Orientamenti e dubbi

salve sono un ragazzo di 26 anni, io vorrei esporvi una semplice domanda.. una persona che sa di essere eterosessuale, si sente dire che pur essendo tale puo' capitare qualche volta che abbia un eccitamento per una persona dello stesso sesso quando invece non e' mai successo... quest eccitamento cosa significa? un erezione? e se fosse.. cosa vuol dire?questo spinge a fare alcune prove con esito negativo pero'...e qui che scaturisce la confusione... come fa uno a ritenersi eterosessuale? e cosa lo distingue dall omosessuale se si mette in conto che a una persona etero puo' capitare un eccitamento verso un altro uomo quando questa e' caratteristica dell omosessuale? questo manda in confusione.... desidererei avere una risposta
[#1]
Dr.ssa Paola Scalco Psicologo, Psicoterapeuta, Sessuologo 4k 92 43
<<puo' capitare un eccitamento verso un altro uomo quando questa e' caratteristica dell omosessuale>>

Gentile Utente,
evidentemente non solo di un omosessuale.
C'è molta differenza tra il pensiero e l'azione: ad esempio, se qualcuno, essendo molto arrabbiato con una persona, può pensare che gli piacerebbe che questa fosse morta, non significa che poi "si dia da fare" perché ciò accada realmente.
L'orientamento sessuale non è da vedersi nettamente distinto in categorie mutualmente escludentisi, ma si parla piuttosto di "fluidità" sessuale, in cui sono presenti miriadi di sfumature.
Ma poi in fondo queste non sono altro che etichette poste dagli esseri umani.
Che cos'è che la confonde in particolare?

Dr.ssa Paola Scalco, Psicologa
specialista in Psicoterapia Cognitiva e perfezionata in Sessuologia Clinica
ASTI-3315246947-paola.scalco@gmail.com

[#2]
dopo
Utente
Utente
gentile dottoressa, la ringrazio per la risposta, cio' che mi confonde e' il fatto che io da smepre ho avuto attrazione per le donne, mentalmente pensandole con me in atti sessuali per esempio ho l eccitazion(erezione) guardandole come immagini o film nude idem.... ma mettendo l ipotesi che ci possa essere un erezione verso una persona del mio stesso sesso (quando mai e' stato cosi') mi sconvolge tutte le mie convinzioni su cio' che sono...cos ami distingue allora d aun omosessuale se puo' capitarmi un erezione d'avanti un corpo nudo del mio stesso sesso?io le dico che ho provato a guardare immagini di nudoi maschile, e nella mia mente a immaginarle ... se cosi fosse come mi eccito con le immagini di donne dovrei eccitarmi anche con queste da uomo.. e invece non accade...ecco la confusione..
[#3]
Dr.ssa Paola Scalco Psicologo, Psicoterapeuta, Sessuologo 4k 92 43
Gentile ragazzo,
non mi pare ci sia invece nulla di strano: ad alcuni uomini e ad alcune donne eterosessuali può accadere di eccitarsi vedendo o fantasticando su persone del loro stesso sesso, ma questo non significa che debba per forza succedere a tutti. Ciò che poi li distingue dagli omosessuali è il fatto che non si passa concretamente all'atto cercando un partner del proprio stesso sesso.
In ogni caso comunque, se per Lei è da sempre molto chiaro il suo orientamento sessuale (omosessuali non "si diventa" ad un certo punto della vita!), non ha di che preoccuparsi.
Anche se per caso le dovesse capitare di avere un'erezione davanti ad una scena di nudo maschile, sa che questo può accadere, ma che non cambia il suo orientamento.

