Si tratta di depressione?

In pratica divento più diffidente del prossimo, più triste.
Ho paura di essere giudicata e derisa e usata/manipolata.
Questi pensieri li ho sempre, ma ho dei momenti in cui questi pensieri prevalgono.
In genere ho ricevuto molte batoste nella mia vita, tra bullismo, mobbing, tradimenti.
E ho momenti in cui ne soffro.
Comunque a lavoro e nello studio e nei vari hobby/attività rendo molto bene anche in queste fasi.
Il problema è prettamente sulla sfera relazionale che ha molti alti e bassi.
Come ho detto mi è stato diagnosticato più volte un disturbo narcisistico, ma anche l'autismo atipico e ansia sociale da bambina.
Ho moltissime angoscie e insicurezze a livello relazionale, mentre in altri campi sono molto sicura di me e ho pensieri grandiosi.
La parte più carente è a livello sentimentale, lì sono proprio un disastro, perché delle amicizie le ho, alcune pure care.
Prego di non far polemica.
Ok, l'unico ambito in cui ho difficoltà è l'ambito relazionale, ma non capisco perché non prendermi seriamente, non è comunque piacevole, specie perché queste difficoltà mi fanno oscillare l'umore (passo da felice a triste in pochi minuti) la domande è se questi pensieri possono essere dipendenti dagli sbalzi d'umore o l'inverso?
[#1]
Dr. Matteo Pacini Psichiatra, Psicoterapeuta, Medico delle dipendenze 36,6k 886 269
"Prego di non far polemica.
Ok, l'unico ambito in cui ho difficoltà è l'ambito relazionale, ma non capisco perché non prendermi seriamente"

Ma a chi si sta rivolgendo ?


Non ricomincerei col il solito affastellamento di aspetti incoerenti tra di loro e diagnosi presunte o indefinite per poi finire con domande irrilevanti. I commenti li ha già ricevuti.

Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it
Visite e Consulti Skype : "Studio Psichiatrico Pacini"

Contraccezione: quanto sei informato? Scoprilo con il nostro test