Soffro di ansia e attacchi di panico che sto curando con xanax

Buongiorno,
circa due mesi fa ho avuto un episodio di forte ansia, a causa dell'inizio di un progetto a cui pensavo da tanto tempo ma che mi causava malumore e malavoglia.

Comunque una mattina mi sono svegliato con molta tensione e le mani sudatissime e per un paio di settimane ho cercato di contenere la tensione con meditazione ed esercizi di respirazione.
Comunque era da molto tempo che andando in palestra e prendendo proteine, mi causavano ansia dopo l'assunzione per un paio d'ore che poi passava.

Tornando all'episodio, purtroppo gli esercizi di respirazione non sono stati sufficienti ed essendosi trasformata la sintomatologia in ansia generalizzata ho preso delle pastiglie naturali di lavanda chiamate Laila, per due giorni al mattino che poi ho sospeso perché mi causano risveglia anticipati.

In pratica poi su consiglio del mio psichiatra come terapia d'attacco, visto che avevo sempre una febbircala di 37, 1 sto assumendo xanax 0, 5 3 volte al giorno.
Inizialmente ok, anche perché ho iniziato da 0, 25 e poi 0, 5...ma doveva essere per 2 settimane e poi valutazione, ma il problema che lo xanax non ha più l'effetto iniziale.
E' da un paio di giorni che mi sveglio alle 6 e pi alle 5, e lo prendo da un mese.
Inoltre quando prendo xanax ha sempre una forte azione attivante iniziale di 2 ore poi si affievola, che quasi mi mette ansia.
Secondo il dottore e perché sono ancora scoperto.
Un giorno dopo le prime due settimane ho provato a scalarlo di 0, 25 sul 1, 5 totali pensando fosse troppo, ma una sera non ho dormito il giorno prima avevo avuto quasi un effetto ansiogeno...qualcuno sa spiegarmi.

12 anni fa avevo avuto ancora problemi di ansia che avevo curato per un po con prazepam, infatti mi ricordo che mi rilassava e basta nn aveva effetto attivante, poi ho dovuto prendere zolofot sostituito poi con efexor che comunque alla fine aveva curato.


Grazie uìin anticipo per il consulto
[#1]
Dr. Matteo Pacini Psichiatra, Psicoterapeuta, Medico delle dipendenze 34,3k 847 225
Se si ha un disturbo che può essere ricorrente, varebbe a pena identificarne i sintomi e non ricadere nel discorso del cercare cause qua e là, con presunti legami o effetti di varie cose, sia come scatenanti che come potenziali mezzi per contenere l'ansia.
Faccia riferimento a quanto dice il medico. Ora, se voleva osservare la cosa perché non gli era chiaro se fosse o meno una ricaduta, è un conto e può essere sensato, ma lo xanax di per sé non è che possa controllare bene i sintomi di una ricaduta eventuale

Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it
Visite e Consulti Skype : "Studio Psichiatrico Pacini"

[#2]
dopo
Utente
Utente
Buongiorno dottore,
la ringrazio per il consulto.
Ma in pratica quindi cosa dovrei fare ?
[#3]
Dr. Matteo Pacini Psichiatra, Psicoterapeuta, Medico delle dipendenze 34,3k 847 225
Ha già fatto delle cure in passato, si faccia rivalutare, magari da chi già la conosce in senso psichiatrico.

Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it
Visite e Consulti Skype : "Studio Psichiatrico Pacini"

Sondaggio su informazioni sulla salute, servizi online e Medicitalia.it Partecipa