Disturbi su parafilie, voyeurismo, pornografia, ipersessualita', depressione, personalita'

Salve, ho 22 anni e premetto di non aver mai avuto rapporti sessuali, ne relazioni particolarmente importanti.

Fin da bambino 6/7 anni sono dipendente dalla masturbazione e col passare degli anni anche della pornografia.

Tutto cio' mi ha sempre fatto stare male, e fin da che ho memoria, ho sempre cercato di smettere, appuntandomi le ore o i giorni passati senza.

Dai 14 anni in su mi sono ritrovato a spiare mia sorella piu' piccola di 2 anni, e questo avvenimento mi ha fatto ancora piu' male, mi disgustava e mi ripetevo di non volerlo fare mai piu'.

Invece le dipendenze sono progredite senza sosta e fino ad oggi mi ritrovo a guardare pornografia e ad avere atteggiamenti voyeuristici sempre piu' spesso.

Questi disturbi impiegano quasi totalmente le mie giornate, e non desidero altro che smettere.

Tutto cio' mi fa sentire senza speranza, ed in un circolo depressivo (ho avuto attacchi di panico e non ho alcuna relazione sociale)
Mi sento indegno di qualsiasi cosa
Non posso nemmeno parlarne con uno specialista in quanto la mia famiglia pensa che psicologi, e farmaci ansiolitici o antidepressivi siano per i matti (ovviamente non sanno dei miei disturbi).

Il massimo che sono riuscito ad astenermi e' stato di quasi 3 mesi, ero felice e riuscivo a vedere la luce della speranza di aver smesso in fondo al tunnel (me ne vanto come fosse chissa' quale traguardo, anche se attualmente non mi sono piu' avvicinato a tali traguardi)
Tuttavia presto fini' ed e' tutto come prima o peggio.

Io non so piu' cosa fare per riuscire a smettere, e' evidente che io abbia qualcosa che non va...
Sono perseguitato dai sensi di colpa, ed essi stessi non mi fermano.

Sono sempre giu' di morale e niente piu' mi entusiasma.

Alle volte penso di avere 2 personalita' distinte e separate, una mi spinge mentre la seconda dopo " l'atto compiuto " condanna la prima e ripugna tutto.

Ho letto online circa dei farmaci SSRI (paroxetina) che potrebbero aiutare contro i disturbi ossessivi, tutta via non ho uno psichiatra ne' una terapia.

Accetto qualsiasi consiglio, anche se per i motivi sopra citati non posso andare da uno psicologo.

Posso contare solo sulla mia determinazione o su qualche farmaco da banco (estratti di erbe o ansiolitici)
Preciso che non ho mai preso alcuno di questi farmaci, ho una dieta equilibrata e mi sforzo di fare sport perche' so che potrebbe aiutare con i miei disturbi.

Non vedo l'ora di ricevere un vostro riscontro o dei consigli pratici che mi possano aiutare.

Vi ringrazio sentitamente.
[#1]
Dr. Matteo Pacini Psichiatra, Psicoterapeuta, Medico delle dipendenze 43.7k 993 248
Masturbarsi regolarmente non definisce alcuna dipendenza in sé, così come consumare materiale pornografico. Nessuno ha mai fatto diagnosi del genere, quindi per il momento sono suoi modi di dire. Inoltre, direi che all'età di 6 anni è un riferimento cronologico sfasato. Oppure è una sua rappresentazione non realistica che dipende da altro magari.
Per cui, a parte il farsi visitare che è passaggio inevitabile se vuole verificare l'esistenza di un problema psichiatrico (che non è detto abbia a che vedere con la masturbazione), dia delle indicazioni più chiare. La parte della sua vita sessuale che le dà fastidio è da quel che si evince il non aver avuto mai rapporti.

Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it
Libri: https://www.amazon.it/s?k=matteo+pacini

[#2]
Utente
Utente
Buongiorno, la ringrazio per il riscontro, mi scusi se sono stato poco chiaro.
Vorrei evidenziare che il disturbo che mi da fastidio siano gli episodi voyeuristici, che vedo come una "peggiorazione", rispetto alla visione di materiale pornografico.
Non mi da alcun fastidio il fatto di non aver avuto mai rapporti.
[#3]
Dr. Matteo Pacini Psichiatra, Psicoterapeuta, Medico delle dipendenze 43.7k 993 248
Le dà fastidio perché è fuori controllo ? Si espone a rischi etc, oppure perché si svolge in maniera frenetica o angosciosa, quindi non riesce a trarne godimento ?

Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it
Libri: https://www.amazon.it/s?k=matteo+pacini

[#4]
Utente
Utente
Salve, Dr. Pacini la ringrazio sentitamente per aver risposto.
Vedo che ha pienamente compreso il punto.
Sì, si' e sì, sento che tutto ciò sia fuori dal mio controllo... mi da fastidio perchè non è questa la persona che voglio essere.
Non è che non riesca a trarne godimento, quanto invece non voglia affatto trarne godimento.
[#5]
Dr. Matteo Pacini Psichiatra, Psicoterapeuta, Medico delle dipendenze 43.7k 993 248
Quindi si tratta piuttosto di un conflitto tra un giudizio di opportunità e una situazione di godimento che invece mantiene la sua fisiologia.

Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it
Libri: https://www.amazon.it/s?k=matteo+pacini