Utente cancellato
Gentili Dottori,
Vi sarei grato se voleste esprimere un Vostro giudizio sui seguenti articoli del Dott. Avoledo pubblicati in Eurosalus, sito coordinato dal Dott. Attilio Speciani.
http://www.eurosalus.com/naturopatia/risposte-ai-lettori/umore-rasoterra-e-attacchi-di-panico-cosa-consiglia-la-naturopatia.html. http://www.eurosalus.com/naturopatia/risposte-ai-lettori/griffonia-formidabile-per-lumore-ma-e-vero-che-e-pericolosa.html.
Si tratta di vitamine e fitofarmaci il cui uso è chiaramente preferibile agli SSRI.

Cordiali saluti
Utente 112550

[#1]  
Dr. Francesco Saverio Ruggiero

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
AVELLINO (AV)
ISCHIA (NA)
TARANTO (TA)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2003
Prenota una visita specialistica
Ognuno ha il diritto di esprimere democraticamente il proprio parere anche se si tratta di sciocchezze.
https://www.facebook.com/francescoruggiero.it/
https://www.instagram.com/psychiatrist72/
https://wa.me/3908251881139

[#2] dopo  
112550

dal 2014
Gentile Dottor Ruggiero,
La ringrazio per la pronta risposta che un po' mi stupisce. A proposito dell'inositolo, il dott. Avoledo cita due pubblicazioni: la prima di tre scienziati israeliani che hanno pubblicato i risultati di uno studio controllato, in doppio cieco sul confronto tra l'uso di fluvoxamina (un antidepressivo importante e molto utilizzato) e inositolo per trattare gli attacchi di panico.
Mi pare che le riviste siano di un certo rilievo scientifico: Journal of Clinical Psychofarmacology 2001 Jun;21(3):335-339. Curr. Psychiatry Rep. 1999 Dec;1(2):141-147. Gli studi hanno mostrato che, "dopo un mese di trattamento con dosi di inositolo per via orale fino a 18 grammi al giorno (tenendo presente che la tossicità dell'inositolo è circa pari a quella del "risotto", cioè quasi nulla) confrontate con 150 mg al giorno di fluvoxamina, le persone trattate con inositolo (cioè disintossicate!) hanno avuto una riduzione di attacchi di panico maggiore di quelle trattate con il farmaco, ma dello stesso ordine di grandezza. Molto diversi invece gli effetti collaterali, e molto significativa la differenza statistica, per cui a fronte di una quasi totale assenza di effetti collaterali per l'inositolo, nausea e stanchezza sono stati molto elevati nelle persone trattate col farmaco".
Cordiali saluti
Utente 112550

[#3]  
Dr. Francesco Saverio Ruggiero

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
AVELLINO (AV)
ISCHIA (NA)
TARANTO (TA)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2003
Gentile utente

proprio ieri ho visitato una persona che fa uso di griffonia a causa di una slatentizzazione di sintomi psicotici.
Ognuno può seguire i trattamenti che vuole ma senza evidenze cliniche non si va avanti.
Quello di ieri non e' stato un caso isolato, gia' altre volte ho visto insorgere sintomi psichiatrici in persone che usavano i prodotti che lei cita.
https://www.facebook.com/francescoruggiero.it/
https://www.instagram.com/psychiatrist72/
https://wa.me/3908251881139

[#4] dopo  
112550

dal 2014
Gentile Dottore,
purtroppo è ciò che è successo a un mio amico che ha fatto uso di psicofarmaci; al momento assume senza aver ottenuto grandi successi, eccetto un aumento di peso di circa 10 KG, olanzapina.
Anche qualora ciò possa essere collegato con l'uso di griffonia, mi è difficile comprendere come semplici vitamine o affini come l'inositolo possano slatentizzare sintomi psicotici.
Cordiali saluti

[#5]  
Dr. Francesco Saverio Ruggiero

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
AVELLINO (AV)
ISCHIA (NA)
TARANTO (TA)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2003
[#6] dopo  
112550

dal 2014
Gentile Dottore,
mi perdoni; il mio amico ha assunto olanzapina non ha mai fatto uso di griffonia né vitamine o affini; il dato clinico evidente è che lo psicofarmaco assunto dal mio amico non lo ha curato.

[#7]  
Dr. Francesco Saverio Ruggiero

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
AVELLINO (AV)
ISCHIA (NA)
TARANTO (TA)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2003
Gentile signore,

lei si introduce nel sito facendo un proclama pubblicitario a favore delle medicine omeopatiche e citando persone che potrebbe anche essere lei stesso nascosto dall'anonimato.
Poi si ricorda di avere un amico, probabilmente psicotico, che assume farmaci antipsicotici e che, secondo lei, dovrebbe assumere Griffonia ed altre cose omeopatiche.

Non contento, riposta la sua domanda nuovamente nel sito, per cercare di pubblicizzare al massimo quanto affermano soggetti che, ripeto, potrebbero essere lei che vuole solo farsi un po' di pubblicita'.
Nonche' giungono nella mia posta elettronica risposte di individui che si dicono scandalizzati per la mia risposta.

Allora, per quanto mi riguarda le "medicine" omeopatiche non fanno tutto quello che lei descrive, dal punto di vista di effetti "terapeutici" tali da poter soppiantare la medicina ufficiale, ne' tantomeno e' possibile pensare che ora curiamo gli psicotici con la griffonia.
Sfido lei e chiunque altro a somministrare griffonia ad uno psicotico, assumendosene tutte le responsabilita' del caso, piuttosto che fare queste inutili discussioni su prodotti dalla dubbia efficacia.

Se lei vuole assumere prodotti omeopatici e' libero di fare come crede.
https://www.facebook.com/francescoruggiero.it/
https://www.instagram.com/psychiatrist72/
https://wa.me/3908251881139

[#8] dopo  
112550

dal 2014
Gentile Dottore,

mi permetta una breve risposta: non è mia intenzione fare pubblicità a medicine omeopatiche, fitoterapiche, assunzione di vitamine e oligoelementi; si trattava di una semplice domanda; non sono medico, né non convenzionale né convenzionale; non sono e non conosco neppure le persone che ho citato; semplicemente mi son preso la libertà di leggere il loro articolo per trovare una soluzione al problema degli attacchi di panico.
La mia domanda iniziale riguardava non la psicosi ma attacchi di panico ai quali non ho mai personalmente trovato sollievo con l'uso di SSRI; la mia domanda si riferiva oltre che alla griffonia anche a due articoli scientifici sull'utilità dell'inositolo contro gli attacchi di panico.
Vorrei infine ricordarLe che non spetta a Lei accordare il permesso di ricorrere a farmaci diversi da quelli convenzionali tanto più quando questi ultimi abbiano dimostrato la loro inefficacia.
Cordiali saluti

[#9]  
Dr. Francesco Saverio Ruggiero

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
AVELLINO (AV)
ISCHIA (NA)
TARANTO (TA)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2003
Io ho solo ribadito la liberta' di scelta di ognuno.
Quindi lei e' libero di scegliere la cura che vuole.
https://www.facebook.com/francescoruggiero.it/
https://www.instagram.com/psychiatrist72/
https://wa.me/3908251881139