Utente
Salve dottori, sto assumendo da una settimana daparox 20 mg 2 compresse dopo aver sostituito il prozac 20mg 2 compresse perché sembrava che non aveva una buona efficacia sull’ ansia.
La mia Paura anche da quello che leggo online è che questo farmaco mi possa far calare molto la libido o provocare pesanti disturbi sessuali, tipo impotenza o anorgasmia.
Essendo che con il prozac ho notato solo un leggero ritardo nell’ orgasmo volevo sapere se con il daparox invece rischio di non riuscire a vivere una serena vita sessuale.
Io vorrei cercare di curare il mio disturbo ansioso e lieve depressione però allo stesso tempo se dovessi avere problemi sessuali non penso proprio che questo mi farebbe stare bene, anzi peggiorerei.

Che pensate rischio di avere effettivamente questo disturbo sessuali?

E inoltre non esistono farmaci che curano ansia e depressione senza dare disturbi sessuali?

PS.
Sono seguito da uno psichiatra

[#1]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Non ho capito perché ha paura di questo tipo di effetto. Se lo riscontra, già sapendo che potrebbe accadere, non ho capito di preciso quale è il timore.
Ha già preso il prozac con lo stesso tipo di possibili effetti, e si preoccupa solo adesso del secondo farmaco ?
Lei ha un medico oltre ad avere accesso alla rete, il medico è lì per darle spiegazioni e gliele avrà anche date presumo.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it
Visite e Consulti Skype : "Studio Psichiatrico Pacini"

[#2] dopo  
Utente
Grazie per la risposta dottore, effettivamente il mio psichiatra mi ha detto che non pensa che mi possa creare problemi più di tanto. Il mio dubbio è sorto leggendo online che la paroxetina ha un impatto più forte a livello di disturbi sessuali. Quindi se magari con il prozac non ho avuto calo della libido o impotenza diciamo , magari potrei averlo con questo ?
Siccome da una settimana mi sto astenendo dai rapporti per una candidosi, dovrei avere molta voglia di avere rapporti , cosa che invece non sta succedendo per questo ho questa paura .

[#3]  
Dr. Francesco Saverio Ruggiero

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
AVELLINO (AV)
ISCHIA (NA)
TARANTO (TA)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2003
Quando l'effetto dovesse presentarsi allora si può discutere in modo efficace sulla terapia.

La paura preventiva sulla possibilità di un effetto collaterale è da considerarsi un sintomo di malattia nel tentativo di controllo della terapia farmacologica perché in fondo il desiderio sarebbe di non assumerla.


Dr. F. S. Ruggiero


http://www.francescoruggiero.it
https://www.instagram.com/psychiatrist72/
https://wa.me/3908251881139
https://swite.com/psychiatrist72

[#4] dopo  
Utente
Si in effetti sono molto preoccupato e ho paura che non possa essere normale .
La preoccupazione stessa mi crea un calo della libido forse . Aspetto nel tempo per vedere come va e poi eventualmente ne riparlo con il mio psichiatra .
Grazie per le risposte

[#5]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
" che non pensa che mi possa creare problemi più di tanto."

No ma non è questo il punto. Non capisco cosa ci sia di terrificante nel fatto che possa avere un effetto collaterale, al pari di una cefalea, di una stitichezza etc.
Se può chiarire di cosa si preoccupa, perché ancora non è mica chiaro. Potrebbe avere calo della libido, certo. Lo sa già. Fare previsioni non serve a nulla, ma dove sta il problema però ?
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it
Visite e Consulti Skype : "Studio Psichiatrico Pacini"

[#6] dopo  
Utente
Più che altro oltre il calo della libido, la paura principale è che possa avere problemi di erezione o anorgasmia, il che non è piacevole. La mia paura è fondata su quello, cioè non poter vivere una vita sessuale normale .
Per non parlare di quello che si legge online sulla PSSD

[#7]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Ecco dove si doveva arrivare.
Ma di preciso mi spieghi, per esempio. Il rischio cardiologico citato (il tratto qt etc) non la preoccupa e non lo cita. Questo invece sì. CI sarà un motivo che rende una cosa trascurabile secondo buon senso e l'altra invece no.
Poi, si è capito che può avere effetti sessuali, non occorre ripeterlo per l'ennesima volta. Se dovesse sperimentale quegli effetti, allora poi che si immagina che accada ?

"Per non parlare di quello che si legge online sulla PSSD"
Si possono leggere online anche gli studi in merito, anziché i discorsi in libera uscita.

Ma di tutto ciò non si è preoccupato prendendo la fluoxetina. Ora improvvisamente diventa tutto all'ordine del giorno per la paroxetina. Il fatto che sia più o meno frequente non cambia nulla. Perché di una non si preoccupava e di questa sì, non è che ci sia una gran logica.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it
Visite e Consulti Skype : "Studio Psichiatrico Pacini"