Testa e cuore

Vivo una storia d’amore con un uomo sposato da circa un anno e mezzo. E` tutto tanto complicato perché lui continua ad essere combattuto fra testa e cuore. Il risultato è un’altalena di momenti in cui è tutto bellissimo (il momento “cuore”) alternati a momenti in cui è tutto terribile, in cui mi tratta malissimo, mi fa sentire sbagliata in tutto, mi fa sentire uno straccio sporco. Il tutto perché, dice lui, vive dei sensi di colpa. Questi sensi di colpa l’hanno portato, nel tempo, a sottrarre momenti belli al nostro rapporto finché siamo arrivati a stamattina, in cui mi ha chiesto di non fare più l’amore con me, per evitare il senso di colpa. Insomma, possiamo incontrarci, abbracciarci, baciarci e…….. basta. Il resto lo fa stare male. Fino alla prossima volta in cui la sua testa lo porterà a dirmi che dobbiamo eliminare anche gli abbracci, quella successiva i baci e così via. Da notare che tutto questo succede sempre il lunedì: mi ha spiegato che nei week end per poter “vivere” il suo matrimonio deve spegnere completamente il cuore e farsi trasportare solo ed esclusivamente dalla testa, altrimenti sarebbe un disastro. Questa testa, al lunedì, è ancora accesissima e mi fa un sacco di male. Ecco, io sto malissimo, un po’ per la pressione psicologica a cui mi sottopone (è difficile riacquistare un po’ di stima in me stessa, dopo essermi sentita uno straccio sporco) un po’ per la paura che, poco alla volta, inevitabilmente si arrivi al nulla e tutto finisca. So che la soluzione sta nel mettere fine a questa storia ma mi chiedo: così facendo non realizzo esattamente le mie paure? Non credo di potercela fare…… Come posso superare tutto questo? Io che già in passato ho sofferto di una forte depressione scatenata dalla fine di un rapporto d'amore? io che soffro di crisi di panico?
vi ringrazio anticipatamente........
[#1]
Dr. Giuseppe Santonocito Psicologo, Psicoterapeuta 13,7k 292 190
>>> per la paura che, poco alla volta, inevitabilmente si arrivi al nulla e tutto finisca. So che la soluzione sta nel mettere fine a questa storia ma mi chiedo: così facendo non realizzo esattamente le mie paure?
>>>

Spesso evitare una paura è il modo migliore per renderla ancora più minacciosa e presente.

E se ha una situazione relazionale complicata e soffre di depressione e panico, come minimo dovrebbe essere seguita da uno specialista. Attualmente sta ricevendo qualche tipo di cura?

Per il resto, è triste e scontato dirlo, ma le storie con persone sposate non sono le più facili, e l'esito è spesso prevedibile.

Cordiali saluti

Dr. Giuseppe Santonocito - Psicologo Psicoterapeuta
Specialista in psicoterapia breve strategica
www.giuseppesantonocito.it

[#2]
Dr.ssa Angela Pileci Psicologo, Psicoterapeuta, Sessuologo 19,6k 494 46
Gentile signora,

da quanto racconta è facile capire il concetto di "straccio sporco". E' questo che vuole per se stessa?

Non crede che i sensi di colpa del Suo amante vi stiano segnalando che qualcosa non sta andando per il verso giusto, che sia qualcosa di impossibile da realizzare?

Dott.ssa Angela Pileci
Psicologa,Psicoterapeuta Cognitivo-Comportamentale
Perfezionata in Sessuologia Clinica

[#3]
Dr.ssa Sabrina Camplone Psicologo, Psicoterapeuta 4,9k 86 103
"So che la soluzione sta nel mettere fine a questa storia ma mi chiedo: così facendo non realizzo esattamente le mie paure? "

Gent.le sig.ra,
è la paura di essere trattata come "uno straccio sporco"?
La mancanza di rispetto e progettualità in una relazione di coppia sono presupposti solidi o un filo sul quale tentare "un gioco d'equilibrio senza rete di protezione"?

