Utente 453XXX
Salve,
Mi vergogno pure a scrivere.
Ho riiniziato la cura ( daparox, vagostabil e brioplus) che avevo drasticamente interrotto ad agosto.
I miei sono stanchi di vedermi soffrire e lo sono pure io.
Piango tutti i giorni, con pensieri suicidari e ultimamente crisi di ansia .
Non provo più piacere in nulla.
Tra un mese andró da uno psichiatra perchè frequento un corso professionale, anche se mi sento triste e non mi distrae.
È da Marzo che l ho lasciato.
Ma non passa. Sto malissimo .
È un male che mi scava dentro e mi fa stancare.
Se me ne fregassi di lui starei bene. Invece no ...è sempre presente.
Gli uomini non mi interessano non provo nessuna attrazione. Ogni tanto penso a fare l amore con lui. Ma appena finito il pensiero e arrivata all eccitazione mi sento angosciata.
Il mio dilemma ê ancorA sapere se lo amo o no.
Gli ho detto che è finita.
Ma entrambi non l abbiamo accettato.
Stavo male prima e adesso. Lui so che si informa tramite altri sul mio stato di salute .
Io ora sono da mia zia, in una casa di campagna e la mia angoscia sale. Odio la campagna. Lui è un imprenditore agricolo( il mio ex) molto intelligente e acculturato.
Ma già gli dissi che non avrei mai abitato in campagna. E ora che ci sono per breve tempo non riesco a stare tranquilla...mi fa schifo. Non voglio morire, voglio smettere di soffrire.
Se lui dovesse frequentarsi con qualcun altra io ne morirei.
Però la forza di stargli accanto non ce l ho.
Il mio sogno è guarire, stare bene.
Ma non nego che il mio più grande sogno non è trovare l amore per forza,perchè non l ho cercato mai, ma è amare lui.
Forse sto sbagliando tutto.
So solo che la morte non è la soluzione anche se ne ho il desiderio.
Ce la farò secondo voi? Le medicine non basteranno.

[#1] dopo  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
PISA (PI)
VIGEVANO (PV)
ROMA (RM)
ALESSANDRIA (AL)
BRESCIA (BS)
LUCCA (LU)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Presumo che se la cura è stata confermata, fino ad Agosto le facesse bene. Che le medicine non basteranno è un pensiero gratuito, esistono perché è il contrario, servono e spesso bastano anche. Ma è inutile ragionarci ora, ora il cervello le fa fare un solo ragionamento.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#2] dopo  
Utente 453XXX

Grazie ...Dr Pacini... Vede, dopo che ho scritto mi sono addormentata ma mi sono svegliata in preda all angoscia, ad un forte senso di terrore, come se stessi per impazzire. Sono giovane! E ho paura di non farcela... Di finire imbottita di farmaci mentre gli altri si fanno la loro vita.
Io spero di trovare la serenità

[#3] dopo  
Utente 453XXX

Aggiungo che la cura l ho iniziata da 4 giorni.
Il mio cervello è molto stanco.
A marzo quando l ho lasciato la cura la facevo sballata ... Ho diminuito le dosi di testa mia. Ho sofferto anche in quei mesi e prendevo 10 gocce di daparox , cosa sbagliata a parere del mio neurologo. Durante la cura sembrava che mi ero stabilizzata. A volte mi sento un idiota mi creda.
Ho una cara famiglia, un fratello che mi vuole bene. Gli amici cercano di tenermi su.
Ma sono troppo ssnsibile ormai.
Mi viene da piangere anche solo se sento che qualcuno deve sposarsi...evito di uscire con coppie di fidanzati.e mi da fastidio anche solo lo sguardo di un uomo.
Mi sento un incapace.
Alcuni mi dicono che le medicine ti fanno diventare scema e che devo affrontare le mie paure. Altri mi dicono che il mio cervello sta falsando tutto e con l aiuto delle medicine starò meglio.
So che nessuno detiene un medicinale per la felicità. Però ho paura di stare cosi per sempre.

[#4] dopo  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
PISA (PI)
VIGEVANO (PV)
ROMA (RM)
ALESSANDRIA (AL)
BRESCIA (BS)
LUCCA (LU)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
"Alcuni mi dicono che le medicine ti fanno diventare scema e che devo affrontare le mie paure. "

Menomale che il medico invece ragiona di medicina.

Anche Lei affronta le sue paure, tuttavia quando si sta male affrontarle non risolve niente, anzi può peggiorare l'umore sul momento. Quindi è bene riposarsi e curarsi.
Inoltre, le paure di quando uno sta male possono apparire impossibili da affrontare, giganti, infinite, derivanti da problemi che tanto rimarranno. E sono pensieri fasulli, che quando si sta bene non si hanno.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#5] dopo  
Utente 453XXX

Grazie.
Spero di riuscire. Buone cose a lei dottore.
Una buona serata