Utente 514XXX
Buongiorno, la mia storia con ansia e panico è ormai di vecchia data, trattata sia con farmaci che con psicoterapia, non ho avuto grandissimi risultati, mi è rimasta infatti la pura della paura quando mi allontano dalla zona di confort, nonostante siano strade o zone fatte mille volte.
E' un blocco che purtroppo per adesso non riesco a superare...
Ultimamente si sono aggiunte contratture a livello cervicale che nei giorni in cui sono più presenti mi mandano in tilt perchè mi creano forte debolezza e senso di svenimento innescando il circolo vizioso dell'ansia...
Radiografia non ha riscontrato nulla, il fisioterapista mi conferma essere solo forti tensioni accumulate su trapezi, spalle e collo che mi creano questi disturbi.

Come posso risolvere, per quanto convivo ormai con la problematica dell'ansia e pur gestendola, quando mi capitano queste giornate di "cervicale" vado in tilt perchè mi fa sentire spossato, debole e a volte come se dovessi svenire...

Grazie in anticipo a chi potrà rispondermi e in qualche modo darmi qualche suggerimento

[#1] dopo  
Dr. Francesco Saverio Ruggiero

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
AVELLINO (AV)
ISCHIA (NA)
TARANTO (TA)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2003
Prenota una visita specialistica
L’ansia va curata in modo appropriato non può essere gestita in modo indipendente.


Dr. F. S. Ruggiero

http://www.francescoruggiero.it
Dr. Francesco Saverio Ruggiero
http://www.francescoruggiero.it
http://www.psichiatra-psicoterapeuta.it

[#2] dopo  
Utente 514XXX

Sto seguendo un percorso psicologico e farmacologico come scritto in precedenza, la domanda era su questo carico su muscoli cervicali che manda in tilt causa debolezza e sintomi vertiginosi, il lavoro e la cura farmacologica

Saluti