Possibile ripassare da Clozapina & Rispedal a Zypadhera (Olanzapina liquida)?

Salve
Sto in terapia psichiatrica da 7 anni,
durante i quali ho avuto tre diverse diagnosi con diverse tipologie di cure:
schizofrenia paranoide cronica con esacerbazione acuta, psicosi ossessiva e (attualmente) disturbo ossessivo.
Durante tutto il mio percorso psichiatrico, sino ad oggi, ho consultato tre psichiatri.
Con i primi due dottori (psichiatra e neurologo), ho assunto dal 2015 al 2018, una terapia basata su fiala mensile di Zypadhera 405mg (Olanzapina iniettabile).Il neurologo mi aggiunse solo la Carbazepamina da abbinare allo Zypadhera.
Durante questo periodo,dopo poco più di cinque/sei mesi di Zypadhera (nel 2015), sono stato abbastanza bene per cui decisi d'intraprendere nel 2016 un lavoro in un Call Center della Polonia,dove ho reso bene un anno e tre mesi senza problemi.
Tuttavia, durante questa esperienza in Polonia, saltai negli ultimi mesi di permanenza, una fiala di Zypadhera mensile e la dottoressa polacca mi consigliò di assumere, nel frattempo, 5mg di Olanzapina orale al giorno.
Tornato in Italia, ho ripreso a riassumere le fiale mensili di Zypadhera ma non mi sentivo stabile mentalmente come prima.
Infatti mi sentivo diffamato in televisione,mi sentivo vittima di criminalità organizzata, passavo le ore disteso sul letto con paure e ossessioni e per questo, mio padre decise di cambiare specialista.
Mi sono rivolto quindi ad uno dei più considerati psichiatri della mia città,con il quale seguo oggi una terapia di Clozapina ,Risperidone e Gabapentin, rimuovendo radicalmente la terapia precedente
Durante lo svolgersi del 2018, questa terapia mi ha risollevato dal senso di pericolo che avevo prima, tuttavia mi comporta dei seri effetti collaterali, i quali a volte mi compromettono lo svolgere regolare della giornata.
Gli effetti collaterali più fastidiosi sono due: uno si basa su una fortissima debolezza che appare all'improvviso e mi colpisce i muscoli e l'altro
(notevolmente pericoloso) si basa su appannamento della vista, rigidità muscolare e forte senso di stordimento.
Quando sento queste emergenze sintomatiche, per far sì che si annullino gli effetti, ho bisogno di stendermi sul letto e riposare per diverse ore o talvolta sino al giorno successivo.
Questi effetti potrebbero portare seri problemi specialmente durante la guida o sul posto di lavoro
Quando in emergenza comunico questi effetti al mio attuale specialista, egli solitamente mi toglie o aggiunge parte di Clozapina o/e Risperidone durante il giorno,ma sostanzialmente la terapia non cambia,essa rimane infatti fissa con i farmaci: Clozapina,Risperidone e Gabapentin.
Ora vi domando:
1) Siccome ricordo che lo Zypadhera non mi causava i sopramenzionati e pericolosi effetti collaterali, sarebbe dannoso per me passare dall'ultima terapia allo Zypadhera, insomma il ritorno al precedente medicinale può essere fattibile?
2) Assumere diversi psicofarmaci per diversi anni, danneggia le facoltà intellettive?(apprendimento,memoria,concentrazione..)?
[#1]
Dr. Francesco Saverio Ruggiero Psichiatra, Psicoterapeuta 41.5k 1k 63
È evidente che la variazione è avvenuta perché il farmaco precedente non aveva più la stessa efficacia per cui eventualmente una rivalutazione di terapia dovrebbe richiedere altro.

L'uso continuativo di terapie è da considerarsi protettivo.


Dr. F. S. Ruggiero

http://www.francescoruggiero.it

https://wa.me/3908251881139
https://www.instagram.com/psychiatrist72/

[#2]
Utente
Utente
Gentile Dott. Ruggiero
La ringrazio per la Sua risposta
Volevo con Lei approfondire alcuni punti della mia precedente domanda
Si suppone che l'attuale terapia mi abbia risollevato dalla ricaduta, la quale ritenuta causata da una mancata iniezione di Zypadhera 405mg all'estero, e
dalla mancanza di un'adeguata sostituzione.
Tuttavia, mi preoccupo sul fatto che l'attuale terapia mi porti effetti collaterali (menzionati nel precedente post) i quali, in caso di svolgimento, mi compromettono lo svolgere regolare della giornata.
Inoltre, voglio evidenziare che nonostante i progressi dalla ricaduta, mi rimangono sostanzialmente delle ossessioni in cui m'immagino episodi ove i quali abbia responsabilità penale e ossessioni in cui rifletto sull'origine delle voci che agli inizi della patologia udivo .
Familiari e amici mi dicono che, in Polonia (durante assunzione di Zypadhera 405mg) stavo molto bene e aggiungo la mancata comparsa degli effetti in tal periodo e una mente più chiara e reattiva.
Per questo vorrei sapere se,a prescindere sulla vera efficacia,per quanto io sia assuntore di Clozapina e Risperidone,ritornare a Zypadhera 405mg mi sarebbe dannoso e sconsigliato?
Oppure potrei optare per una prova nel verificare ''nuovamente'' progressi e sintomi con la fiala mensile di Zypadhera 405mg?
Grazie per l'attenzione
Disturbi di personalità

I disturbi di personalità si verificano in caso di alterazioni di pensiero e di comportamento nei tratti della persona: classificazione e caratteristiche dei vari disturbi.

Leggi tutto