Psicologia e bullismo

Buongiorno a tutti Dottori sono mamma di una bambina di 11 anni che quest'anno ha incominciato le medie vi racconto un po' la mia situazione
Mia figlia quest' anno ha cominciato le scuole medie sembrava che tutto andava bene ma neanche una settimana è mia figlia comincia ad avere comportamenti strani nel senso che è nervosa più del solito è taciturna e quando mi sedevo accanto a lei mi chiede che vorrebbe cambiare aspetto essere diversa perché è brutta vorrebbe cambiare gli occhiali prenderne un paio nuovo di marca ecc mi comincia ha cercare sempre di più nuovi vestiti è scarpe per essere alla moda.
Ma suo padre ha pensato che erano i soliti capricci ma io ho capito subito che qualcosa non andava dopo varie insistenze ha rivelato che il compagno di classe la bullizzava su tutto aspetto fisico e vestiti ecc si scontrava di proposito nel corridoio la chiamava quattr'occhi e stronza sono andata dai professori e ho spiegato tutto tramite una registrazione dove mia figlia spiega tutto le acque si calmano per un po' dopo qualche settimana il bullo ricomincia su wathsapp viene insultata pesante viene chiamata psicopatica ho riferito di nuovo ai professori il tutto nonostante il secondo richiamo continua lo stesso Ho ottenuto un colloquio con i professori per ottenere un aiuto ma niente hanno detto che la colpa è di mia figlia che ha la lingua lunga io ho detto ai professori che mia figlia si deve difendere dalle offese di questo ragazzino.
Ho dovuto chiedere un aiuto al pediatra perché in questi giorni ha manifestato pianti e ha detto che la sua vita è uno schifo è che vorrebbe morire così non soffrirà il pediatra e mi ha indirizzato ad un centro per il bullismo dove mi daranno un aiuto psicologico secondo voi è normale che una ragazzina di 11 anni reagisce così

Ho cercato di fare il possibile ma mia figlia manifesta pianto attacchi di panico trema ha paura mangia poco e se gli fai un osservazione si blocca sembra un depressa risponde mogia mogia s
Datemi un consiglio
Ps ci stiamo trasferendo è secondo il pediatra gli farà bene cambiare aria
Potete aiutarmi a capire come mi devo comportare grazie

Vi chiedo aiuto non so come aiutarla
[#1]
Dr.ssa Anna Potenza Psicologo 3.6k 177
Gentile signora,
per poterla aiutare validamente, lei per prima cosa deve cambiare i dati sulla sua scheda di registrazione, dove risulta un uomo di 47 anni.
Come noi specialisti trattiamo in scienza e coscienza i casi che ci vengono proposti, gli utenti devono prendere sul serio le poche richieste di informazione che chiediamo su di loro.
Grazie.

Prof.ssa Anna Potenza (RM) gairos1971@gmail.com

[#2]
dopo
Utente
Utente
Cara dottoressa non volevo prendere in giro nessuno ma chi ha chiesto il consulto e stata mia moglie nonché madre di nostra figlia visto che ci ritroviamo in una situazione molto delicata.
[#3]
Dr.ssa Anna Potenza Psicologo 3.6k 177
Gentile utente,
la domanda che ci rivolge è: "secondo voi è normale che una ragazzina di 11 anni reagisce così"?
Certo che può essere normale.
Un preadolescente, ragazzo o ragazza che sia, non si aspetta di diventare oggetto di scherno e insulti nella sua classe, dove ha già problemi di gestione dei nuovi insegnanti e delle nuove materie. Inoltre la pubertà comporta passaggi ormonali di rilievo, con la scoperta di trasformazioni nell'aspetto esterno e nei contenuti mentali, con nuovi e sconosciuti desideri, interessi, ansie.
Il compagno di scuola esercita col suo atteggiamento una crudeltà che non avrebbe messa in atto prima del passaggio all'adolescenza: in pratica si sente "maschio" aggredendo la "femmina"; per la stessa ragione sua figlia vive timori personali sul proprio aspetto e risente di umiliazioni che due o tre anni fa sarebbero state impensabili.
In pratica si sente respinta in quell'interesse per l'altro sesso al quale la sua età la destina, e non riesce a comprendere che non è il mondo intero a rifiutarla, ma un bulletto forse spaventato quanto lei dal proprio passaggio ormonale.
Giustamente il pediatra vi ha indirizzati ad un centro per il bullismo. Spero bene che a questo punto abbiate già preso appuntamento e forse incontrato gli specialisti, i quali vi diranno in quale nuovo modo dovete stare vicini a vostra figlia che non è più una bambina.
Il passaggio ad una scuola diversa sarà l'occasione per suggerirle modi differenti di porsi nei confronti dei compagni: non ha più otto anni, non deve reagire con parolacce a chi la insulta.
I suoi tentativi di essere più femminile e seduttiva (cambiare gli occhiali, etc.) vanno invece incoraggiati nella giusta direzione, non certo considerati "capricci", sempre pensando quanto è delicato questo momento di passaggio da bambina a donna, che troppo spesso vede i genitori impreparati.
Se volete, teneteci al corrente.
Auguri.

Prof.ssa Anna Potenza (RM) gairos1971@gmail.com

[#4]
dopo
Utente
Utente
Carissima dottoressa grazie per la risposta vi aggiorno su quanto successo ieri siamo stati nel centro contro il bullismo è abbiamo discusso su come agire. La dottoressa che ha visitato mia figlia le ha diagnosticato un disturbo compulsivo dovuto allo stress la psicologa del centro è stata brava ed è riuscita ad calmarla perché durante la visita ha avuto un attacco di panico. Su consiglio dei medici abbiamo deciso di cambiale scuola per il suo bene. abbiamo avvertito il pediatra e verrà seguita da uno psicologo per aiutarla e seguirla.
[#5]
Dr.ssa Anna Potenza Psicologo 3.6k 177
Gentile utente,
la ringrazio delle notizie. La rapidità con cui vi siete attivati è lodevole e fa ben sperare che lavorerete bene, insieme agli specialisti, a vantaggio della ragazzina.
Invio affettuosi auguri.

Prof.ssa Anna Potenza (RM) gairos1971@gmail.com

Il bullismo comprende una serie di comportamenti violenti intenzionali di tipo fisico o verbale ripetuti nel tempo nei confronti di una determinata persona. Si può manifestare anche in modo virtuale online e sui social network (cyberbullismo).

Leggi tutto