Innamorato della migliore amica

Se in una coppia di migliori amici, lui si accorge di essere innamorato di lei, e lei lo capisce ma non ricambia, non sarebbe corretto da parte di lei allontanarsi per non ferirlo? Per allontanarsi intendo smettere di sentirsi ogni giorno ecc.
Visto che lui continua a sentirla ogni giorno e a vederla spesso, non riuscirà mai a dimenticarla e continuerà a soffrire. Come uscire da questa situazione? C'è troppo imbarazzo per parlare apertamente e dichiararsi... tanto più che come già detto sarebbe inutile, visto che lei ha capito ma non ricambia.

Inoltre quando sono a telefono o in chat, lei gli parla di tutto e passano ore a parlare, di qualunque argomento. Quando invece si esce in gruppo con amici, lei è più schiva, piu fredda, non gli parla più di tanto, quasi ignora lui ed è più vicina ad altri componenti del gruppo. Cosa potrebbe significare questo comportamento?

Un' ultima curiosità: è una situazione che può verificarsi solo negli uomini? O può succedere anche ad una donna di innamorarsi del migliore amico?

Grazie, saluti
[#1]
Dr.ssa Angela Pileci Psicologo, Psicoterapeuta, Sessuologo 19,6k 493 45
Gentile ragazzo,

quello che possiamo fare qui sono interpretazioni che con buona probabilità sarebbero scorrette.
Non abbiamo una conoscenza diretta delle persone coinvolte.

Lei parla di "correttezza" di questa ragazza: secondo quali criteri?
Se ritiene, potrà anche essere lui a staccarsi.

Perchè dice che c'è troppo imbarazzo per parlare di una tale questione tra migliori amici. In fondo la Sua amica forse è più spigliata in chat perchè un pc protegge e perchè si rivolge solo a Lei.

Saluti,

Dott.ssa Angela Pileci
Psicologa,Psicoterapeuta Cognitivo-Comportamentale
Perfezionata in Sessuologia Clinica

[#2]
Attivo dal 2010 al 2016
Psicologo, Psicoterapeuta
Gentile ragazzo, le chiedo di essere meno generico. Posta in questi termini, la richiesta mi sembra una generica richiesta di informazioni, non una richiesta specifica.

Lei ci chiede in generale se sia "corretto" un certo comportamento, e cosa significhi.

In merito alla prima questione, non è compito nostro determinare se un comportamento sia più o meno "corretto", pertanto non saprei cosa rispondere!

Per quanto riguarda il secondo punto, ovvero il significato di una condotta, i comportamenti acquistano senso in un contesto, non in sè (tranne pochissimi casi, ovvero l'alimentazione per fame, il dormire per sonno etc,.). Pertanto, mi spiace non poter rispondere neppure alla sua seconda domanda!

Se vorrà sottoporre un quesito più specifico o circostanziato, potrò rispondere in modo più preciso.

Cordialmente
[#3]
dopo
Utente
Utente
Gentili Dottori, grazie per le risposte.

Mi scuso per essere stato impreciso.
Per quanto riguarda l'argomento "correttezza" mi riferisco al fatto che visto che lei ha capito perfettamente di piacere a lui, per evitare di farlo soffrire visto che non ricambia il suo amore, dovrebbe allontanarsi, non chiamarlo tutti i giorni, non cercarlo di continuo e soprattutto non parlargli dei ragazzi che le piacciono! Sono giunto alla conclusione che a lei fa comodo l'amicizia con lui, visto che la sa ascoltare, sa darle consigli, sa sostenerla... ma in questo modo lui non fa che soffrire! Per questo intendevo che forse sarebbe più giusto da parte di lei smettere di essergli amica...

E comunque ritengo che ormai di amicizia ci sia poco, in quanto da parte di lui è subentrato l'amore... ed essere amico di una donna di cui in realtà sei innamorato è difficile...

