Utente 131XXX
Gent. Dottori,

Vi scrivo perché soffrendo di ansia ed essendomi stato diagnosticato DOC, il mio psichiatra ha recentemente cambiato l'antidepressivo da assumere. Sono passato da Sertraline 25mg a Remirta 15mg (mirtazapine), questo ultimo da assumere alla sera prima di coricarmi.
La ragione per cui ho iniziato a essere seguito dal medico era il disturbo ossessivo compulsivo, un anno fa, che a volte risultava essere troppo fastidioso (ossessioni o calcoli ripetuti che potevano durare anche parecchie ore). Disturbo che è stato sempre presente in una qualche forma, spesso blanda, da quando avevo circa 8/9 anni.

Il disturbo e' migliorato indubbiamente da quando sono seguito, ma forse sarei migliorato anche senza assumere medicine. Ho attuato alcuni cambiamenti nella mia vita che probabilmente mi avrebbero portato lo stesso a stare meglio. Non so, ad esempio ho smesso di vivere in Belgio e mi sono trasferito a Malta (miglior clima, gente piu' calorosa...).

Il problema del disturbo del sonno in ogni caso, a prescindere dall'antidepressivo assunto, non è stato mai veramente risolto. Soprattutto durante i periodi di stress, anche durante l'assunzione di Sertraline a dosaggi superiori (50mg o 100mg). Evidentemente il problema stava altrove. O no?

Ne parlai col medico che mi prescrisse Nordiril o un nome del genere (antipsicotico leggero da prendere alla sera). Mi rifiutai di assumerlo, mi sembrava una soluzione troppo forte per il mio problema. E secondo me ho fatto bene a non prenderlo.

Continuando con Sertraline ad un basso dosaggio da assumere la mattina, dopo altri 6 mesi, nel corso di un nostro appuntamento, esattamente poche settimane fa, dopo aver spiegato nuovamente che Sertraline non funziona per farmi dormire bene la sera, il medico cambia prodotto e prescrive Remirta 15mg.

Adesso la qualità del sonno risulta essere migliorata, anche se a volte accuso leggera sonnolenza durante il giorno.
Le domande che io mi pongo e vi pongo sono due:

1) se volessi interrompere l'uso di Remirta 15mg potrei farlo tranquillamente dall'oggi al domani o dovrei seguire un qualche metodo particolare?
2) Siamo sicuri che questi antidepressivi a lungo andare non generino dipendenza fisica e psicologica ? SIamo sicuri che stia seguendo il percorso farmacologico corretto?

Forse per stare bene potrei ottenere buoni risultati anche solo grazie a un'attività fisica regolare e con della psicoterapia.

Sinceramente il fatto che lo psichiatra mi prescriva Sertraline spingendomi ad aumentare la dose fino a 150 mg (mai voluta assumere a quel dosaggio, grazie al cielo) e poi mi aggiunga Nordiril (mai assunto) per poi in fine sostituire Sertraline con Remirta, mi fa pensare che non possa fare totalmente affidamento sui consigli del medico. Questa è la mia sensazione.

Quello che mi sento di dire oggi è che gli antidepressivi sono solo un palliativo che copre un problema più profondo, dovuto alle cause più disparate.Sono questi i problemi che vanno risolti.

[#1] dopo  
Dr. Francesco Saverio Ruggiero

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
AVELLINO (AV)
ISCHIA (NA)
TARANTO (TA)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2003
Prenota una visita specialistica
Lei stabilisce di auto gestire la terapia, non assume le terapie prescritte, ringrazia il Cielo e la sua forza di volontà per fare proclami inutili sulla sua situazione.

Liberissimo di fare tutto ciò senza l'avallo on line di alcuno.


Dr. F. S. Ruggiero

http://www.francescoruggiero.it
Dr. Francesco Saverio Ruggiero
http://www.francescoruggiero.it
http://www.psichiatra-psicoterapeuta.it

[#2] dopo  
Utente 131XXX

.