Rapporti di coppia

Sono stata fidanzata con un ragazzo dai 18 ai 26 anni era stato un pò bullo e scapigliato,canne ubriacate spacconate.Poi gran parte di queste caratteristiche le ha perse nel tempo, una volta ero convinta che fosse un uomo tutto di un pezzo nelle decisioni, ma andando avanti nel tempo mi sono accorto che era un omuncolo coinvolto continuamente in pettegolezzi di paese e congiure.Quando l'ho lasciato abbiamo avuto comunque molti screzi e motivi di rancore..Dopo due anni ci siamo riavvicinati, e lui con me è sempre presente dolce e carino, ma anche gentile, non nasconde le sue intenzioni e vorrebbe ritornare con me.A dire il vero mi ha riconquistata subito e io non vedo altro uomo per me.E l'anno scorso gli ho detto che fossi una ragazzina ritornerei subito con lui, solo che ho un incertezza temo che possa tornare come quello di prima e non mi sento pronta,questo a Pasqua.Intanto lui è entrato come tutti i nostri amici a far parte per il comitato di una festa popolare e piano piano ha litigato con tutti, e tutti accusano lui di essere un pettegolo e un metti zizzania anche persone che mi sono amiche.Però con me continua adessere fantastico.Poi ho frequentato un altro ragazzo suo amico, il quale è un po' strano di carattere, ma è una bravissima persone, con lui ho raggiunto un grado di confidenza altissimo, elui piano piano si è affezzionato a me e si è dichiarato.Anche a lui ho descritto esattamente la mia situazione, ma lui non demorde e ne si nasconde dietro il dito, è un vero e proprio genio ma è circondato dall'ostilità e dall'invidia di un piccolo paese per una persona ingambissima nel suo lavoro, inoltre è uno che ama fare il bene per il bene un puro.Alcune volte finisce per essere assillante, ora lui nonostante gli avessi spiegato la mia situazione e la mancanza di speranze per lui ha comunque rifiutato almeno una proposta di fidanzamento, dicendo chiaro e tondo che amava solo me.Continuo ad avere frequentazioni con il mio ex ragazzo anche ad orari impossibili la sera a causa dei rispettivi impegni di lavoro, passo con lui tutto il mio tempo libero, ma la paura è troppo forte. Così lui si propone io lo respingo e allora lui mi minaccia di andarsene e io lo cerco. Recentemente ha riaperto un 'altra volta le ferite dovute alla sua attività in quel comitato iniziando un'altra querelle.Non so cosa devo fare ormai sono in questa situazione da più di un anno e non so come andare avanti, lui mi fa proproste e io sono allettata ma ho paura. Come faccio?? Aiutatemi, sono pazza?
[#1]
Dr.ssa Flavia Massaro Psicologo 12,5k 233 130
Cara Amica,

lei non è affatto pazza.
Mi pare anzi che per quanto riguarda il suo ex lei abbia analizzato lucidamente la situazione, e che non sappia decidersi proprio perchè le sue valutazioni non vanno di pari passo ai sentimenti che sta provando.
Si tratta insomma di decidere se accettare il ragazzo nonostante i suoi difetti o meno.

Penso che da qui non le si possa dire molto altro, le situazioni di stallo come la sua non sono infrequenti e vanno considerate sotto molti punti di vista.
La cosa migliore che può fare è parlarne di persona con uno psicologo per fare chiarezza e capire come mai si sente combattuta in questo modo fra le 2 possibilità che ha di fronte a sè.

Tanti cari auguri,

Dr.ssa Flavia Massaro, psicologa a Milano e Mariano C.se
www.serviziodipsicologia.it

Ansia: sai riconoscerla? Scoprilo con il nostro test