Attivo dal 2020 al 2020
Salve,
Vi spiego la mia situazione: ho iniziato da poco più di un mese fa ad assumere lo Xanax da 0, 25 una volta la mattina e una la sera prima di dormire per problemi di ansia (mai avuti prima) a causa probabilmente del lockdown e del fatto che sono rimasta da sola in casa (gli ultimi mesi non sono stati facili psicologicamente per problemi legati a un lutto e altro), turbata dalla solitudine e vari pensieri.

Dopo una decina di giorni ho aggiornato il mio medico dicendo che mi sentivo meglio di giorno, in realtà l'ansia, il cardiopalmo, i battiti strani avevano il "picco" la sera, e su indicazione del medico abbiamo lasciato solo la dose serale prima di dormire (di 0, 25).
Dopo quasi un mese, stavo bene, dormivo tranquilla con il dosaggio minimo da 0, 25 e di giorno non avevo nulla.
Abbiamo deciso col medico di interrompere e magari aiutarmi con melatonina per dormire se necessario.
Tempo due giorni mi sono svegliata la notte (non sono riuscita a dormire bene senza Xanax) con tachicardia e sono entrata in panico e ho chiamato la guardia medica.
Mi hanno detto di prendere un'altra dose da 0, 25 e che dovrei prenderne 0, 50 la sera e non 0, 25 se mi viene così tanta ansia la sera/notte.
Da lì ho iniziato a prendere 2 compresse da 0, 25 prima di dormire.


Ora, sono stata dal medico e gli ho riferito che sto migliorando, nel senso che mi sento più tranquilla e vorrei capire se posso modificare il trattamento magari riducendo.

Lui però mi prescritto Xanax 0, 50 RP di giorno e la sera nulla.


Volevo chiedere un altro parere su questo trattamento.

E poi, cosa faccio se mi venisse l'ansia la sera o se non riesco ad addormentarmi?

Forse era meglio ridurre lo Xanax a rilascio immediato gradualmente piuttosto che assumere lo stesso dosaggio ma a rilascio prolungato?


Vi ringrazio in anticipo

[#1]  
Dr. Francesco Saverio Ruggiero

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
AVELLINO (AV)
ISCHIA (NA)
TARANTO (TA)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2003
Prenota una visita specialistica
Il farmaco a rilascio prolungato si distribuisce nel corso della giornata in modo costante.

La decisione di stabilire questo tipo di variazione è dipendente dalle valutazioni fatte dal suo medico secondo le caratteristiche personali che ha riscontrato nel suo caso specifico.


Dr. F. S. Ruggiero


http://www.francescoruggiero.it
https://www.instagram.com/psychiatrist72/
https://wa.me/3908251881139
https://swite.com/psychiatrist72