it
http://www.psichiatra-psicoterapeuta.it