Utente 508XXX
Salve volevo chiedere un consulto.
Assume xanax 10 gocce 3 volte al giorno, per attacchi d ansia che mi portani battiti del cuore accellerati.
Fatti gli accertamenti cardiologici del caso, per fortuna negativi, volevo chiedere se potevo assumere pasticche di biancospino che a quanto pare diano benefici sul regolare batitto del cuore.
Posso farlo prendendo xanax o ci sono interazioni/controindicazioni ?
E se si, a distanza di quanto?,

[#1] dopo  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
PISA (PI)
VIGEVANO (PV)
ROMA (RM)
ALESSANDRIA (AL)
BRESCIA (BS)
LUCCA (LU)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile utente,

Qui non è possibile dare indicazioni su cosa assumere. Se soffre di disturbo di panico, è opportuna una terapia specifica. Xanax è soltanto un sintomatico utile sul momento, e per un periodo limitato.
Il fatto che concentri la sua attenzione su come gestire i battiti cardiaci conferma la diagnosi, ma appunto richiama l'attenzione sulla necessità di una terapia più mirata.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#2] dopo  
Dr. Francesco Saverio Ruggiero

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
AVELLINO (AV)
ISCHIA (NA)
TARANTO (TA)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2003
Ad oggi lei non ha ancora effettuato una visita psichiatrica per cui sarebbe opportuno che si faccia visitare da uno specialista per una valutazione specifica dei suoi disturbi ed un trattamento efficace.

Dr. F. S. Ruggiero

http://www.francescoruggiero.it
Dr. Francesco Saverio Ruggiero
http://www.francescoruggiero.it
http://www.psichiatra-psicoterapeuta.it

[#3] dopo  
Utente 508XXX

Grazie mille. Io im.realtà faccio psicoterapia, da circa 5, 6 mesi non.con risultati eccellenti, ma vorrei evitare visite psichiatriche perché non vorrei prendere medicine in tale senso.
In realta neanche xanax avrei voluto ed ho una forte voglia forte di scalare ed eliminare.
Mi hanno consigliato una terapia di tipo cognitivo comportamentale...vi risulta efficace?

[#4] dopo  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
PISA (PI)
VIGEVANO (PV)
ROMA (RM)
ALESSANDRIA (AL)
BRESCIA (BS)
LUCCA (LU)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
I risultati eccellenti consisterebbero nel fatto che non ha più attacchi né è allarmata dai suoi parametri corporei ?
Non sembra affatto.
Non sarebbe neanche strano, visto che il disturbo di panico ha una terapia farmacologica di riferimento.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#5] dopo  
Utente 508XXX

Mi scusi, intendevo dire NON ECCELLENTI appunto...

[#6] dopo  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
PISA (PI)
VIGEVANO (PV)
ROMA (RM)
ALESSANDRIA (AL)
BRESCIA (BS)
LUCCA (LU)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Ah, ok. In questo caso dicevo, niente di strano perché il disturbo di panico ha un trattamento di riferimento ben noto.
Certamente se parte con l'idea di escluderlo...
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#7] dopo  
Utente 508XXX

Giusto dottore, il fatto e che essendo una persona suscettibile può comprendere il perché eviterei farmaci di questo genere..
Detto ciò, leggo spesso che molte persone hanno fatto ricorso a questa terapia strategica/ cognitivo comportamentale, lei ritiene possa essere efficace?
Interrompere insomma il.percorso con la mia terapeuta (che è di indirizzo sistemico relazionale) ed intraprendere con.un altra terapeuta questa cognitivo comportamentale? Pensa ne possa trarre maggiori benefici?
Veda...nonostante la psicoterapia abbia messo in luce alcuni periodi della mia vita che probabilmente hanno contribuito alla mia condizione di adesso, non mi ha fornito però strumenti che posso usare per combattere quel momento di black-out..non so se sono chiaro...e mi scuso se mi sto dilungando nei vari post..mah sono confuso abbastanza.

[#8] dopo  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
PISA (PI)
VIGEVANO (PV)
ROMA (RM)
ALESSANDRIA (AL)
BRESCIA (BS)
LUCCA (LU)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Suscettibile in che senso ? Diffidente, magari, ma essendo farmaci fatti apposta per quella diagnosi, il nesso è che chi ha il panico e si cura sta meglio.

Dicevo, il panico ha una sua terapia farmacologica, tra l'altro non complicata.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#9] dopo  
Utente 508XXX

Beh suscettibile era un modo per evitare di dire "ho paura" di quel tipo di farmaci;
irrazionale me ne rendo conto per carità..
Quindi il prossimo passo sarebbe quello di incontrare un psichiatra, esatto?
La ringrazio, è stato molto gentile.

[#10] dopo  
Dr. Francesco Saverio Ruggiero

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
AVELLINO (AV)
ISCHIA (NA)
TARANTO (TA)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2003
5-6 mesi di “psicoterapia” per il trattamento di un disturbo di panico sono davvero troppi.

Sarebbe giunto il momento di fare una visita psichiatrica e non di “incontrare” uno psichiatra perché non da dando un appuntamento al bar
Dr. Francesco Saverio Ruggiero
http://www.francescoruggiero.it
http://www.psichiatra-psicoterapeuta.it

[#11] dopo  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
PISA (PI)
VIGEVANO (PV)
ROMA (RM)
ALESSANDRIA (AL)
BRESCIA (BS)
LUCCA (LU)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Decisamente sì
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it