Utente
Buongiorno da circa 2 mesi il mio marito ha iniziato ad avere dubbi su di me essendo proprio convinto che ha ragione (pensa che lo tradisco) e molto convinto e non riconosce che ha un problema.
Siamo andati prima al psicologo che ci ha inviato al psichiatra.
Siamo andati a 2 psichiatri.
Il primo ha detto che ha gelosia patologica lì ha datto fluvoxamina 50mg, olanzapina 5mg lì ha presi per 7 giorni senza miglioramenti (solo sonnolenza).
IL secondo psichiatra li ha datto DEPAKIN CHRONO 300 1 cpr alla sera abbinato a MUTABON MITE 1 cf alla sera e EN gtt (10-15 alla sera).
Il medico curante ha detto che deve prendere il secondo trattamento però non mi ha spiegato perché (specialmente con il covid e difficile fare anche un appuntamento).
Il problema è che il secondo trattamento ha un può di effetti indesiderati (di giorno e confuso, dolori articolari, nausea,) il mio marito adesso ha detto che non vuole prendere più le medicine perché lui non ha problemi.
Secondo lei quale è il migliore?
O dobbiamo vedere un terzo psichiatra?
(analisi di sangue e ecg normali) il secondo diagnosi è stato ansioso reattivo con interpretazioni di riferimento.
Grazie mille

[#1]  
Dr. Giovanni Portuesi

28% attività
20% attualità
16% socialità
PINEROLO (TO)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2007
Francamente non vedo il razionale della seconda terapia. Un medico psichiatra deve valutare se il disturbo di suo marito appartiene all' area ossessiva, se invece è un vero e proprio delirio e se in ogni caso ci sia uno stato depressivo concomitante. Inoltre appare probabilie una componente psicologica relazionale del problema. Detto questo la fluvoxamina potrebbe avere un ruolo terapeutico, ed effettivamente l' olanzapina da sonnolenza.
Potrebbe rivalutare la situazione con il primo psichiatra o sentirne una terzo, magari non solo "farmacologo"
Dr Giovanni Portuesi

[#2]  
Dr. Francesco Saverio Ruggiero

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
AVELLINO (AV)
ISCHIA (NA)
TARANTO (TA)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2003
La risposta ai trattamenti non sarebbe comunque avvenuta prima di 4 settimane per cui fare una variazione così veloce non ha senso.

Oltretutto anche l'introduzione di uno stabilizzante in questa fase del disturbo non ha senso.

Può sentire un terzo parere ma se non avete pazienza di attendere è inutile.


Dr. F. S. Ruggiero


http://www.francescoruggiero.it
https://www.instagram.com/psychiatrist72/
https://wa.me/3908251881139
https://swite.com/psychiatrist72

[#3] dopo  
Utente
Prima di tutto vi ringrazio molto per la risposta veloce. Quindi il secondo trattamento è un può esagerato come ho pensato anch'io, il mio medico curante e strano. Quindi fidandomi di lei ritorniamo al primo trattamento però lui ha già preso 7 giorni di fluvoxamina come ha detto il primo psichiatra deve prenderlo di nuovo o seguiamo solo l'olanzapina? E penso che parleremo con un terzo. Il problema che mi ha spaventa a me è che lui mi mette delle registrazioni in casa quando lui è al lavoro e dice che io parlo e sono con il vicino di casa, sta controllando il mio telefono ecc segni di gelosia eccessiva perché io in una discussione che abbiamo avuto li ho detto che voglio di più dal aspetto di vista sessuale e da lì ha scatenato questo comportamento suo che ha un feeling lui si basa su un feeling. E io sono innocente. Quindi quanto devo essere preoccupata?? Seguiamo il primo trattamento? E magari un psicologo? Grazie mille

[#4]  
Dr. Francesco Saverio Ruggiero

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
AVELLINO (AV)
ISCHIA (NA)
TARANTO (TA)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2003
Non è questione di "esagerato" o meno ma si tratta di indicazione alla terapia.

La questione però non la può porre su come e cosa fare in questa sede, se nutre dei dubbi deve stabilire se seguire le indicazioni ricevute direttamente oppure se è il caso di sentire un nuovo parere dal vivo.

Lo psicologo in questo momento non ha alcuna indicazione-

E' utile che la diagnosi sia chiara per un trattamento efficace senza perdere troppo tempo.

Inoltre, vanno valutate anche condizioni di diagnostica differenziale rispetto ai sintomi.
https://www.instagram.com/psychiatrist72/
https://wa.me/3908251881139
https://swite.com/psychiatrist72

[#5] dopo  
Utente
Vi ringrazio tanto per le risposte proverò a ricontattare il primo psichiatra vediamo cosa dice e si no si offende che abbiamo chiesto anche un altra opinione perché io adesso sento che sto lottando da sola perché il mio marito non riconosce di aver un problema, io non capisco cosa ha come può non avere fiducia in me se io non li ho fatto niente,non so come aiutarlo, siamo insieme da 14 anni mai avuto problemi del genere con il rischio di essere un può stressante chiedo ancora una volta vado in farmacia e seguiamo con la fluvoxamina e olanzapina o chiamo il psichiatra? Grazie mille

[#6]  
Dr. Francesco Saverio Ruggiero

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
AVELLINO (AV)
ISCHIA (NA)
TARANTO (TA)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2003
Le ribadisco che non può chiedere cosa fare con la terapia farmacologica.
https://www.instagram.com/psychiatrist72/
https://wa.me/3908251881139
https://swite.com/psychiatrist72