Sostituzione gabapentin con quetiapina per ansia

Gentili medici,

Assumevo Gabapentin per ansia generalizzata.

Al dosaggio di 300 mg due volte al giorno.

Avevo effetti collaterali( cefalea, anorgasmia, sonno disturbato, rabbia occasionale ) che non sono passati col proseguire della terapia.

In seguito mi è stato abbassato il dosaggio a 100 mg due volte al giorno ma l'effetto ansiolitico era scarso. La cefalea era sparita ma persisteva un sonno disturbato. Non so se forse occorreva più tempo a soli 200 mi al giorno per vedere un più deciso effetto ansiolitico.

Circa una settimana fa mi è stato sospeso gabapentin.

Ed al suo posto mi è stata prescritta Quetiapina rilascio prolungato 50 mg la sera.

Il mio curante è stato chiaro. È un uso off label come con il Gabapentin.

Mi spiegato che si tratta di un antipsicotico che a basso dosaggio ha uno spiccato effetto ansiolitico/sedativo e che migliora il sonno.

In seguito alla mia perplessità e paura( ho letto il foglio illustrativo) di assumere un antipsicotico mi ha rassicurata dicendo che al mio dosaggio non si verificano effetti collaterali neurologici tipo Parkinson e discinesia tardiva perché i recettori della dopamina vengono coinvolti pochissimo o quasi nulla.Io non ne capisco nulla di recettori ma ha anche detto che ce da preoccuparsi solo se si assumono dosaggi più alti tipici per le psicosi che io non ho e che questa molecola tra le tante è quella più sicura al riguardo.

Mi fido del mio curante però la paura persiste.

Vorrei un altro parere sulla terapia e sugli effetti collaterali, se nella vostra esperienza sono dose dipendenti.


Grazie in anticipo

Cordiali saluti
[#1]
Dr. Matteo Pacini Psichiatra, Psicoterapeuta, Medico delle dipendenze 43.7k 993 248
Gentile utente,

Non ho capito di quali effetti abbia paura, ma avendo già assunto come vedo dalla storia svariati farmaci di vario tipo, non capisco esattamente perché su questo debba porsi un problema generico.

Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it
Libri: https://www.amazon.it/s?k=matteo+pacini

[#2]
Attivo dal 2019 al 2019
Ex utente
Gentile Dr. Pacini,

La ringrazio per il suo intervento.


Ho timore degli effetti collaterali neurologici tipo parkinson e discinesia tardiva che sono ben menzionati nel foglietto illustrativo.

Poi sul web basta scrivere già solo "antipsicotico" per leggere svariati risultati in cui questa classe di farmaci viene associata a discinesia tardiva e parkinson.

Per non parlare anche di altri effetti collaterali tipo glicemia, colesterolemia, alterazioni valori ematici tiroide, prolattinemia ecc....

Penso sia comprensibile avere un certo timore.

Da qui la richiesta di un altro parere, di altre esperienze.
[#3]
Dr. Matteo Pacini Psichiatra, Psicoterapeuta, Medico delle dipendenze 43.7k 993 248
A me questa pare una lettura allarmata degli effetti in questione. Questi perché sono quelli in generale degli antipsicotici, non perché vi sia un motivo specifico.
Soltanto che una rassicurazione generica non ha molto senso, si risolverebbe in che cosa ? Una previsione del futuro ? La ripetizione delle statistiche note..
Peraltro cita effetti una parte dei quali sono comunque reversibili con la sospensione, mentre sembra che Lei ne sia indiscriminantamente preoccupata.
Ansia

Cos'è l'ansia? Tipologie dei disturbi d'ansia, sintomi fisici, cognitivi e comportamentali, prevenzione, diagnosi e cure possibili con psicoterapia o farmaci.

Leggi tutto