Utente 522XXX
Buonasera,


Per un problema di insonnia grave, sono finito a prendere psicofarmaci con una diagnosi di depressione maggiore.


A distanza di anni sono dipendente da antidepressivi e ansiolitici e sento che il mio naturale diritto alla vita sia negato dal volere di medici che non fanno il loro lavoro dicendomi come togliere questa dipendenza.


Mi sono rivolto ad enti pubblici e privati ma questa branca della medicina sembra non avere un senso. Non ho intenzione di denunciare ma vorrei stare bene, è possibile rivolgermi ad un altro specialista che non sia psichiatra/neurologo ma una persona sana di mente e non interessata maniacamente soltanto ai soldi?

Ringrazio in anticipo.

Terapie provate:

Delorazepam
Mirtazapina
Sertralina
Paroxetina
Benzodiazepine
Fluoxetina
Triptofano

Terapia attuale

Mirtazapina
Sertralina
Benzodiazepina

[#1] dopo  
Dr. Paolo Carbonetti

28% attività
20% attualità
16% socialità
VITERBO (VT)
TERNI (TR)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2008
In realtà non esiste una dipendenza da antidepressivi. Gli antidepressivi si prendono per curare un episodio depressivo. In molti, anzi moltissimi casi, avviene poi che se si lascia la cura la depressione ritorna, ma questo non significa dipendenza, ma bisogno, o necessità, di prendere questi farmaci per stare bene. E' la stessa identica cosa che avviene con il diabete, con l'ipertensione arteriosa, con l'ulcera, e con tante altre malattie mediche. Per fortuna tutti questi farmaci esistono, altrimenti avremmo una aspettativa di vita più bassa e i reparti psichiatrici dovrebbero avere 100 letti invece di 15.
Dr. Paolo Carbonetti
Specialista in Psichiatra
Specialista in Psichiatria Forense
Viterbo-Terni-