[#4]
Dr.ssa Angela Pileci Psicologo, Psicoterapeuta, Sessuologo 19,6k 493 45
Caro Utente,

diciamo che non tutti abbiamo la stessa visione delle cose. Se una ragazza si allontanasse dal suo migliore amico per le ragioni e le circostanze che Lei ha descritto, questo amico si troverebbe di colpo senza migliore amica e senza la ragazza che gli piace. Questa è un'altra lettura possibile della situazione.

Ad ogni modo qui stiamo facendo congetture.

Comprendo la difficoltà di questo ragazzo, soprattutto se la sua visione della questione è un po' "depressiva", nel senso di vedere il bicchiere mezzo vuoto, però ci sono altre possibilità. Il vero problema è la visione molto rigida.

Provare a conquistare questa ragazza?
[#5]
dopo
Utente
Utente
Sì, si ritroverebbe senza migliore amica e senza la ragazza che gli piace... però credo sia l'unico modo per dimenticarla... e poi così almeno non soffrirebbe più... perchè vederla e parlarle di continuo senza poter "andare oltre" è davvero brutto... soprattutto, ripeto, considerando che lei gli parla delle sue conquiste e dei ragazzi con cui vorrebbe andare a letto... avevo dimenticato di scrivere questo particolare in effetti... lei sa che lui è innamorato di lei, eppure gli parla dei ragazzi con cui vorrebbe fare sesso... anche questa la trovo una scorrettezza... cioè... perchè parlargli di queste cose... non si accorge di farlo stare male?

Visione depressiva dice... bè un amore non corrisposto credo possa causare un po' di depressione...

Mi scusi, cosa intende per "visione molto rigida"?

Quanto a provare a conquistarla... bè... la vedo davvero dura purtroppo...

La ringrazio infinitamente per il suo tempo e per l'attenzione.

Cordialità
[#6]
Dr.ssa Angela Pileci Psicologo, Psicoterapeuta, Sessuologo 19,6k 493 45
Intendo dire che il punto di vista o le intenzioni di questa ragazza (migliore amica) potrebbero anche essere diverse. Però bisognerebbe domandarlo e verificarlo con lei.

Saluti,
[#7]
dopo
Utente
Utente
Io penso che le sue intenzioni siano di rimanere solo amici... ma questo a lui non basta più... non sta bene più... non si può essere amico di una donna che si ama, che ti racconta le avventure erotiche che vorrebbe avere con altri... Dottoressa non crede che il raccontare queste cose a lui denoti una totale insensibilità da parte di lei? Non capisce che in tal modo lo ferisce?
[#8]
Dr.ssa Angela Pileci Psicologo, Psicoterapeuta, Sessuologo 19,6k 493 45
Gentile Utente, comprenderà come la cosa importante non sia che cosa possa pensare io al riguardo, ma eventualmente questo ragazzo, filtrato attraverso il suo sistema di significati e di valori e la scelta ultima spetta a lui.

Però Lei mi pare perplesso per questo fatto, nel senso che continua a non credere che possano esserci al mondo persone che agiscono come la ragazza che Lei sta descrivendo.

Lei che relazione ha con i due protagonisti?

[#9]
dopo
Utente
Utente
Gentilissima Dottoressa, ammetto di essere io il protagonista maschile, mi scuso per non averlo espresso prima.
[#10]
Dr.ssa Angela Pileci Psicologo, Psicoterapeuta, Sessuologo 19,6k 493 45
Tranquillo, lo avevo capito :)

E capisco anche le difficoltà a vivere una situazione del genere.
Però la difficoltà è SUA, non della Sua amica, che si avvicina a Lei come se niente fosse.
Quindi se ritiene dovrà essere Lei ad allontanarsi da questa ragazza, oppure Le parla, oppure le rimane amico facendo fatica, ...
Metta in conto che una dose di rischio c'è (continuerete ad essere amici? si alzerà un muro a causa dell'imbarazzo? vi farete una bella risata tra un po' di tempo?...beh, quest'ultima ipotesi per ora Le è un po' difficile da vedere adesso...).

