Utente
Buongiorno e buon anno
Sono un uomo di 40 anni, da circa 15 seguo una cura prescritta da uno psichiatra così costituita:
1 compressa di serenase, 1 di lorazepam e una di cipralex.

Devo dire che da quando ho iniziato la cura, seguita pedissequamente, e fatta psicoterapia la vita mi ha donato tante gioie da me molto apprezzate.
Un buon lavoro una moglie fantastica e due figli splendidi.

La psicoterapia non la faccio più da anni il mio dottore è molto soddisfatto e mi ha lasciato andare per la mia strada.
Secondo lui potrei smettere in qualsiasi momento la cura, io sinceramente non ne ho voglia sto troppo bene.

Pero volevo chiedervi un parere, visto che oramai io mio psichiatra è anziano e forse nemmeno esercita più la professione.
Da 15 anni a questa parte sono usciti medicinali migliori di questi?
Non so da ignorante, esiste un unica medicina che integra tutti questi?
Esiste una cura alternativa basata su meno pillole?

[#1]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
In generale, si può dire che dei medicinali che assume, i due che producono un'azione sono cipralex e serenase. Il lorazepam da dopo un mese che lo ha iniziato ad assumere non produce alcun effetto.
Ragion per cui dovrebbe essere, ma con gradualità e secondo l'indicazione di un medico, ridotta e sospesa.
La restante cura fu prescritta per che diagnosi ? Una depressione, qualcosa di diverso ?
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it
Visite e Consulti Skype : "Studio Psichiatrico Pacini"

[#2]  
Dr. Francesco Saverio Ruggiero

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
AVELLINO (AV)
ISCHIA (NA)
TARANTO (TA)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2003
Dopo molti anni è possibile considerare una variazione che non necessariamente possa richiedere una continuità terapeutica come quella attuale. Soprattutto se il benessere raggiunto in 15 anni risulta stabile.

La diagnosi di trattamento non è molto chiara per cui nell'ambito della variazione va considerata la questione diagnostica come elemento prognostico a lungo termine.


Dr. F. S. Ruggiero


http://www.francescoruggiero.it
https://www.instagram.com/psychiatrist72/
https://wa.me/3908251881139
https://swite.com/psychiatrist72

[#3] dopo  
Utente
Grazie dottore
Depressione lieve con ansia e un po di ossessività. Avevo finito la laurea in ingegneria gestionale quinquennale che mi aveva distrutto per l'ansia (50 esami per due esoneri ciascuno, si immagini per un tipo ansioso come me). Mi sono sentito perso perché i miei amici mi hanno completamente dimenticato, smarrito ho cominciato ad accusare sintomi fisici immaginari. C'è chi aveva pensato alla fibromialgia. Avevo anche paura che la gente parlasse male di me.
Dopo 6 mesi di cura e paicoteripia sono rinato.
Sono stato fuori roma per lavoro per due anni, trovato ragazza fissa divenuta mia moglie altri amici e cosi via.
Lorazepam mi abbassa l'ansia, se lei mi dice cosi magari vado da un altro psichiatra a roma per toglierla. Mi sa consigliare qualcuno?
Per il resto gli altri due non hanno sostituti giusto?
Oramai devo dire che sono abituato, come la pasticca della pressione per gli anziani.
Certo tre pillole son tante, se me ne finisce una non è piacevole

[#4]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
"Lorazepam mi abbassa l'ansia,"

No, assolutamente. Se non sta più funzionando, non può abbassare nulla. Questa è rimasta una sua convinzione, ma non è così.
Va chiarita la diagnosi, ci sono alcuni sintomi che fanno pensare ad una percezione alterata del rapporto con gli altri (e quindi torna il serenase), e altri che richiamano ad una generica sindrome ansioso-depressiva.
Sostituti ce ne sono, ma se si è trovato bene con questi e son tollerati bene, non vi è motivo particolare di pensare a sostituirli.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it
Visite e Consulti Skype : "Studio Psichiatrico Pacini"

[#5] dopo  
Utente
Grazie dottore
Allora mi consiglia di tornare dallo psichiatra o trovarne uno nuovo per seguirmi nel togliere lorazepam? Grazie e buon anno

[#6]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Sia per questo, sia per capire bene di cosa soffre, se ha una prognosi di cronicità o meno, se ha senso fare programmi per ridurre una parte della cura o no.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it
Visite e Consulti Skype : "Studio Psichiatrico Pacini"

[#7] dopo  
Utente
Grazie dottore