Non lo amo, ma ho paura di invecchiare da sola

Sono fidanzata da quasi 10 anni
Ma non provo più attrazione fisica, non ho mai voglia di fare l'amore o di baciarlo... adoro solo le sue attenzioni, adoro gli abbracci e le coccole
Anche se me ne dà pure poche rispetto a quello che desidero.


Quando mi fermo a riflettere odio tutto di lui! Il fisico, alcuni comportamenti, alcuni suoi gusti e le poche attenzioni che sento di ricevere, ma l'idea di stare senza di lui mi fa stare ancora peggio.
Sono cresciuta con lui, stiamo insieme da quando andavo in prima superiore.

Vorrei tanto andare da uno psicologo, ma è un percorso lungo e troppo costoso per me.
Non so come fare.

Penso spesso a volerlo lasciare, ma mi sale il senso di vuoto.
L'idea di non scrivergli più, l'idea di non avere più niente da fare i weekend o a San Valentino, in estate o altri eventi dice di solito sono con lui, niente coccole, niente attenzioni.
Di non potermi definire importante per nessuno... Non avere più la carta "fidanzata".
L'idea di essere single e sola mi terrorizza.
Non ho nemmeno un bel rapporto con i miei genitori, quindi starei sempre sola a letto giorno e notte.
Sto male nella relazione, ma sento di stare peggio al di fuori.
Ma mi sento anche invecchiare qui... perdere occasioni, che però non mi vengono in mente per questa mia paura.

Perché tanto cosa potrei fare di bello chiusa in casa e senza soldi?
Ho amici in comune con lui che chiuderebbero i rapporti con me perché sono i SUOI amici, io sono solo la ragazza dell'amico... Ho altri pochi amici, ma pieni di impegni o relazioni giustamente...
e, in realtà, mi sento comunque vuota senza una relazione romantica.
[#1]
Dr. Michele Loia Psicologo 83 2 3
Gent.ma utente,

Ho letto il suo racconto. Dalle sue parole emerge un forte disagio nel restare accanto al suo partner che non ama e una paura intensa di restare sola. Ha paura di rompere una routine ed uscire dalla comfort zone nella quale si è rifugiata.
Per ragioni evoluzionistiche legate alla sopravvivenza, gli esseri umani temono di essere rifiutati e allontanati rimanendo soli.
Dovrebbe impegnarsi a vincere la paura di restare da sola in amore ed è fondamentale ritrovare l’energia per ribellarsi a questo difficile stato emotivo. Capire che annullare se stessi non porta a nulla.
È importante lottare contro la convinzione ''meglio male accompagnati che soli'' perché non porta a nulla di nuovo. Non le permette di conoscere il mondo.
Quando si perde la fiducia in se stessi, si mette in discussione anche la fiducia del rapporto, si perde la visione di se stessi come esseri indipendenti.
.....Lavorerei anche sul rapporto che ha con i suoi genitori.
.....Per quanto riguarda il non potersi permettere uno psicologo, la informo che è possibile richiedere il bonus psicologo oppure rivolgersi al consultorio della propria Asl di appartenenza. In questi casi è importante avvalersi di un buon sostegno psicologico.
Saluti

Dr. Michele Loia
Psicologo
micheleloia@aol.com