Utente 558XXX
Ho smesso di prendere gli amminoacidi per timore di sindrome serotoninergica, come indicato sulle avvertenze della Mirtazapina. Mi sono reso conto dopo tre giorni, ma in effetti - c'è il rischio di avere la sindrome a questi dosaggi? Mi chiedo anche perchè, se esiste un rischio, il warning presente sul farmaco non sia presente anche sull'integratore, dato che triptofano e ssri on ogni caso si "potenziano". Scusate non so usare un termine migliore.

[#1]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile utente,

Pur non essendo un ssri, vale come principio generale la raccomandazione. Si tratta di una raccomandazione relariva, si confronti quindi col suo medico poi. La mirtazapina di fatto si usa anche in associazione ad ssri, per dire.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#2] dopo  
Utente 558XXX

Grazie, non avevo capito che la mirtazapina non rientrasse nei farmaci ssri,anche perchè sul bugiardino si richieda al paziente (?) "Faccia attenzione quando prende Mirtazapina {...} e L-triptofano o triptani (impiegati per trattare l'emicrania).

Sarà anche una questione di dosaggi...
Diverso l'integratore e i farmaci sopra richiamati.

Il fatto che non ci siano avvertenze di questo tipo "a specchio" su qualsiasi cosa contenga triptofano, in particolare gli integratori, dovrebbe fare stare più tranquilli.

Comunque: sono stato tre giorni senza il mio quarto di mirtazapina e con una certa paura (ho iniziato a riprenderlo da ieri) gli amminoacidi essenziali sono nel cassetto fino a quando non avrò la possibilità di parlarne con il mio psichiatra. Grazie di nuovo per la risposta.

[#3]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gli aminoacidi sono ovviamente anche di origine alimentare, quindi il tutto dipende anche da un fattore quantitativo, e su prodotti ad uso strettamente medico non è detto che siano riportati effetti, anche perché mai conosciuti né misurati sul prodotto specifico.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it