Sbalzi di umore o bipolarismo

Buon pomeriggio, mi chiamo Simona ho 23 anni.Da quando ho 18 anni mi sono trasferia a Milano per l'università. I miei genitori sono separati e mio padre vive a Rimini mentre mia mamma da un anno con me. Mio padre da quando i miei si sono separati si sta comportando in malo modo, e sin da quando ero piccola possiamo dire che non abbiamo mai avuto un buon rapporto. Mia mamma al contrario è molto presente e alle volte fin troppo apprensiva. Il mio trascorso ospedaliero da quando sono nata è brevissimo, in quanto solo da piccola sono stata operata di ernie bilaterali verso i 3 anni. Da sempre ho riscontrato però di avere sbalzi d'umore, i primi anni dell'adolescenza erano attacchi di ira e depressione sporadici, ma da quando sto a milano sono continui, ed oltre a questi si sono sggiunti ansia, comportamenti maniacali e crisi di pianto acutissimi. In oltre credo che la maggior parte dei miei rapporti affettivi siano finiti a causa di questo in quanto, quando attraverso queste fasi, le persone a me più vicine sono le vittime designate. Divento ossessiva, attacca brighe, irritabile e aggressiva con parole e fatti, e magari un minuto dopo chiedo scusa in lacrime e assumo un comportamento totalmente sottomesso. Non sopporto più vivere in queste condizioni e tanto più rovinare storie amorose e di amicizia per questi miei momenti di non lucidità
[#1]
Attivo dal 2010 al 2016
Psicologo, Psicoterapeuta
Gentile ragazza, descrive una problematica che si snoda intorno ad alcune reazioni emotive molto intense, ad alcuni comportamenti conseguenti, che non aiutano nè lei nè le persone che le stanno vicine, e delle altre emozioni (ad esempio, il senso di colpa) che la spingono a cercare di "riparare il danno fatto".

Questi problemi sorgono spontaneamente? Ci sono situazioni in cui si manifestano più spesso o più intensamente?

Le capitano con tutte le persone, o magari ci sono persone con cui sono più probabili?

Ha mai pensato ad effettuare una consulenza psicologica?
[#2]
dopo
Utente
Utente
La ringrazio per avermi risposto, non le nego che sono molto preoccupata di questi miei sbalzi di umore.
Si, diciamo che quando sento di avere cambiato umore è gia subentrato in me, non ci sono momenti o situazioni particolari. So cosa non bisogna fare e dirmi quando sono ad esempio irritabile e stanca, cioè continuare a sottolineare il mio stato emotivo.
Si, alle volte ho attacchi di ira assoluta con mia madre e la prendo a parole, e tristezza con il moroso, e pretenziosa sempre verso di lui, alle volte sono appiccicosa e altre indifferente. Ne sento la mancanza ossessiva da un min dopo che ci siamo lasciati per andare ogni uno verso le proprie case.
Ci sto pensando seriamente ultimamente a vedere uno psicologo in quanto la mia storia amorosa è finita per questo problema, e ci sto davvero male, volevo capire perchè si creano queste cose, per lo meno per avere una risposta mia personale e cercare di spiegargli il perchè di certi miei modi di fare che poi a dire il vero, spesso non ricordo nemmeno di avere avuto...
Grazie ancora Simona
[#3]
dopo
Utente
Utente
La ringrazio per avermi risposto, non le nego che sono molto preoccupata di questi miei sbalzi di umore.
Si, diciamo che quando sento di avere cambiato umore è gia subentrato in me, non ci sono momenti o situazioni particolari. So cosa non bisogna fare e dirmi quando sono ad esempio irritabile e stanca, cioè continuare a sottolineare il mio stato emotivo.
Si, alle volte ho attacchi di ira assoluta con mia madre e la prendo a parole, e tristezza con il moroso, e pretenziosa sempre verso di lui, alle volte sono appiccicosa e altre indifferente. Ne sento la mancanza ossessiva da un min dopo che ci siamo lasciati per andare ogni uno verso le proprie case.
Ci sto pensando seriamente ultimamente a vedere uno psicologo in quanto la mia storia amorosa è finita per questo problema, e ci sto davvero male, volevo capire perchè si creano queste cose, per lo meno per avere una risposta mia personale e cercare di spiegargli il perchè di certi miei modi di fare che poi a dire il vero, spesso non ricordo nemmeno di avere avuto...
Grazie ancora Simona
[#4]
Attivo dal 2010 al 2016
Psicologo, Psicoterapeuta
Gentile Simona, quello che descrive potrebbe essere il normale vissuto emotivo "altalenante" di una ragazza della sua età; potrebbe essere il segnale di un disagio interpersonale, o di una difficoltà nel gestire le sue emozioni; potrebbe essere una risposta a dei comportamenti degli altri (ad esempio, anche la ragazza più pacifica del mondo, se le chiede 20 volte "Ma sei nervosa?" potrebbe rispondere gridando "NOOOOO! HO DETTO NOOOO!").

