x

x

Ansia morsa al petto e sintomi neurovegetativi

Buongiorno, ormai da due mesi sono immerso nell'ansia dopo aver vissuto un esperienza traumatica, ovvero la morte di una persona a pochi passi da me per infarto.
Da quel momento ho avvertito sintomi cardiaci, due giorni fa ho ripetuto ecocardio dopo un anno dall'ultimo, nessun problema.
I sintomi che permangono, molto debilitanti sono: senso di morsa allo stomaco/bruciore con difficoltà respiratorie (può essere una cattiva gestione del diaframma?) , si irradia anche dietro lo sterno, tachicardia per pochi secondi appena sveglio o se mi stiracchio o cambio posizione, sensazione di mancanza di respiro in gola per un attimo, come un tuffo, cardiopalmo, attacchi di panico con brividi e sensazione di svenimento da un momento all'altro, tremori, nausea, mancanza di appetito, sintomi intestinali.
Ho fatto anche visita neurologica meno di un anno fa, tutto ok.
Due giorni fa effettuato colloquio con psicoterapeuta con cui inizierò un percorso.
La notte non riposo bene, mi sveglio 2-3 volte con attacchi, e resterei a letto tutto il giorno.
Non so che fare, credevo che la visita cardiologica mi tranquilizzasse e invece i sintomi continuano, anzi peggiorano.
Cosa mi consigliate?
Dovrei prendere qualche farmaco?
[#1]
Dr. Francesco Saverio Ruggiero Psichiatra, Psicoterapeuta 37.6k 897 60
Può essere utile una visita psichiatrica per una valutazione della sintomatologia ed eventualmente un trattamento conseguente.



Dr. F. S. Ruggiero


http://www.francescoruggiero.it

https://wa.me/3908251881139
https://www.instagram.com/psychiatrist72/

[#2]
dopo
Utente
Utente
Grazie dottore,ho preso appuntamento con uno psichiatra fra pochi giorni. Il senso di morsa tra torace ed addome, un dolore che diventa sordo se ci spingo sopra, può essere il diaframma o più verosimilmente un sintomo a livello dello stomaco? Mi diventa difficile anche 'gonfiare la pancia' e si acuisce con il movimento e ancor di più con lo sforzo fisico, come una fame d'aria.
[#3]
dopo
Utente
Utente
Buongiorno, dopo visita psichiatrica lo specialista mi ha prescritto compresse di Cymbalta 30 mg (una al dì al mattino per una settimana) e da 60 mg dopo i primi 7 giorni. Ieri dopo la prima assunzione, forte senso di nausea, agitazione, svenimento dopo pranzo, oggi nausea e malessere meno aggressivi ma comunque presenti. È normale tutto ciò e in quanto tempo questi effetti collaterali possono svanire? Grazie.

Cos'è l'ansia? Tipologie dei disturbi d'ansia, sintomi fisici, cognitivi e comportamentali, prevenzione, diagnosi e cure possibili con psicoterapia o farmaci.

Leggi tutto