Dispnea ansiosa?

Buongiorno, da qualche gg soffro di una dispnea e affanno abbastanza fastidiosi.
Premetto che vengo da mesi difficili in cui sto vivendo di un disturbo depressivo-ansioso con pensieri ossessivi (cura con Brintellix e Xanax al bisogno) e che la mia dottoressa mi ha visitato suggerendomi di provare Ventolin e un altro prodotto simile con Cortisone (da piccolo soffrivo di asma pur non avendo mai avuto attacchi), in caso non passasse bisognerebbe dar la colpa all’ansia.

Le mie domande sono due: è effettivamente un problema di ansia?
Se sì, come posso gestirlo, considerato che lo Xanax non mi fa molto effetto?
[#1]
Dr. Matteo Pacini Psichiatra, Psicoterapeuta, Medico delle dipendenze 43.5k 990 248
Ma le ha auscultato il torace ? Sono state fatte prove respiratorie per vedere se ventila bene o meno ?

Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it
Libri: https://www.amazon.it/s?k=matteo+pacini

[#2]
dopo
Utente
Utente
Ha auscultato il torace. Ma considerato che di notte dormo senza questa sensazione che riappare solamente al risveglio, è stata considerata la componente ansiosa
[#3]
dopo
Utente
Utente
Il saturimetro indicava 98
[#4]
Dr. Matteo Pacini Psichiatra, Psicoterapeuta, Medico delle dipendenze 43.5k 990 248
Mi scusi e allora perché una terapia per tutt'altro ?

Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it
Libri: https://www.amazon.it/s?k=matteo+pacini

[#5]
dopo
Utente
Utente
La dottoressa ha deciso di provare in quanto da bambino ho avuto problematiche di asma. Nel contempo mi ha consigliato di effettuare un test da sforzo. Diciamo che sta andando per tentativi anche lei
[#6]
Dr. Matteo Pacini Psichiatra, Psicoterapeuta, Medico delle dipendenze 43.5k 990 248
Quindi non è stata fatta alcuna diagnosi, siamo in una fase di accertamento a 360 gradi anche in assenza di segni tipici. Non è molto chiaro perché parli allora di un'ipotesi psichiatrica se poi la cura, che è già un atto di terapia, va in un senso diverso.

Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it
Libri: https://www.amazon.it/s?k=matteo+pacini

[#7]
Dr.ssa Stefania Lerro Psichiatra, Psicoterapeuta, Neuropsichiatra infantile 69 1
Gent.mo,
Nessun collega, senza prima aver escluso una causa organica, può scientemente indicare una diagnosi psichiatrica. Probabilmente il suo medico procede con strategia "ex adiuvantibus" per verificare eventuale componente organica del disturbo della respirazione. L'ansia si manifesta anche con sintomi analoghi a quelli da lei descritti ma nessuno di noi potrà confermarle o meno una diagnosi di cui non può avere contezza, quindi virtuale. La tendenza alla ruminazione anancastica, da lei descritta come parte della diagnosi psichiatrica, potrebbe in parte spiegare la focalizzazione ideica sui sintomi descritti. Le consiglio di non aumentare i suoi dubbi attraverso consulti online, peraltro non esaustivi, e di elaborare con il curante la strategia migliore per gestire e monitorare questa fase di accertamento clinico.

Dr.ssa Stefania Lerro

[#8]
dopo
Utente
Utente
Grazie a entrambi! Probabilmente la dottoressa si è orientata maggiormente sulla componente ansiosa perché mi sta seguendo passo passo in questi mesi di depressione-ansia. Comunque martedì avrò una prima visita psichiatrica