Saluti.
[#4]
dopo
Utente
Utente
capisco dottoressa,il mio orientamento sessuale e' sempre stato verso le ragazze... certo, da piccolo ho fatto alcuni giochi con amici del mio stesso sesso,ma non ero ne attratto emotivamente ne innamorato...ma posso capirlo a qeull eta' quando ancora non si e' sviluppato il proprio orientamento... ma se capitasse ora ne sarei un po' scosso le confesso dottoressa... e in oltre.. come mai ha detto che omosessuali non si diventa a un certo punto della vita? c e' un eta' prestabilita in cui si manifesta?
[#5]
Dr.ssa Paola Scalco Psicologo, Psicoterapeuta, Sessuologo 4k 92 43
<<c e' un eta' prestabilita in cui si manifesta?>>

Ne parla come fosse un sintomo di qualche malattia!
Mentre è una caratteristica della propria identità, come il genere di appartenenza (essere maschio/essere femmina) o la propria origine etnica.
L'orientamento affettivo-sessuale (sia omo, sia etero) comprende più dimensioni: non solo l'attrazione erotica e le fantasie sessuali, ma anche l'innamoramento e i comportamenti sessuali. E altrettanto importante è la definizione che ciascuno dà di sé rispetto a questo: ci sono anche uomini che hanno rapporti con altri uomini, ma non si ritengono (e non sono) omosessuali. L'umanità è piuttosto complessa per essere compressa in poche rigide categorie.

Mi sento di consigliarle di effettuare qualche colloquio di persona con un collega della sua zona, in modo da valutare se dietro questo suo pensiero "disturbante" ci possa essere una problematica più generale legata all'ansia.
Credo potrebbe esserle d'aiuto più che un semplice consulto on line, per ovvie ragioni limitato.
[#6]
Dr.ssa Valeria Randone Psicologo, Sessuologo 17,4k 316 668
Gentile Utente,
La sua richiesta di consulenza e ' alquanto confusa e contiene na chiara paura dell' omosessualita' ,
E' indispensabile effettuare un distinguo tra orientamento sessuale e qualche erezione sporadica da eccitazione saltuaria.
Se i suoi dubbi e paure doveso persiste, lasci stare il web ed il sentito dire, ma si rivolga ad uno splecialista per colloqui individuali.
Saluti

Cordialmente.
Dr.ssa Valeria Randone,perfezionata in sessuologia clinica.
https://www.valeriarandone.it

[#7]
dopo
Utente
Utente
vi ringrazio entrambe appena potro' ci andro', pe rla dottssa paola scalco: non ne parloc ome malattia, le ho solo chiesto se in base alla sua risposta se c e' un eta' in cui si avverte,per la dotssa valeria randone: dottoressa capisco questo delle erezioni sporadiche e l orientamento, ma io personalmente con questo dubbio ho guardato immagini, o pensato mentalmente alcune di queste situazioni tra persone dello stesso sesso.. ma non ho avuto eccitamento... al contrario invece....se avessi dovuta averla l avrei avuta o no?
[#8]
Dr.ssa Angela Pileci Psicologo, Psicoterapeuta, Sessuologo 19,6k 493 45
Gentile Utente,

se prova a rileggere la Sua richiesta e le Sue repliche si renederà conto che è entrato in un meccanismo ossessivo, di dubbi e di bisogno di rassicurazioni che, al contrario di quanto pensa, Le alimenteranno soltanto l'ansia e le preoccupazioni.

Pertanto rinnovo l'invito a rivolgersi ad uno psicologo psicoterapeuta di persona per chiarire il suo disagio.

Un cordiale saluto,

Dott.ssa Angela Pileci
Psicologa,Psicoterapeuta Cognitivo-Comportamentale
Perfezionata in Sessuologia Clinica

[#9]
dopo
Utente
Utente
lo faro' dottoressa, ma potrebbe rispondere alla domanda che ho esposto? se pur stupida mi rasserenerebbe saperlo.... cioe' pensando ad immagini sessuali o guardandole, su persone del mio stesso sesso, avrei dovuto sentire qualcosa credo e invece non ho sentito nulla ne avuto erezione.. quindi puo' essere una rassicurazione sulla mia sessualita'?
[#10]
Dr.ssa Angela Pileci Psicologo, Psicoterapeuta, Sessuologo 19,6k 493 45
Gentile Utente, se rilegge con attenzione vedrà che la risposta Le è già stata fornita, ma come sta dimostrando non ha ottenuto alcuna rassicurazione.

