Utente 572XXX
Buonasera gentili dottori.

Sono un ragazzo di 23 anni, ho iniziato a soffrire di ansia generalizzata nel 2014, curata con cipralex 10 gocce la sera a scalare per circa 2 anni, risolvendo completamente il problema.
I miei sintomi erano tremori, respiro corto e il continuo peso nel petto h24.

Ora due settimane fa ho avuto una ricaduta, si sono ripresentati esattamente gli stessi sintomi che fortunatamente riesco a gestire meglio avendoli già affrontati una volta.
E' il caso di riniziare una terapia farmacologia il prima possibile o provare ad affrontare il problema inizialmente con le mie sole forze e vedere in che direzione va?

VI ringrazio dell'attenzione

[#1]  
Dr.ssa Nicole Romeo

24% attività
16% attualità
12% socialità
GUIDONIA MONTECELIO (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 52
Iscritto dal 2018
Prenota una visita specialistica
Le consiglio di combinare le due cose:
L'esperienza acquisita nel corso del tempo trascorso e il consulto con il medico specialista che in passato le prescrisse la terapia farmacologica...per stabilire un progetto insieme ( psicoterapeutico e/o farmacologico)
Non assuma i farmaci senza controllo medico.
Cordiali saluti
dott.ssa Nicole Romeo
Dr.ssa Nicole Romeo
Medico Chirurgo
Specializzata in Psichiatria
Specialista Psicoterapeuta

[#2] dopo  
Utente 572XXX

La ringrazio della celere risposta dottoressa!
Buona giornata

[#3] dopo  
Utente 572XXX

Buonasera,scusate se riapro la discussione,sono stato dal mio medico di famiglia(che è cambiato dall'ultima volta)spiegandogli la situazione che ho descritto qui sopra.Il mio medico quindi ha deciso di concedermi soltanto xanax al bisogno convinto che il problema si risolverà da solo,non vedendo gli estremi per ricominciare una terapia farmacologica.
Il mio disturbo attualmente è altalenante,ma persiste.La mia domanda è:meglio rivolgersi ad uno psichiatra per una valutazione più approfondita o provare la strategia del mio medico(di cui mi fido ma ho paura stia sottovalutando la situazione)?
Vi ringrazio per l'attenzione