Disturbi di ansia

Buongiorno, a seguito di eventi poco piacevoli accaduti nella mia vita dal lockdown in poi (cassa integrazione e successivo licenziamento) ho cominciato ad avvertire disturbi legati all'ansia.
Nell'ultimo mese la situazione é peggiorata tanto da andare a visita da un neurologo ieri 19.02.
Il neurologo mi ha fatto parlare degli eventi spiacevoli che mi sono capitati e allo specialista ho anche accennato della difficoltà nel concepire un figlio con mia moglie oramai da un anno.
L' urologo- andrologo mi ha tranquillizzato dicendomi che ci sono delle cure per la mia diagnosi di oligo-necrospermia.
Come detto ho parlato di tutto ciò al neurologo il quale mi ha specificato che pur non essendo depresso, lo stato di frustrazione e ansia in cui mi trovo attualmente vanno attenzionate.
Mi ha prescritto il Sereupin 20 mg 1/2 compressa per tre giorni alle ore 8 poi dal quarto giorno 1/2 compressa al mattino e 1/2 compressa alla sera, Samyr 400 1 cp alle 8 l'altra alle 18 e zolpidem per l'insonnia.
A precisa domanda se potessi avere degli effetti collaterali mi é stato risposto di no.
La domanda che voglio rivolgervi é la seguente: come é possibile che il neurologo mi abbia prescritto il Sereupin dopo avergli spiegato i miei problemi nel concepimento?
Chi lo ha assunto e il bugiardino del farmaco parlano chiaramente di possibili se non probabili disturbi della sessualità.
Sono francamente basito e confuso sul da farsi.
Per voi devo parlare con il mio urologo o tornare dal neurologo per chiedere spiegazioni?
Inoltre in base alla vostra esperienza il Sereupin é davvero così deleterio per la sfera sessuale?
Grazie e spero in un vostro consiglio.
[#1]
Dr. Paolo Carbonetti Psichiatra, Psicoterapeuta 2,8k 172
Buongiorno
il Sereupin (paroxetina) può,temporaneamente, causare un blocco della eiaculazione. Solo in questo caso ci sarebbe una (ovvia) infertilità. Se lei ha iniziato la cura avrà già constatato se questo raro effetto collaterale si verifica o no. In ogni caso, ribadisco, il fenomeno è reversibile con l'interruzione della cura.

Dr. Paolo Carbonetti
Specialista in Psichiatra
Specialista in Psichiatria Forense
Viterbo-Terni-

[#2]
dopo
Utente
Utente
Dott. Carbonetti la ringrazio per la gentile e precisa risposta. In ogni modo no, non ho ancora iniziato la cura proprio per chiedere delle più esaustive delucidazioni ai due specialisti, in particolare vorrei chiarimenti dall' urologo per sapere se questo tipo di farmaco é compatibile con le cura che ha intenzione di propormi e se c'è un eventuale soluzione (anche farmacologica) qualora decidessi di utilizzare il sereupin. Domani parlerò con il mio urologo, in ogni caso dottore lei parla di rarità , quindi é una conseguenza a cui potrei anche non andare in contro? Suppongo che le probabilità aumentino se si prolunga il periodo di utilizzo del sereupin? A tal proposito il neurologo mi ha detto che la cura ha una durata di due mesi dopodiché ci sarà una rivalutazione. L'ultima domanda che vorrei farle é sul Samyr, mi é stato detto dal neurologo che é un blando antidepressivo che viene utilizzato come supporto ad un altro antidepressivo e inoltre sembrerebbe avere funzioni protettive per il fegato, lei si trova concorde con questa descrizione? Riterrebbe sensato l'utilizzo del solo Samyr se l'urologo dovesse sconsigliarmi la paroxetina. Grazie e cordiali saluti.
[#3]
Dr. Paolo Carbonetti Psichiatra, Psicoterapeuta 2,8k 172
Buongiorno
come le scrivevo, con la paroxetina il blocco totale della eiaculazione non è frequente. Molto più frequente è un semplice ritardo della eiaculazione. Lei pensi che una molecola quasi uguale alla paroxetina è commercializzata con la precisa indicazione della Eiaculazione Precoce.
Per quanto riguarda i tempi, le dico che l'eventuale effetto collaterale del blocco della eiaculazione è quasi immediato, così come è immediato il ritorno alla normale funzione dopo aver sospeso il farmaco.
Per il Samyr ha ragione il suo neurologo. Può essere utile come antidepressivo di supporto per anticipare i tempi, e, come donatore di metili, possiede un buon effetto epato-protettore.
Saluti

Dr. Paolo Carbonetti
Specialista in Psichiatra
Specialista in Psichiatria Forense
Viterbo-Terni-

Sondaggio su Vaccino anti-Covid (6 mesi dopo) Partecipa