Utente 479XXX
Mi scusi, gent. Dr. Martiadis, ho letto questo suo articolo https://www.medicitalia.it/minforma/psichiatria/219-effetti-sessuali-degli-antidepressivi.html
e mi sembra ci sia un paradosso nell'articolo poichè prima vi è scritto che spesso si ottiene un miglioramento con la riduzione del dosaggio alla dose minima efficace, subito dopo che i problemi sessuali indotti da ssri non sembrano essere dose-dipendenti e possono pertanto insorgere anche a bassi dosaggi.
Quindi, il dosaggio c'entra o non c'entra ?

Glielo chiedo perchè io sono sensibile agli effetti negativi sessuali (meno libido - meno erezione - meno piacere nell'atto sessuale - meno sensibilità - meno coinvolgimento) derivanti dagli ssri - snri (assunti in passato) anche a dosi standard,
adesso invece da quasi 6 mesi sto assumendo 10 mg di vortioxetina e gli effetti negativi sessuali sono abbastanza minori e meno marcati di quelli che ho subito (pur essendo più giovane) in passato con altre molecole.
Il punto è che ho dovuto cambiare dottore e quest'ultimo dice che ho necessità di 15 o addirittura 20 mg (nonostante io con 10 mg sto sufficientemente bene) e il mio timore è che con l'aumento del dosaggio aumentino d'intensità e gravità anche gli effetti negativi sessuali.
Ho letto allora il suo articolo e non ho capito se il dosaggio incide o non incide.
Questo nuovo psichiatra dice che per evitare ricadute una volta terminata la cura e per curare con efficacia totale e non parziale la malattia, per almeno 6 mesi devo assumere il farmaco a dosaggio pieno (15 o 20 mg) e protrarre la cura per 24 - 30 mesi (magari con 10 mg dopo i sei mesi a dosaggio pieno) ............ sempre secondo lui inoltre, questa molecola non causa alcun problema sessuale nemmeno a 20 mg ma .... sarà vero?

Può darmi un cortese consulto gentilmente ? Grazie

[#1] dopo  
Dr. Francesco Saverio Ruggiero

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
AVELLINO (AV)
ISCHIA (NA)
TARANTO (TA)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2003
Prenota una visita specialistica
La risposta agli effetti collaterali è sempre variabile.

Gli studi sulla vortioxetina indicano una minore incidenza di effetti collaterali sessuali ma non l’assenza di essi.

La presentazione è anche dose-dipendente.

Dr. F. S. Ruggiero

http://www.francescoruggiero.it
Dr. Francesco Saverio Ruggiero
http://www.francescoruggiero.it
http://www.psichiatra-psicoterapeuta.it

[#2] dopo  
Utente 479XXX

Grazie per la cortese e celere risposta, gentile Dr. Ruggiero.

Capisco che la risposta è variabile da paziente a paziente ma il fatto che io in passato ho sempre avuto effetti negativi sessuali vuol dire che sono particolarmente sensibile a questi effetti collaterali ?

Inoltre, mi scusi, ma quando lei dice che la presentazione è anche dose-dipendente, vuol dire che anche la gravità e l'intensità degli effetti negativi sessuali dipende dal dosaggio ?
Cioè se con 10 mg la mia libido (e tutto il resto) ne risente in maniera lieve e accettabile, essa (la libido & company) può diminuire qualora avessi necessità di assumere 15 mg e ancor di più assumendo 20 mg ?

Cordiali saluti

[#3] dopo  
Dr. Francesco Saverio Ruggiero

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
AVELLINO (AV)
ISCHIA (NA)
TARANTO (TA)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2003
Solitamente un effetto collaterale che si presenta ha delle caratteristiche note e statisticamente valutabili.

Non parlerei di gravità, in quanto non si discute la permanenza in vita.

Il fatto che abbia avuto effetti collaterali di tipo sessuale la predispone a poterne avere.

Il farmaco, comunque, ha un meccanismo di azione differente e potrebbe non avere effetti sulla sfera sessuale.
Dr. Francesco Saverio Ruggiero
http://www.francescoruggiero.it
http://www.psichiatra-psicoterapeuta.it

[#4] dopo  
Utente 479XXX

Gentile Dr. Ruggiero, mi perdoni, perchè non si può parlare di gravità (durante tutto il periodo di assunzione ..... non anche dopo)? Una molecola ad esempio può abbassare la libido solo di poco o di tanto, dunque non vi è un diverso grado di gravità/intensità dell'effetto collaterale?
O sto sbagliando ragionamento?

Ad ogni modo, se collego due aspetti, cioè che con 10 mg di vortioxetina gli effetti negativi sessuali che avverto sono lievi e che, come mi ha spiegato lei, questa molecola ha una meccanismo di azione che può non avere effetti sulla sfera sessuale, mi viene allora un "sospetto" per il quale le chiedo lumi, cioè:
- può essere allora che la mia un pò scarsa libido (e ciò che ne consegue, cioè un'erezione non totale - un piacere sessuale e sensazioni minori ecc.) non sia causata dalla molecola ma sia dovuta alla depressione non curata al 100% dai 10 mg di brintellix ??
E se questo ragionamento può essere preso in considerazione, allora sarebbe assurdo pensare che con 15 mg (che vuole farmi assumere il nuovo Psichiatra) la mia libido invece di peggiorare, migliorasse proprio grazie al fatto che andremmo a curare con più efficacia la depressione ?
Posso domandarle se nella sua esperienza clinica, ha avuto (col brintellix ma magari anche con altre molecole) pazienti che hanno visto migliorare la loro vita sessuale (riguardo libido - piacere orgasmico - sensazioni ecc. ecc.)? Oppure sto vaneggiando ?

La ringrazio per la disponibilità ad aiutarmi a capire e fugare i miei dubbi.
Cordiali saluti e buone feste.