innamorata

Salve,
vi scrivo per un consulto perchè devo trovare il coraggio di diverse azioni.Sono stata legata per un anno con un ragazzo che vive nel mio condominio:ci siamo avvicinati quando io mi sono trasferita in questa nuova casa e lui dopo 5 anni si è lasciato.All'inizio eravamo amici, confidenze, cene, uscite, poi è scattato quel di più che ci ha reso inseparabili, sapendo sempre, che lui ci metteva un po' a dimenticare l'ex, ma io sono sempre stata al corrente di ogni suo pensiero. E così mi sono tanto affezionata credo innamorata, nonostante lui non si sbilanciasse mai. Ha un gran difetto quello di esplodere nelle liti e quindi mi sono anche beccata frasi e comportamenti sgradevoli, mai maneschi si intende, ma mi ha ferita spesso per poi tornare con fiori e pensierini. Non mi ha mai detto di amarmi, ma alla fine convivevamo:cene, spesa, interessi in comune, lui ha 43 anni e fa lo skipper e per diversi mesi all'anno parte.E quindi in questa bella amicizia, iniziata come un rapporto non ufficiale, non mi ha reso molto felice, o meglio non faceva le cose che fanno i fidanzati.Un rapporto semplice, di affetto e di continua vicinanza, notte e giorno.Io l'ho accettato sempre con la speranza mi potesse amare un giorno, per fargli dimenticare la sofferenza dell'abbandono(ricevuto)e di altre delusioni, ma ero io che facevo gesti eclatanti, lui mi riprendeva solo ogni volta sbroccassi quando mi trattava male.Finchè poi nel tempo, circa 2 mesi fa, ha iniziato a chiamarmi compagna ed ad essere più affettuoso, pensavo fosse più attaccato, ma in una lite mi ha detto di non amarmi, che la situazione non è cambiata dall'inizio, che sono assurda. Così gelata dalle parole l'ho sbattuto fuori casa e lui per giorni mi ha cercata per parlare, ma non ho mai aperto.Gli ho dato il mondo, ho fatto sacrifici, ho aspettato...E poi mi da un dolore così.Poi è partito e mi ha mandato un sms dicendomi che gli dispiace per come sia finita, che ha scelto il lavoro delle barche prima di conoscermi e che torna tra 3 settimane. Sono persa.Gli ho detto che non sono arrabbiata per il suo lavoro, ma per la durezza nel dirmi le cose e che ha scelto lui di perdermi. Premetto che spesso mi lancia frasi del genere e poi mi riprende perchè dice di volermi bene.

Non sò più che fare io lo amo, ma mi rendo conto che se non gli è scattata in un anno...Ma allora perchè convivere con me notte e giorno??
Aiutatemi, non sò se attuare linea dura per non dargli la soddisfazione di avermi sempre lì, o di rispondere se mai mi cercherà con tranquiliità e dimenticarlo lo stesso. Il brutto è che lo rivedrò perchè abita nel mio condominio.

Aiutatemi.
[#1]
Dr.ssa Franca Esposito Psicologo, Psicoterapeuta 7k 154
Cara signorina,
Da quello che ci dice sembra che ad avere sentimenti in questa storia sia solo Lei. Per lui sembra una scelta di comodo, niente di più'.
Pur rendendomi conto della delusione che sta provando non credo possa convenirle tirare avanti con questo rapporto.
Cerchi di mettere se' stessa prima che lui al centro della Sua attenzione. E di non sacrificarsi senza un obiettivo realistico.
Cordialmerntwe

Dott.a FRANCA ESPOSITO, Roma
Psicoterap dinamic Albo Lazio 15132

[#2]
Dr. Giuseppe Santonocito Psicologo, Psicoterapeuta 13,6k 292 182
Le persone stanno in coppia con obiettivi e aspirazioni che non sempre coincidono. Evidentemente per lei questo legame è (o era) qualcosa di più di quanto lo sia (sia stato), soggettivamente, per lui.

Non credo sia utile parlare di linea dura o linea morbida. Spesso a voler fare i duri quando si è molto coinvolti si rischia di farsi ancora più male. Cerchi invece di vedere la cosa in modo diverso, più fatalista e con un atteggiamento di maggior accettazione e flessibilità. Non è escluso che il suo lui, a parte il lavoro "marinaro", si sia allontanato per aver percepito da parte sua delle sfumature un po' sopra le righe. Sto solo ipotizzando, ovviamente, ma è per farle capire che in coppia i danni si fanno spesso in due.