Cosa le fa pensare che le sue reazioni emotive siano eccessive? Quando dice "attacchi di ira assoluta", cosa accade prima di questi attacchi? Sono litigi, o si presentano "di punto in bianco"?
[#5]
dopo
Utente
Utente
Arrivano di punto in bianco, e motlo spesso cambio proprio personalità, non sono più io... non so come spiegarglielo, ma sembro un altra ragazza... Sopratutto qnd mi sento sola divento ossessiva nei confronti del moroso per esempio. Molto spesso mi capita di diventare attaccabriche, parto io a essere aggressiva anche in una conversazione tranquilla, dico cose che magari non penso davvero.
E' come un mostro che ogni tanto esce, dice qualcosa e se ne ritorna dov'era...
Poi sono stanca dormo male, divento irritabile.
Prima degli attacchi mi sento disorientata, alle volte quando si intraprendono certi discorsi e poi parto con l'ira una sorta di forza che da dentro mi sale in gola e come se devo "vomitare" le cose che penso... So che come immagine non è bella, ma la maggior parte delle volte funziona così, una cosa che esce da sola e non puoi farci nulla e che brucia dentro dopo essere uscita.

Invece quando mi vengono i momenti tristi, alle volte trovo la scisa per piangere... per esempio ascolto o leggo cose sdolcinatissime o penso a cose catastrofiche.
Poi piango per giornate intere, con un pianto isterico da singhiozzo e
alle volt da qnt piango mi si gonfiano labbra e occhi... una volta addirittura si era cosi modificato il viso che non ero riconoscibile...
Non le nego che l'amore mi fa soffrire parecchio, e alle volt sono io a causare certe cose apposta ma non lo faccio apposta sembra una cosa inconscia...che non dipenda dalla mia volontà.
[#6]
Attivo dal 2010 al 2016
Psicologo, Psicoterapeuta
Se dovesse immaginare una soluzione alle sue difficoltà, come la immaginerebbe?
[#7]
dopo
Utente
Utente
Una soluzione, non so qualcosa che inibisca questi miei attacchi, o per lo meno che mi faccia capire bene quando arrivano e mi dia la possibilità di controllarli.
Io cerco per quanto posso di avvisare le persone intorno a me, se per esempio mi sveglio la mattina già di mal umore e irritabile.
Se poi mi accorgo di essere stata maleducata o avere attaccato senza motivo chiedo scusa subito, ma comunque il danno alle volte è già stato fatto.
Non mi piace essere così, tanto meno depressa e piangere per mezze giornate.
Sono una ragazza solare al quale piace ancora giocare al parco con le cugine, e questi miei sbalzi di umore mi rendono irriconoscibile a me stessa e agli altri.
Grazie ancora Simona
[#8]
Attivo dal 2010 al 2016
Psicologo, Psicoterapeuta
Gentile Simona, visto quello che ci chiede (ovvero un "metodo" per arginare le sue reazioni e le sue emozioni) potrebbe effettuare una valutazione psicologica/psichiatrica per valutare:

- se soffre di un disturbo dell'umore
- se sta attraversando un momento difficile, cui reagisce così
- se ha difficoltà a modulare le sue emozioni
- se ha difficoltà relazionali
- se è solo una ragazza un pò più "emotiva" della media

Tutte queste ipotesi (ed altre ancora!) vanno verificate di persona, con l'aiuto di uno specialista serio e competente.

Così si potranno definire delle possibilità di intervento, ad esempio un supporto psicologico circoscritto, una psicoterapia abbinata o meno ad una farmacoterapia, oppure... un bel niente! (non tutto quello che ci succede impone una psicoterapia!)

Che ne pensa?
[#9]
dopo
Utente
Utente
Che le sue proposte possono essere valutate in pieno, e non mancherò a fare un consulto di persona con uno psicologo quanto prima.
Grazie ancora Simona
[#10]
Attivo dal 2010 al 2016
Psicologo, Psicoterapeuta
Ha dato una bella risposta, mi è sembrata molto gentile e positiva.

Le porgo i miei auguri e, se le va, ci tenga aggiornati.

Cordialmente

Quali argomenti vorresti approfondire su Medicitalia? Partecipa al sondaggio