x

x

Paroxetina 5 mg

Salve, sono una ragazza di 24 anni. Mio padre è morto improvvisamente due mesi fa di infarto fulminante e siccome non riuscivo ad alzarmi più dal letto per via di ansia e depressione il medico di base mi ha prescritto Sereupin, dovevo iniziare con 10 mg e poi arrivare a 20 mg dopo una settimana. Avevo curato gli attacchi di panico forti avuti qualche anno fa con lo stesso farmaco. Ho iniziato ad assumere 10 mg e stavo veramente malissimo, accusavo movimenti involontari, tachicardia, ansia forte, confusione mentale. Allora il medico mi ha detto di mantenerne 5 mg. Con 5 mg sono riuscita ad alzarmi dal letto, a parlare di più con le persone, a riprendermi un po', a mangiare senza avere il nervoso allo stomaco e nonostante l'ansia in certe situazioni ci sia non è debilitante. Mantenere 5 mg è un dosaggio troppo basso? Su internet leggo che fa più male che bene prendere antidepressivi a dosaggi bassi ma a me sta aiutando, a parte un po' di nausea come effetto collaterale.
Cordiali saluti
[#1]
Dr. Matteo Pacini Psichiatra, Psicoterapeuta, Medico delle dipendenze 39,4k 921 271
Non è che fa più male che bene, è che non funziona tipicamente.
E' corretto iniziare con poco, ma poi si sale piano e si arriva alla dose efficace, che in questo caso sarebbe 20 mg o più.

L'impatto iniziale è perché sotto c'è il cervello nello stato che corrisponde al panico, e toccato con la paroxetina all'inizio può produrre sintomi ancora più intensi, ma ovviamente l'effetto finale è invece l'opposto.

Io mi farei seguire nuovamente dal medico in un adeguamento dose, o se necessario da uno specialista. Il farmaco può anche poi non essere la paroxetina, ma comunque il principio è lo stesso.

Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it
Libri: https://www.amazon.it/s?k=matteo+pacini&__mk_it_IT=%C3%85M%C3%85%C5%BD%C3%95%C3%91&ref

[#2]
dopo
Utente
Utente
Il mio medico di base mi ha detto che 5 mg andavano bene, cioè un quarto della pastiglia. Non vorrei assumerne di piú. Lei dice che non hanno effetto? Perché io mi sento migliorata..
[#3]
Dr. Francesco Saverio Ruggiero Psichiatra, Psicoterapeuta 37,1k 888 56
Assumere un quarto di compressa oltretutto non garantisce che la dose assunta sia effettivamente di 5 mg pertanto anche la modalità di assunzione rischia di non essere efficace oltre il dosaggio troppp basso per avere effetti terapeutici.


Dr. F. S. Ruggiero

http://www.francescoruggiero.it


https://wa.me/3908251881139
https://swite.com/psychiatrist72

[#4]
dopo
Utente
Utente
Allora se interrompo l'assunzione la situazione è uguale a questa?
[#5]
Dr. Francesco Saverio Ruggiero Psichiatra, Psicoterapeuta 37,1k 888 56
Qualsiasi modifica va concordata con il prescrittore non on line
[#6]
Dr. Matteo Pacini Psichiatra, Psicoterapeuta, Medico delle dipendenze 39,4k 921 271
A parte il discorso paradossale, cioè pensare che se un farmaco è troppo poco, di interromperlo... Ma come dice il collega deve sentire il suo medico, o meglio ancora uno specialista.
[#7]
dopo
Utente
Utente
Ovviamente la mia era una domanda generale, non stavo chiedendo tramite consulto online se interrompere o meno di assumere il farmaco. Voleva significare se una dose così bassa essendo da voi detto non essere una dose terapeutica non desse benefici quanto non assumerne del tutto. Contatterò sicuramente il mio medico come ho sempre fatto per tutti i farmaci.
Vi ringrazio per l'attenzione prestatami.
Cordiali saluti.
[#8]
Dr. Matteo Pacini Psichiatra, Psicoterapeuta, Medico delle dipendenze 39,4k 921 271
Una dose così bassa non impedisce al disturbo di esprimersi. Così come un antibiotico non funziona a qualsiasi dose.
[#9]
Dr. Francesco Saverio Ruggiero Psichiatra, Psicoterapeuta 37,1k 888 56
In ogni caso la dose insufficiente non implica che lei non assuma nulla.

Con la divisione ad un quarto di compressa in teoria potrebbe assumere da 0 a 20 mg senza saperlo ogni giorno.

Cos'è l'ansia? Tipologie dei disturbi d'ansia, sintomi fisici, cognitivi e comportamentali, prevenzione, diagnosi e cure possibili con psicoterapia o farmaci.

Leggi tutto