Utente 550XXX
Buongiorno/buonasera dottori.
Sono una ragazza che dal mese di marzo ha avuto un progressivo periodo di apatia totale senza alcun motivo plausibile, mi sento completamente vuota, niente mi stimola, i miei voti a scuola sono scesi nonostante io sia una ragazza che va bene a scuola, ho cominciato ad allontanare tutti ancora più del solito e passavo intere ore in modo passivo, magari a fare forme senza senso su un foglio oppure fissando un oggetto. Ho manie di grandezza riguardo la mia persona, mi sento superiore alle altre persone, mi sento una sorta di divinità sento che è giusto calpestare chi non mi serve più, perché tanto anche loro fanno così, gli esseri umani per me sono solo subdoli e si usano a vicenda come oggetti.
Odio chi ha le lacrime facili oppure chi è eccessivamente lagnoso. Manipolo gli altri senza alcun senso di colpa, ultimamente ho alcuni pensieri intrusivi che mi fanno pensare che qualcuno mi veda attraverso la fotocamera del mio cellulare, che qualcuno spia quello che dico oppure mi legge nella mente, ho paura di essere rapita, osservata o seguita.
Poi ho paura che le persone che vogliono essermi amiche in realtà penso abbiamo un secondo motivo e vogliono solo usarmi quindi li tengo a debita distanza. Sento presenze e mi sono interessata particolarmente all'esoterismo, sento di avere qualche dono in particolare ecco perché sento e vedo cose che non ci sono.
Sono sempre stata poco socievole ma da qualche mese a questa parte mi urtano tantissimo i rapporti umani ed ho spesso avuto almeno una volta al giorno instinti omicidi/suicidi.
Questo periodo di apatia durante il giorno è alternato dalle risate, rido senza alcun motivo magari guardando il soffitto o la finestra, finché non mi stanco di ridere e mi sento come risvuotata e ritorna l'apatia.
Solo con qualcuno in particolare riesco a mascherare la mia apatia solo in parte. Le persone a me vicine non hanno intuito nulla ma anche alcuni di loro ultimamente sono straniti dal mio comportamento. Mi danno fastidio le vedo inutili oppure utili in base alle circostanze. Quando non sono apatica ho sbalzi di umore continui. Ultimamente in alcuni momenti della giornata non sopporto più le voci delle persone, le urla, le parole, i suoni. Ho notato un cambiamento nel mio linguaggio e pensiero mi dimentico cosa dire, scrivere o fare. In passato ho avuto modo di frequentare una psicologa e una psichiatra dai 12 hai 15 anni per problemi di bullismo e autolesionismo.
Ero anche pienamente convinta di essere lesbica da tanti anni, invece adesso non so più chi sono, chi amare o come comportarmi mi sento ogni giorno diversa. Sono molto confusa, i miei pensieri sono confusi non so cosa e come pensare ad una sola cosa per volta.
Secondo voi devo agire? Ho qualche problema?
Non so se è utile ma non faccio uso di droghe ed in passato ero aggressiva, vivace e iperattiva. Adesso sono lenta, risposte semplici, fredda e molto calma niente mi fa particolarmente arrabbiare.
grazie cordiali saluti

[#1]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile utente,

Ci sono alcuni elementi che giustificano una valutazione psichiatrica. Sarebbe anche interessante sapere all'epoca che diagnosi erano state fatte e che cure aveva eventualmente seguito.

Non è chiara una cosa, per esempio:

"Sento presenze e mi sono interessata particolarmente all'esoterismo, sento di avere qualche dono in particolare ecco perché sento e vedo cose che non ci sono."

Se afferma che queste cose "non ci sono", evidentemente non può ritenere di avere doni, se mai di avere percezioni non reali/realistiche. Se invece intende dire che vede o sente cose che gli altri non vedono, e per gli altri non esistono, ma è convinta che esistano e di vederle solo Lei, è un altro discorso.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#2] dopo  
Utente 550XXX

Gli altri non sentono e vedono quello che vedo io, quindi è un dono probabilmente.
Non riesco più a vivere perché mi sento osservata da loro. Ho problemi a fare qualsiasi cosa, non riesco a pensare lucidamente e penso continuamente al suicidio. Quando avevo dodici anni non ho mai avuto una diagnosi, mi hanno fatto il test di Rorschach ma non ricordo sinceramente mi avevano detto che ero piccola. Mi avevano prescritto qualcosa che non ricordo per dormire e stare calma.

[#3]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
"Gli altri non sentono e vedono quello che vedo io, quindi è un dono probabilmente."

E perché probabilmente un dono ? Se uno vede e sente cose in autonomia, si parla di alterazione delle percezioni o di delirio. Che lo viva come dono o meno.

Se fa verificare la cosa, perché qui non si può stabilire con certezza, esistono cure.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#4] dopo  
Utente 550XXX

Quindi pensa che ci sia qualcosa che non vada? Sono ancora giovane.. mi chiedevo invece come alleviare le mie paranoie, è una cosa che passerà? Alcuni giorni si amplifica, mi sento osservata, ho paura che mi leggano la mente, che qualcuno origlia quello che io dico. Forse mi suggestiono però alcuni giorni è davvero impossibile. Grazie per le sue risposte.

[#5] dopo  
Utente 550XXX

Questa situazione mi crea problemi anche a relazionarmi. Penso costantemente che il mio partner mi tradisca. In un certo senso a volte provo amore a volte non sento nulla. A volte lui è perfetto altre è inutile. Riguardo alle amicizie ne ho davvero poche e superficiali, non riesco a provare empatia ed emozioni nemmeno per le persone che mi circondano, anzi sono arrivata al punto di non sopportare nessuno in particolare i bambini. Grazie.

[#6]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Io chiederei consulto ad un medico, si trattasse di fenomeni di tipo, diciamo così, allucinatorio, ci sono cure efficaci, che funzionano anche rapidamente.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#7] dopo  
Utente 550XXX

Per il resto invece? È nella norma. Comunque la ringrazio per essersi interessato

[#8]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Per il resto potrebbero essere comunque sintomi correlati, ma la diagnosi richiede comunque una visita. Non si tratta di fenomeni strani per uno psichiatra.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it