Diagnosi psichiatrica

Buongiorno cari Dottori.

Sono abbattuto perché dopo un lungo ricovero di un mese e mezzo nel 2013 e una diagnosi di schizofrenia paranoide nel anno successivo si era raggiunto un discreto compenso con bassa terapia (Zyprexa 5 mg) e una Laurea conseguita oltre allo sport ma scarse relazioni sociali.
Nel 2018 ho abbandonato gli studi di Giurisprudenza (seconda laurea con 22 esami) e lo sport, mi hanno prescritto latuda e haldol o reagila e haldol.
Dopo nel 2019 è stata accertata l invalidità del 80 % confermata nel 2021 con diagnosi di psicosi paranoide.

Eseguo regolari controlli psichiatrici e psicoterapia dal primo episodio, purtroppo il secondo nel 2018 non è stato inquadrato perché ero all estero e sono stato seguito al mio rientro in Italia bene monitorato sempre.

La mia domanda è banale, si può guarire o si è (ho avuto il primo episodio acuto a 22 anni e ora vado per i 31 e ho fatto dal 2020 5 esami della nuova Magistrale e da 2 anni e più svolgo regolarmente una borsa lavoro terapeutica) così sempre?
Si può guarire e arrivare ad un discreto compenso come in passato?
(2014-2018) ?
Cosa fare oltre la psicoterapia per migliorare se stessi e le relazioni sociali?

Grazie a chi volesse leggere la mia storia e volesse gentilmente rispondere.

Buona serata e buon lavoro
[#1]
Dr. Paolo Carbonetti Psichiatra, Psicoterapeuta 3k 181
Buonasera.
Dobbiamo intenderci sul significato della parola "guarigione".
In medicina per guarigione si intende la scomparsa della patologia: si guarisce da una influenza, da una broncopolmonite, da una appendicite. Ma in quasi tutte le situazioni psichiatriche parlare di guarigione definitiva è arduo. In particolare, nel suo caso, dopo più di un episodio psicotico e in assenza di terapia di mantenimento la probabilità di una recidiva è molto alta. Proprio per questo le è stato riconosciuto un alto grado di invalidità.
Se invece per guarigione intendiamo l'assenza di sintomatologia - e di sofferenza- allora , nel suo caso, è sicuramente possibile.
Auguri.

Dr. Paolo Carbonetti
Specialista in Psichiatra
Specialista in Psichiatria Forense
Viterbo-Terni-

[#2]
Dr.ssa Franca Scapellato Psichiatra, Psicoterapeuta 3,6k 182 26
Con la terapia farmacologica e la psicoterapia si può arrivare a un buon compenso e a una buona qualità di vita.
Per il discorso "relazioni sociali" le consiglierei di essere piuttosto selettivo, cioè scegliere ambienti in cui si trova più a suo agio, con persone che condividono passioni comuni. E poi prendersi del tempo, perché l'amicizia e le relazioni richiedono tempo per conoscersi, per capire chi si ha davanti, per fidarsi.

Franca Scapellato

[#3]
dopo
Utente
Utente
Grazie Dottore e grazie Dottoressa .
Buona domenica

Matteo

Contraccezione: quanto sei informato? Scoprilo con il nostro test