Utente 507XXX
Salve,

mi piacerebbe avere un'opinione da un esperto/a in merito ai comportamenti di mia nonna materna, classe '40, perché onestamente non capiamo se il suo comportamento sia frutto di qualche malattia degenerativa che sta sorgendo oppure se si tratta di altro.

Partiamo dal presupposto che del tutto "lineare" non lo è mai stata, anche in età giovanile (a sentire mia madre e mio nonno), anzi anche io ho notato particolari atteggiamenti non del tutto "incoraggianti"; sin da quando ero bambino.
Sbalzi di umore che spesso sfociavano in aggressività, oserei dire, violenta. Se poi si "focalizza" su un qualsiasi evento, che sia una persona che a suo modo di pensare "sbatta forte apposta" la portiera dell'auto nel parcheggio del condominio o che sia la vicina di casa con cui non ha buoni rapporti che "la spia e l'aspetta giù a mo' di sfida" (quando in realtà si sta facendo gli affari propri)...ecco che non c'è modo di farla ragionare in maniera razionale. Ed è in questi momenti che diventa del tutto intrattabile: è capace per andare avanti per ORE ed ORE, anche urlando, senza riuscire a distoglierla dalle sue "paranoie".

Non contiamo anche le varie commedie che ha fatto ai danni di mio nonno, con cui non era in buoni rapporti; spesso telefonava in piena notte a mia madre urlando come un'ossessa "mi sta ammazzando" quando magari avevano avuto un alterco. E mai l'ha toccata. Anzi, una volta capitò che in uno "scatto di ira" lo spinse contro una mensola procurandogli una ferita vicino all'occhio.
Ma imperterrita, in quei momenti di "buio mentale" la sentivi gridare, strepitare che invece era colpa SUA (di mio nonno).

Oggi si comporta pressoché con queste modalità, ma in maniera molto più drastica e cattiva; ed un giorno "di luna storta" porta a liti importanti con mia madre (divorziò con mio nonno, adesso non vivono più assieme) tant'è che ultimamente per un nonnulla scattava questo suo atteggiamento "paranoide", privo di alcun tipo di senno...se lei si mette in testa una qualsiasi "idea" ecco che continua per ore ed ore a parlarne con foga estrema. Io stesso la andai a trovare in quei momenti...era una persona priva di equilibrio: si arrabbiava, piangeva, non riusciva ad intrattenere un dialogo....ma nel giro anche di 24 ore eccola che "torna normale" e sembra non aver mai neanche pensato le cattiverie dette. Perché nei momenti di "follia" diventa anche molto "cattiva", priva di ogni filtro. Spesso, sempre in quei momenti, si scaglia contro mia madre con epiteti vari, ma senza motivo fondato. Per niente. Anche un finestrino abbassato genera una lita condita da insulti a raffica e male parole.
Dimenticavo: nei momenti di "squilibrio" sembra perdere l'udito. Quando invece "torna tranquilla" sembra riacquistarlo.

Scusate se sono stato prolisso. Ma ne abbiamo parlato col medico e ci è stato detto che lei "è sana come un pesce":

[#1]  
Dr. Francesco Saverio Ruggiero

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
AVELLINO (AV)
ISCHIA (NA)
TARANTO (TA)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2003
Prenota una visita specialistica
Una donna di questa età può sviluppare delle patologie tipiche dell'età senile nonché secondarie a patologie sottostanti non trattate.

È utile una valutazione globale di un geriatra che possa inquadrare meglio la situazione.


Dr. F. S. Ruggiero

http://www.francescoruggiero.it
https://wa.me/3908251881139