Per questa ragione è opportuno fermarsi con le domande/risposte e richieste di rassicurazione perchè ottengono l'effetto opposto.

Un cordiale saluto,
[#11]
Dr.ssa Valeria Randone Psicologo, Sessuologo 17,4k 316 668
Il focus, non è se, quando, quante e guardando cosa, lei ha erezioni o eccitazione, ma comprendere, tramite una diagnosi clinica, non online, cosa la spinge a porgerci queste domande, con il recondito tentativo di essere rassicurato sulla sua normalità sessuale.
Saluti
[#12]
dopo
Utente
Utente
gentili dottori, cosa mi spinge a porgere quasta domanda dottoressa valeria randone l ho scritto sopra... e' una domanda di una persona si preoccupata.. ma mi pare al quanto normale... se una persona eterosessuale prova eccitazione, attrazione per un altra quella e' la sua sicurezza del suo orientamento...il fisico parla chiaro.. ma quando a una persona le viene detto guarda che d avanti un uomo tu puoi avere erezione... allora mi pare alquanto normale che una persona inizia a avere dubbi sul funzionamento dell orientamento sessuale e della sua consolidazione...a me questo ragionamento sembra alquanto normale, si preoccupato.. ma normale...
[#13]
Dr.ssa Sabrina Camplone Psicologo, Psicoterapeuta 4,9k 86 99
Gent.le ragazzo,
premesso che l'omosessualità non è una malattia, mi sembra evidente che lei sia molto spaventato dalla possibilità di scoprire di essere omosessuale.
Se davvero vuole fare chiarezza dentro di sé riguardo al suo orientamento sessuale, la consulenza on line non può esserle d'aiuto se non in una fase preliminare, il passo successivo è rivolgersi ad uno psicologo-psicoterapeuta per un colloquio.
Qui trova i riferimenti per prendere contatto con il Consultorio Familiare della sua ASL:

http://sanitab.regione.abruzzo.it/azienda/asl+laquila/dipartimenti/i+consultori+gli+indirizzi.htm

Dr.ssa SABRINA CAMPLONE
Psicologa-Psicoterapeuta Individuale e di Coppia a Pescara
www.psicologaapescara.it

[#14]
dopo
Utente
Utente
dottoressa io non ho paura di scoprire di essere omosessuale, io sono cresciuto sempre con attrazione per ragazze, mi ha infastidito e confuso un po' la probbabilita' che un giorno d avanti un corpo maschile ci possa essere qualche reazione, anche se fin ora non c e' mai stata, e questo mi fa un po' confondere su come funziona l orientamento sessuale.. tutto qui..
[#15]
Dr.ssa Sabrina Camplone Psicologo, Psicoterapeuta 4,9k 86 99
La costruzione dell'identità sessuale è un processo complesso influenzato da molti fattori, la sua confusione è comprensibile ma sembra nascere da un modo di pensare "tutto bianco/ tutto nero" in realtà ci possono essere molte sfaccettature nel modo di vivere la nostra sessualità, ma forse è questo aspetto che è difficile da accettare per lei
[#16]
dopo
Utente
Utente
si e' vero dottoressa, solitamente penso cosi.... appunto una reazione mai avuta e che fa parte di altre persone con altri orientamenti mi crerebbe confusione... ma se dice che e' normale amen... io non mi sento omosessuale alla fine.. in 24 anni avrei avvertito qualcosa...e fin ora sono stato sempre con ragazze sinceramente
[#17]
Dr.ssa Sabrina Camplone Psicologo, Psicoterapeuta 4,9k 86 99
L'eventuale confusione è comprensibile, ma l'aspetto che mi colpisce è che lei sembra preoccupato per l'eventualità della sua reazione, che in realtà non si è ancora verificata e non sente di avere dubbi riguardo al suo orientamento sessuale.

Quali argomenti vorresti approfondire su Medicitalia? Partecipa al sondaggio