Dr. Giuseppe Santonocito - Psicologo Psicoterapeuta
Specialista in psicoterapia breve strategica
www.giuseppesantonocito.it

[#3]
Dr.ssa Flavia Massaro Psicologo 12,5k 233 130
Cara utente,

penso che più che tante strategie vi serva un confronto e un chiarimento definitivo.
Forse siete entrambi confusi su ciò che volete ed è bene che prendiate delle decisioni per evitare di trascinare oltre questa situazione che sembra non rendere felice nessuno.

Il suo compagno infatti non è sereno e si sente libero di esplodere in momenti di rabbia e di dirle quello che gli passa per la testa, perchè ha imparato che chiedendole scusa tutto si sistema.
Per contro, lei ha preso una decisione rischiosa investendo in un rapporto con una persona che era stata lasciata e che da subito si è mostrata poco propensa a costruire un rapporto duraturo, e forse l'ha involontariamente "pressato" quando lui avrebbe voluto un rapporto senza troppo impegno.

Comunque vadano le cose un chiarimento mi sembra necessario e, visto che abitate nello stesso condominio, è bene che non lasciate nulla in sospeso per evitare di vivere quotidianamente lo sgradevole rischio di incontrarvi, magari dopo aver chiuso il rapporto in modo brusco o ambiguo.

Dr.ssa Flavia Massaro, psicologa a Milano e Mariano C.se
www.serviziodipsicologia.it

[#4]
dopo
Utente
Utente
Grazie che mi avete risposto. Preciso che lui ha sempre insistito nel volermi, si è attaccato a me, anche morbosamente e abbiamo parlato di questo e lui è sempre stato sorpreso di stare con me da un anno...Ogni volta che c'erano discussioni mi riprendeva sempre e ci sono stati anche momenti belli, ma io non l'ho mai pressato è solo che ho visto che con il tempo non si dichiarava se non con un ti voglio bene e sei importante.

Sicuramente quando tornerà parleremo, credo.Io sò che a me ci tiene infatti non ha mai voluto frequentassi altri o lasciata andare.Sono io che amandolo, avrei voluto fosse più aperto con me.

Avrei accettato tutto, ma sentirmi dire non ti amo, mi ha fatto male, perchè poi mi ha cercata per giorni, si affaccia a vedere quando esco e mi prepara pranzi e cene quando torno.

Ma mi chiedo, perchè tutto questo se poi non mi ama?E' solo comodo?

Sono confusa, da una parte mi manca dall'altra mi rendo conto che se non fa nulla di più per me, ho scelto per me stessa, non posso stare in un rapporto senza amore.

Due mesi fa non voleva buttare tutto, mi disse di amarmi e che era logico non volesse perdermi, ma ora non sò più nulla.In tutta l'estate nei suoi viaggi mi ha chiamata, cercata.Avevi dei progetti con me,vacanze future, sogni e poi se ne esce così.Mi sono sentita un ripiego.

[#5]
Dr. Giuseppe Santonocito Psicologo, Psicoterapeuta 13,6k 292 182
>>> Ma mi chiedo, perchè tutto questo se poi non mi ama?E' solo comodo?

Sono confusa
>>>

Probabilmente lo è anche lui.

Non dia più peso del necessario alle parole. Alcuni dicono "ti amo", altri non lo dicono. Alcuni intendono l'amore in modo idealizzato, altri in modo più pratico.

Se insiste troppo a far combaciare la *sua* idea di amore (dichiarato, ecc.) con quella di lui, rischia di creare lei stessa malintesi.

[#6]
dopo
Utente
Utente
Secondo voi mi cercherà in queste settimane?
[#7]
Dr.ssa Flavia Massaro Psicologo 12,5k 233 130
Questo non glielo sappiamo dire, ma vista la situazione poco chiara sarebbe possibile interpretare in più d'un modo il suo comportamento sia che la cerchi, sia che non si faccia vivo fino al rientro.

Quali argomenti vorresti approfondire su Medicitalia? Partecipa al sondaggio