Che dire? Quello che Lei attraversa ora è un momento difficile della vita, ma non certo psicopatologico. In altre parole, più che avere bisogno di uno psicologo, ha bisogno dell'appoggio e della vicinanza delle persone a Lei care.

Un cordiale saluto,
[#11]
dopo
Utente
Utente
Ha ragione, la difficoltà è mia. La mia amica non si fa il minimo scrupolo a continuare a chiamarmi, vedermi e soprattutto parlarmi di determinate cose che vorrebbe fare con altri ragazzi.
E' solo che pensavo che dal momento che lei ha capito che ne sono innamorato, avesse un minimo di decenza e di bontà da evitare di parlarmi di queste cose... o magari allontanarsi da me invece di cercarmi sempre...

Penso di essere un po' deluso da questo suo comportamento egoistico... cioè lei pensa solo a sè stessa... non intende perdere un amico come me... pur sapendo benissimo che ne sono innamorato... continua a telefonarmi ecc... A Suo parere sono strano a pensarla così? Ovvero a pensare che sarebbe stato più corretto da parte sua allontanarsi? Forse non ci tiene minimamente a me, ma solo a sè stessa... Il che la rende veramente una stronza (mi passi il termine) e forse mi fa capire che non mi perdo granchè... anche se a volte credo di pensare questo solo perchè sento di essere la volpe che non arriva all'uva e dice che è acerba...

Io desidero allontanarmi anche per cercare di "disinnamorarmi"... e di certo non posso riuscirci se la sento ogni giorno...

Quanto alla vicinanza delle persone care... non sa quanto avrei bisogno di parlare coi miei amici di questa situazione per avere un consiglio! Purtroppo i miei amici sono anche i suoi, di conseguenza non ne ho MAI parlato con nessuno di loro... Dottoressa credo che Lei sia l'unica persona a conoscere questa situazione :) mi imbarazzerebbe troppo parlare coi miei amici, non so come la prenderebbero... anche se qualcuno di loro qualche sospetto che mi sono innamorato ce l'ha XD. Per questo motivo ho scritto qui la mia brutta situazione... e il fatto di non poterne parlare coi miei amici mi rende ancora più nervoso...

Non avrò bisogno di uno psicologo, ma almeno parlare e sfogarmi con Lei mi ha fatto piacere, proprio perchè finora non ho potuto farlo con nessun altro.

Cordiali saluti
[#12]
Dr.ssa Valeria Randone Psicologo, Sessuologo 17,4k 316 668
Gentile Ragazzo,
la condivisione allevia le pene, anche quelle d'amore.
Avere bisogno di uno psicologo non è poi una cosa così terribile, ma è la strada maestra per far chiarezza dentro se stessi e, trovare le risorse e le strategie adattive, in funzione delle svariate situazioni che lei sta vivendo, al fine di ritrovare salute emozioanle e serenità.
Se la sua amica, la fa così soffrire, valuti l'ipotesi di allontanarla, facendo vincere un "sano e funzionale egoismo", amico delle situazioni come la sua.
Saluti cari

Cordialmente.
Dr.ssa Valeria Randone,perfezionata in sessuologia clinica.
https://www.valeriarandone.it

[#13]
Dr.ssa Angela Pileci Psicologo, Psicoterapeuta, Sessuologo 19,6k 493 45
Io ritengo che molto dipenda dalla narrativa che fai della situazione, ovvero descrivendo la questione in termini e con modi drammatici.

Provi imbarazzo nel dire ai tuoi amici che sei innamorato di questa ragazza? Ma perchè? I tuoi amici non si innamorano delle ragazze? E poi, non l'hai mica fatto deliberatamente...voglio dire: nessuno di noi si innamora a comando. Tu ti sei innamorato di questa ragazza.

Ora, ben comprendendo le difficoltà e la sofferenza nel non essere ricambiato, sembra evidenziarsi da questa situazione la possibilità di crescere a livello emotivo e imparare a sfruttare la situazione a tuo vantaggio: che cosa puoi imparare da questa esperienza?
[#14]
dopo
Utente
Utente
Descrivo la questione in termini drammatici... può darsi... ma è la prima volta che sono stato innamorato nel vero senso della parola... altre "batoste" ne ho prese in passato, ma da parte di ragazze che mi piacevano, ora per la prima volta invece l'ho presa da parte di una ragazza di cui ero innamorato... è diverso.

