x

x

Ansia generalizzata accompagnata da sintomi strani

Buon giorno,
i nel 2011 fa ho sofferto di attacch di panico, alla quale sono volata al prontosoccorso, temendo di morire da un momento all'altro,
sono stata in cura da una psichiatra con terapia paroxetina da 35 mg associata a 10 gocce di tavor.
dopo mesi di lunga, lotta con me stessa, sono stata bene per due anni, poi su richiesta del mio psichiatra ogni 15 gg toglievo di 5mg paroxetina e ogni giorno una goccia di tavor. fino ad arrivare a 10 mg, sostituibili in formulazione goccie. anno 2017
Fino a qui tutto bene, tranne qualche episodio strano, ma risolvibile. Ogni mese scalavo di una goccia.
Il mio problema è questo: da ottobre 2018 sono arrivata a una goccia. a gennaio 2019 a meta' mese ho cominciato ad avvertire di nuovo gli attacchi di panico accompagnati a nausea, e sudorazione e tremolii.
Prenotai una visita dal mio psichiatra, raccontando il fatto ,mi disse che era partita un'altro episodio di ansia associato a depressione. Allora su consiglio suo, decide di alzarmi ogni tre giorni la dose da 1 a tre,ora sono arrivata a 9 gocce, quello che mi chiedo è: ogni giorno accuso sintomi strani, non mi sento nel corpo, faccio fatica a ricordare le cose appena fatte o perlomeno solo a ricordare le sento confuse, al mattino quando mi sveglio sono accompagnata da sintomi strani, paura di andare al lavoro, difficolta' a pensare, e sensazione di non essere nei luoghi, oppure non esserci mai stata. Tutto questo mi genera solo paure e ansia, non sono tranquilla, vivo la giornata in costante allarme, perchè non mi sento bene. Parlando con il psichiatra, dice che è tutto normale, vuol dire che il farmaco sta funzionando.
Invece la mia paura è che è proprio il farmaco che non funziona, che non faccia piu effetto, che sia assuefatta, e stia subendo i sintomi da sospensione. Ma puo' un farnaco dopo 7 anni anni non fare piu' effetto? Da che la prendo da 7 anni non ho mai avuto questi sintoni in terapia. Sono tutti diversi.
Inoltre al bisogno per togliere certi fastidi mi ha prescritto tavor. Non sento differenza quando l'assumo.
Chiedo un parere personale.
Grazie
[#1]
Dr. Francesco Saverio Ruggiero Psichiatra, Psicoterapeuta 37.7k 898 61
Il dosaggio di farmaco è basso per dare benefici ed andrebbe portato a dosaggio in tempi più brevi.


Dr. F. S. Ruggiero


http://www.francescoruggiero.it

https://wa.me/3908251881139
https://www.instagram.com/psychiatrist72/

[#2]
dopo
Utente
Utente
La ringrazio per la prontezza nel rispondermi.
Quindi lei mi sta dicendo che quello che sento è normale finché non raggiungo la dose efficace?
Per togliere questi disturbi il tavor al bisogno va bene? O va associato insieme al daparox?
[#3]
dopo
Utente
Utente
Buonasera, dottori,
sono arrivata a 10 gocce di daparox, a volte cerco di capire se tutto cio' che sento è normale, perchè mi sembra di essere capitata dentro in una sorta di effetti collaterali, oppure perchè il dosaggio è ancora basso, essendo una persona molto ansiosa, chiedo un parere da parte vostra,
se il farmaco assunto da 7 anni sempre fatto effetto, e riassunto per un secondo episodio, possa dare benifici come prima, oppure diversamente e che il mio corpo non abbia sviluppato una sorta di intolleranza alla molecola.
Sono molto preoccupata, il mio psichiatra a volte su certe domande sorvola.
Chiedo un consulto da parte vostra,
cordiali saluti

Cos'è l'ansia? Tipologie dei disturbi d'ansia, sintomi fisici, cognitivi e comportamentali, prevenzione, diagnosi e cure possibili con psicoterapia o farmaci.

Leggi tutto