x

x

Benziodiazepine ed effetti collaterali

Buongiorno.
A 25 anni ho assunto per 5 anni diversi psicofarmaci per una lieve depressione, senza aver avuto riscontri positivi. Anzi, solo effetti collaterali. Poi ho avuto degli episodi di abuso di benzodiazepine a causa di problemi personali. Finita al pronto soccorso e sempre recuperata in tempo. Dopo che un medico mi ha detto che un bel giorno che facendo sovradosaggi massicci di Lexotan avrei potuto non salvarmi e rimanere in un letto di ospedale, ho smesso del tutto. Io ora a 40 anni sento gli effetti collaterali di quegli episodi di abuso di ansiolitici. Insonnia cronica, dimenticanza di cose, stanchezza mentale enorme. In poche parole So che mi sono bruciati dei neuroni in testa. Non sono nemmeno più riuscita a fare le operazioni matematiche, a parte le addizioni scritte. Il resto, come divisioni o moltiplicazioni e sottrazioni, neanche se le metto in colonna riesco a fare il ragionamento. A causa della depressione solo il lavoro mi ha salvato. Però è latente. E la tendenza ad abusare di ansiolitici per stordirmi e dimenticare tutto per qualche ora, c'è sempre. Ma resisto come a una droga, perche comunque penso ai miei bambini. E molto dura e non pensavo che gli psicofarmaci causassero effetti collaterali a lungo termine. Sono 25 anni che ho questa depressione, provando di tutto, mi passerà mai?
[#1]
Dr. Francesco Saverio Ruggiero Psichiatra, Psicoterapeuta 38k 912 63
Sono passati anche diversi anni e la ricerca ha introdotto anche nuove molecole di trattamento.

Inoltre, non è detto che una depressione debba per forza essere trattata con antidepressivi.


Dr. F. S. Ruggiero

http://www.francescoruggiero.it

https://wa.me/3908251881139
https://www.instagram.com/psychiatrist72/

[#2]
dopo
Utente
Utente
La ringrazio della risposta . Fra psicologi e psichiatri in passato ne ho provati 5/6 . Gli psicologi ti fanno parlare e ti senti anche a disagio. Gli psichiatri, almeno quelli purtroppo a cui sono stata mandata dai miei a quel tempo, ti ascoltano un po' e poi scrivono subito la ricetta e tu vai di farmaci . Io in effetti mi sono fidata anche senza avere riscontro e studiando per conto mio ho comunque scoperto di essere si con una lieve depressione cronica, ma anche associata ad un lieve disturbo borderline, mai diagnosticato perché qui quasi nessuno sa nemmeno cos e. Questo e il risultato dei miei tagli occasionali sulle braccia , cioè e un modo per fare uscire il dolore che si sente dentro . E il borderline con cui convivo , ma che tengo abbastanza sotto controllo, so che me lo tengo a vita. E una sofferenza profonda che nascondo molto bene e che i miei familiari se ne sono sempre disinteressati per non avere problemi. Io sento sempre gli effetti del abuso del Lexotan. Ora qualche volta prendo l EN per rilassarmi e riuscire a dormire almeno 2/3 ore di notte. Forse sarebbe ora di prendere qualcosa che mi tirasse su il morale perché sento sempre di più il peso dei problemi familiari, abbastanza pesanti, e del lavoro precario . Io nascondo molto bene, ma dentro sono morente. Che farmaco mi consiglia che mi faccia stare un po' meglio senza farmi ingrassare. La ringrazio se può aiutarmi per un consiglio.