Crescere a livello emotivo... sì suppongo di sì... ma quando dice "Imparare a sfruttare la situazione a tuo vantaggio" non vedo assolutamente in che modo...

Cosa posso imparare da questa esperienza vediamo... che l'amore fa malissimo, che anche se con una persona condividi mille interessi, ci parli ore, siete molto simili su tante cose, non è detto che possa esserci l'amore. Che diventare troppo amici con una donna è pericoloso, perchè si può finire con l'innamorarsi. Che le donne sono stronze perchè sanno bene come usarti approfittando di te...
[#15]
Dr.ssa Angela Pileci Psicologo, Psicoterapeuta, Sessuologo 19,6k 493 45
Caro ragazzo, nella vita c'è una prima volta per tutto o quasi tutto. C'è una prima volta anche per innamorarsi. Quando dico che mi sembra un po' drammatica la visione che hai della situazione, intendo dire che sei concentrato esclusivamente sulla sofferenza e non riesci ad uscire da questo schema.

Per esempio non riesci a parlarne con i tuoi amici per imbarazzo, pur sapendo che tra amici è possibile "sdrammatizzare" e ricevere consigli.

Oppure non hai neppure preso in considerazione l'idea di provare a corteggiare questa ragazza e di provare a conquistarla. Ma ti sei già dato una risposta: "non ci provo neppure perchè non ce la farò mai". Chiaramente, se la vicenda viene vissuta in questo modo, gli aspetti più ludici e divertenti del corteggiamento non li vedi proprio.

E poi, non credi di avere l'autostima un po' bassa, se pensi questo di te stesso?
[#16]
dopo
Utente
Utente
Ma io ci sto dietro da un anno :) e visto che credo d'aver capito che non c'è niente da fare l'unica soluzione mi sembrava allontanarmi... continuare a starle vicino da amico mi fa male.

Bassa autostima... proprio in questo periodo non credo, in quanto c'è una bella ragazza a cui piaccio molto... anche lei piace a me, ma non ne sono innamorato.

[#17]
Dr.ssa Angela Pileci Psicologo, Psicoterapeuta, Sessuologo 19,6k 493 45
Stai dietro a questa ragazza di cui sei innamoratissimo da un anno: hai fatto qualcosa di concreto per conquistarla? Che cosa?

Un anno: fà attenzione a non idealizzare questa ragazza, come è facile che accada.
Che cosa pensi di fare adesso?

[#18]
dopo
Utente
Utente
Non sono mai stato esplicito, per il fatto che se non ricambiava (come in effetti è) sarebbe stato imbarazzante continuare a uscire nella stessa comitiva... ma pur non dichiarandomi apertamente, è abbastanza chiaro che non c'è interesse da parte sua... sono sempre stato gentile, la faccio ridere, l'ho sempre sostenuta in momenti difficili, le ho fatto regali, ma niente.
Sono dell'opinione che non si possa "conquistare" una ragazza... o le piaci, o non le piaci. E se non le piaci non c'è "tattica" o corteggiamento che funzioni.

Forse sì l'ho idealizzata un po' e mi pento di questo.

Adesso, ripeto, mi sono allontanato. Non la sento da 2 giorni (un record per noi, visto che eravamo abituati a sentirci ogni giorno) e quando usciamo in comitiva le parlo molto poco.

Contemporaneamente sto facendo nuove amicizie, conoscendo nuove ragazze. Spero in tal modo di "disinnamorarmi".

Carissimi saluti
[#19]
Dr.ssa Angela Pileci Psicologo, Psicoterapeuta, Sessuologo 19,6k 493 45
Un caro saluto anche a te!

Quali argomenti vorresti approfondire su Medicitalia? Partecipa al sondaggio