Dr.ssa SABRINA CAMPLONE
Psicologa-Psicoterapeuta Individuale e di Coppia a Pescara
www.psicologaapescara.it

[#4]
dopo
Utente
Utente
gentili dottori, vi ringrazio di cuore. Io so che la soluzione è una sola, da tempo ho capito che il sentimento reciproco non può essere sufficiente per andare avanti e da tempo mi ripeto: "non pensare alle sue "giornate cuore", focalizza l'attenzione sulle "giornate testa" e trova nel male che ti fa in quei giorni la forza per dire basta". Ma, finora, il solo pensiero mi ha soffocata......
Cercherò di seguire la strada. Vi ringrazio molto.
[#5]
Dr.ssa Sabrina Camplone Psicologo, Psicoterapeuta 4,9k 86 103
Gent.le sig.ra,
non c'è una netta divisione tra testa e cuore come ha indicato nel titolo del suo consulto, sono dimensioni del suo vissuto che si influenzano reciprocamente, la sofferenza a volte può aiutare a "mettere a fuoco" le priorità.
[#6]
Dr.ssa Valeria Randone Psicologo, Sessuologo 17,4k 317 683
Cara Ragazza,
l'ambivalenza tra razionalità e passionalità che abitano la sua storia d'amore, sembrano amplificarne i contorni.
La sofferenza ed il dolore, le saranno d'aiuto per comprendere cosa desidera dalla vita in generale e da quest'uomo in particolare, forse partendo da se stessa potrebbe lavorare su depressione e crisi di panico, che nel tempo l'hanno accompagnata.
Cari saluti

Cordialmente.
Dr.ssa Valeria Randone,perfezionata in sessuologia clinica.
https://www.valeriarandone.it

[#7]
dopo
Utente
Utente
grazie ancora per i vostri contributi..... ieri sera abbiamo toccato il fondo: mi ha detto: sei l'unico neo nella mia vita. vivo una vita perfetta, un matrimonio perfetto, una famiglia perfetta. Tu sei l'unica cosa che rovina tutto. Gli ho chiesto perché non mi lascia, allora. E mi ha risposto che è perché, purtroppo, mi ama. allora gli ho chiesto dove sta l'amore, in tutto quello che mi sta facendo. la risposta è stata: "ce l'ho dentro; è così, se non ti và, hai 40 anni puoi smettere quando vuoi. E adesso sono stanco. se per riposarmi devo troncare questa telefonata e questo significa perderti per sempre, bene, lo faccio, è un prezzo che sono pronto a pagare, pur di fare un pisolino".
ecco, perché tutto questo non mi basta per dire: "basta"????
[#8]
Dr.ssa Angela Pileci Psicologo, Psicoterapeuta, Sessuologo 19,6k 494 46
Le rigiro la domanda: perchè a Lei non basta per dire "basta"?
[#9]
dopo
Utente
Utente
perché, come sempre, succede che c'è un "giorno dopo" in cui lui "ascolta il suo cuore" e non più la sua testa e..... tutto cambia. perché lo guardo negli occhi e ci trovo esattamente quello che cerco, un'espressione supplichevole che mi dice: ti amo, non ascoltarmi..... e perchè quando gli chiedo se i suoi occhi sono bugiardi, lui mi risponde che sono l'unica parte di lui veramente sincera......
[#10]
Dr.ssa Sabrina Camplone Psicologo, Psicoterapeuta 4,9k 86 103
Gent.le sig.ra,
questa persona è stata chiara a differenza di lei non ha intenzione di rimettere in discussione la sua scelta, ha dettato le sue condizioni a questo punto se lei sente di non riuscire a trovare il coraggio per assumersi la responsabilità di interrompere la relazione, può esserle d'aiuto il colloquio con uno psicologo-psicoterapeuta non certo al fine di fare opera di persuasione ma, al contrario per fare chiarezza dentro di lei e individuare la scelta in sintonia con i suoi bisogni affettivi.
Attraverso una consulenza on line non è possibile entrare nel merito del suo vissuto, sarebbe come farle credere che questa forma di comunicazione può sostituire il colloquio con uno psicologo, ma lei sa bene che non può essere così.

Contraccezione: quanto sei informato? Scoprilo con il nostro test