Utente 669XXX
Salve. Mi chiama Martino ed ho la necessità di togliere qualche dubbio. Premetto che tanti anni fa, a causa di infiniti accumuli di stress psico-fisici, ho sofferto di attacchi di panico e ansia risolti, in parte, con cure e terapia. Con il passare degli anni, a causa di eventi scatenanti, 'la goccia che fa traboccare il vaso, questi si sono susseguiti ma sempre risolti con lo xanax e la flurexetina. Circa un mese fa,.dopo almeno due anni che non prendevo farmaci, a causa di eccessi di caffè, è stress vari, si è ripresentato il problema, ma questa volta colpendo fortemente la cervicale, stato di agitazione e dolori alla testa di origine tensiva. Premetto che ho 2 erniette c5-c6 e c6-c7, artrosi e rettilinizzazione del collo e quindi mi viene il dubbio se i disturbi sono la cervicale che inconsciamente mi scatena l'ansia o viceversa. Sto riprendendo lo xanax 0,25 mattina e sera e flurexetina la mattina, ho alti e bassi, ma.il dubbio mi assale. Emotivamente sto benissimo, non mi abbatto, ma i disturbi sono deprimenti. So di essere come una vaso rotto che anche se ben riparato, sempre rotto é, quindi, soggetto a rompersi anche con piccole sollecitazioni. Grazie

[#1] dopo  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
PISA (PI)
VIGEVANO (PV)
ROMA (RM)
ALESSANDRIA (AL)
BRESCIA (BS)
LUCCA (LU)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile utente,

Il disturbo ha una tendenza spontanea alla ricorrenza. L'identificazione dei fattori scatenanti non cambia sostanzialmente niente a livello terapeutico, ed è anche a posteriori.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#2] dopo  
Utente 669XXX

Grazie per la gentile risposta, ma il dubbio rimane: colpendo la colonna cervicale, può questo intensificare i disturbi?

[#3] dopo  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
PISA (PI)
VIGEVANO (PV)
ROMA (RM)
ALESSANDRIA (AL)
BRESCIA (BS)
LUCCA (LU)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Anche colpendo altro può intensificare, ma il punto è che spesso si identificano dei "possibili" fattori scatenanti con l'equivoco che poi il disturbo consista in quelli. Se sono fattori scatenanti, non sono il centro del disturbo.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#4] dopo  
Utente 669XXX

Grazie. Scusi per il ritardo nella risposta